Briscolone Club

8. novembre 2008 09:06
by Mendy
41 Commenti

La PUZZETTA ...amicizia goliardica o mancanza di rispetto? E tu di che puzzetta sei?

8. novembre 2008 09:06 by Mendy | 41 Commenti

1. MATILDA: Generalmente si sviluppa sotto sforzo, esce velocemente ma brevemente. Il suo odore è anonimo.

2. EOLINA: Rumore cupo e basso, fa presagire uno scombussolamento intestinale. E' l'anticamera della TRISTANA.

3. TRISTANA: Si manifesta per lo più dopo qualche ora dai pasti. Assenza di rumore, spesso è accompagnata da un gorgoglio intestinale. L'odore è acre e rispecchia il menu del pasto consumato.

4. GT: Gli esperti sono convinti che si tratti della sindrome del finestrino chiuso. Si manifesta soltanto in auto. E' silenziosissima, calda e grassa. Di solito accompagnata dalla frase "viene da fuori".

5. GT2: Variante della GT. Una volta aperto il finestrino non esce, rimane incollata alla tappezzeria dell'auto.

6. CASPER: E' sicuramente la più apprezzata. Si manifesta nell'intimità delle proprie lenzuola. Chiunque è tentato di annusarla a fondo. Purtroppo, spesso capita di non poterla condividere con qualcuno, oppure che non venga sufficientemente apprezzata.

7. UPANDDOWN: La più difficile da gestire: trattasi di rimescolamento tra materia solida e gassosa. L'arte sta nel "tagliarla" prima che si trasformi in una DRESSED, con un esercizio pubo-cogigeo estremamente difficile: bisogna comprimere e rilasciare gradatamente le natiche. Si può effettuare questa operazione anche tre o quattro volte prima che sia completamente esaurita.

8. DRESSED: Un tempo volgarmente chiamata "VESTITA", la DRESSED, nuova versione della release precedente, unisce il disagio della VESTITA con la potenza della GT2.

9. JOKE: è la più temuta dagli sciatori; potrebbe essere confusa con la DRESSED ma non lo è. Il fastidio che si avverte è soltanto sudore in mezzo alle natiche. Una volta controllato il contenuto delle mutande ci si accorge che nulla è successo.

10. SOUND RIP: Parte bassa e cupa, poi aumenta gradatamente il tono fino ad arrivare ad una quinta superiore. Qualcuno la chiama TUNE-UP.

11. MARECHIARO: Tipica dei paesi mediterranei: si sviluppa esclusivamente dopo enormi pasti a base di pesce. E' aspra, con un aroma che ricorda il retro dei ristoranti di pesce ad agosto. Se il soggetto ha assunto frutti di mare, il suo aroma diventa fortissimo.

12. ASPIRINA: Si manifesta dopo il terzo giorno di malattia e cura di antibiotici: una via di mezzo tra una farmacia e il cesso dell'ospedale. 

13. DOUBLE MAC: Inutile spiegarla, comunque parecchio saporita.

14. LOLITA: Esclusivamente femminile, non fa rumore ed ha un aroma tutto particolare. Poi comunque bisogna dire che non puzza.

15. NEXUS-6: La più tecnologica. Ha un rumore metallico e continuo, toni esclusivamente medi, durata media, odore anonimo.

16. STAMINA: Potente nell'odore e nel rumore. Toni bassi, medio bassi, medi. Odore forte e corroborante.

17. MAGNUM: Scoppia improvvisamente. Forte e corto boato, odore medio.

18. DOPPIO MAGNUM: Come MAGNUM ma l'odore si intensifica.

19. JEROBOAM: Come MAGNUM ma il boato e' più lungo.

20. IMPERIAL: Come DOPPIO MAGNUM ma con boato più forte.

21. MATUSALEMME: Forte boato, odore medio-forte, calore medio.

22. SALMANAZAR: come MATUSALEMME ma con odore più consistente.

23. BALTHAZAR: E' la più potente delle precedenti. Si manifesta soltanto in particolarissime occasioni come cenone di Natale oppure dopo una forte occlusione intestinale.

24. NOBUCODANASAR: La più nobile, la più richiesta dagli estimatori. Si verifica soltanto ogni 10 anni. E' in grado di coinvolgere un'area estesissima, con la stessa intensità dell'epicentro. Non è rumorosa ma lunghissima nella fuoriuscita (circa 30 secondi). Emana un calore incredibile. Impossibile tagliarla o fermare il processo di propagazione. Chi ha provato questa esperienza in gruppo può dirsi fortunato.

25. TSUNAMI: La più potente. Si verifica soltanto una volta nella vita. La sua potenza è devastante: riesce persino ad impregnare l'ambiente in cui si è scatenata, per intere settimane. A differenza della gemella NOBUCODANASAR, questa è estremamente rumorosa e copre tutti i toni della scala udibile, nonché alcuni subtoni e ultrasuoni.

Commenti (41) -

La puzzetta rumorosa fin da bambini suscita risolini o leggero imarazzo, chissà quali meccanismi più o meno consci ci fanno crescere con questa percezione di tutto quello che arriva ...da dietro.

In proposito ci sono diverse teorie.

Ricordo il buon Frigoli che sosteneva che chi non fa puzzette in auto non è di compagnia; infatti non era raro che, nelle serate passate in auto alla ricerca di locali pieni di gnocche, l'autista fosse costretto a bloccare l'auto. Si spalancavano le portiere ed era un fuggi fuggi allargando le braccia e pronunciando insulti al petomane di turno. C'era solo uno che si incazzava come una pantera ed esclamava "Non hai rispetto": non ho mai capito se fosse invidia per la capacità di essere così aperti o se era reale insofferenza alla puzzetta di gruppo.

Tra questi due estremi si colloca il Marsià, massimo esperto della teoria intimista che si appoggia sull'assioma (affermazione che si prende per vera perchè alla base di una teoria) che recita "SONO COSE PERSONALI".


In genere ondeggio tra la Matilda e l'Eolina. Confesso di aver provato l'ebbrezza della Joke. mai sconfinata nella Dressed.

Anche se non mi è mai piaciuto darmi delle arie!

E voi di che puzzetta siete?

beppe

E' un pò di tempo che manco dal blog ma solo per mancanza di tempo.  Ora dopo aver visto il messaggio lanciato dal socio Mendy non posso sicuramente far finat di niente ed eclissarmi ancora. Vista la lunga lista di puzzette mi risulta difficile inquadrare le mie performance, dipende dal momento, per esempio questo è perido di caldarroste e patuna, che provocano gas a dismisura nella panza,  chissà domani si mangia custine coi virs e vai...  Trovo difficile inquadrarle mi rendo conto che forse in materia siamo tutti degli artisti che ben si adattano a tutte le situazioni.  Se la domanda posta dal Mendy ci porta a scompensi e pensieri a cui non sappiamo dare una risposta ..... allora organizzeremo un convegno con la presenza del massimo esperto in materia il MAPELLI buona puzzetta a tutti

Decisamente "sentito" questo nuovo post.
Ci penserò su, per adesso vi lascio solo un piccolo ma saggio detto popolare...
"Tromba di culo sanità di corpo, uomo che caga non è mai morto".
Buona musica!

mister

Mancanza di rispetto .
Mancanza di rispetto verso il Presidente : notevole lo sforzo del Gerets per creare ,  sostenere il post precedente . Post concettuale , impegnativo .
Era necessario un passaggio più soft ; ed invece il nostro pirla d' eccellenza seppellisce il precedente sotto una granarola di peti .
Non si tratta di fatto accidentale : volontariamente alza la gamba , sorride , prende fiato  ... e  poma !
Doppio Magnum .
E' il Fantozzi che distrugge la corazzata Potemkim e porta in trionfo la Giovannona Coscialunga .
Non è un caso che Bep , imboscato nell' ultima fila nella precedente proiezione ( come altri  soci ) esca clamorosamente allo scoperto tributando un lungo applauso .
Il messaggio del Mendy è forte , è chiaro : vogliamo un Blog scorreggione .
Nei prossimi commenti , sentiremo che aria tira ...

Evidentemente il post precedente era troppo impegnativo per certi soci del club, però un certo effetto  c'è stato:
alcuni hanno risposto, altri hanno fatto orecchio da mercante, e chissà che in futuro non colgano l'occasione per scrivere due righe, e poi è spuntato pure l'amico sempre pronto in caso di bisogno.
In mancanza di commento da parte del socio Pile,
l'amico, con grande pazienza ha scovato un suo vecchio commento e lo ha riproposto sul post dell'amicizia.
Mister ti sei comportato da amico, ma non scagiona il socio Pile che dovrà comunque scrivere un nuovo commento se non vuole passare tra i soci di scarso impegno.

Per fortuna che sono di manica larga, mi aspettavo un post Pirla ma non di queste dimensioni.
Comunque ho notato subito un grande interesse nel commentare, sono pure resuscitati soci che temevo scomparsi dal Blog.
Essendo la scoreggia un atto liberatorio: elimina dolori di pancia, ci fa sentire più snelli, toglie tutti i rigonfiamenti o quasi; solitamente ognuno di noi evitando di parlarne direttamente non si sa bene il perché, si ritrova la possibilità di esplodere con il proprio marchio scrivendolo.
Facendo una dieta ricca di carboidrati e molte verdure, la mia puzzetta varia tra: MATILDA ed ELOINA, per passare alla TRISTANA quando il menù è a base di fagioli.
Mi piace il proverbio di Bèla Paol se sarà veritiero penso di suonare musica per molti anni ancora.

.mendy.

prego vivamente chi abbia contatti con Mapelli di sollecitare un suo intervento su queste pagine.

mister

Copia e incolla per il post del Mendy . Ma dove trova i testi ?
Se digitare nel motore di ricerca " pussy " può avere senso , mi chiedo quali percorsi mentali spingono verso " scoreggia  " .

Ne citerei un altro paio interessanti : quella subacquea è facilmente riconoscibile nella vasca da bagno . Un gorgoglio ne rivela l' emissione , e per strane leggi fisiche l' effulvio si propaga ugualmente : supera la barriera dell' acqua e sovverte il profumo della schiuma idratante .
Se una donna immersa  tiene compagnia , diventa un problema se non possiedi una Jacuzzi .
Come giustificare le bolle ?
Curiosa quella compressa : una volta partita , trova l' opposizione di una sedia  rigida , e la forte pressione causa un secco boato . Fingendo di alzarsi , si può disperatamente tentare di riprodurre lo stesso suono strisciando le gambe della cadrega sul pavimento .
Se ha i feltrini sei spacciato .
In effetti , la parte interessante , non è il peto in sè : sono le reazioni del tenore  e  della platea .
Ammonizione per flatuenze accidentali : può capitare .
Espulsione per loffe volontarie : concerto non richiesto .
Quest' ultima può avere ragione di esistere se fatta per un senso logico : dopo mesi che gliela batti finalmente lei te la da . Durante i preliminari gli parte un accidentale . Mancando l' esperienza intima s' imbarazza terribilmente . Panico . I casi sono due : ti alzi e te ne vai - ma così non la rivedrai più - , oppure sdrammatizzi facendo partire una controrisposta .
L'artista crea .
E tromba .
Alcuni pomi sono gratuiti , senza arte nè parte : mancanza di rispetto .

pasi

Tutti rispettosi oggi : nessuno  loffia .
Sono senza ritegno , quindi mollo .

Degno di nota il peto di cane : innocente come quello dei bambini .
Tuttavia potenzialmente melefico .
In due sul divano , ma sono innocente .
Mila !
Mi guarda interrogativa : che c'è ?
E' ora della pappa ?
Basta spuciacchi . Solo crocchette light .

Saluti e ... alla prossima !

Visto che ho appena commentato il post sull'amicizia, d'istinto mi vien da dire che una puzzetta ben piazzata può esserene ragione di frattura o consolidamento.

a più avanti commento approfondito quale il livello dell'argomento richiede

In attesa del commento approfondito del Pile sull'argomento, noto un certo rilassamento dei soci.
Non abbiate nessuna pietà, lasciatevi andare:  infondo fare una puzzetta è solo un atto di ottima salute come già ha ricordato Bèla Paol,  commentarla potrà essere un fatto liberatorio.
Ricordo che all'età di 10/12 anni: a quel tempo non avevo ancora la televisione, ma una mia zia che abitava alla porta accanto l'aveva già da alcuni anni e alla sera dopo cena andavo da lei per vedere il mitico carosello e una mezzora o  poco più di qualche programma trasmesso.
La scelta era obbligata, i canali erano solo due RAI uno e RAI due e poi io essendo giovane non avevo diritto di scelta.
Ma c'erano molti intoppi: lei pregava molto e tutte le sere dicevano il rosario in famiglia, non sempre alla stessa ora, quindi molte volte mentre guardavo carosello veniva spenta la televisione e mi toccava il lungo rosario.
Era anche una donna con alcuni problemi fisici, mi spiego meglio: aveva frequenti dolori di pancia e chissà perché durante la recita del  rosario gli succedeva l'atto liberatorio.
Tra la fine di un mistero e l'inizio di uno nuovo arrivava sempre una TRISTINA seguita da un'ELOINA, e nel proseguo si manifestava frequentemente una SOUND RIP, il tutto condito dalla tipica esclamazione: madora che mal da pansa che go stasera, l'è piena d'aria, faga mia a caso nè Gianfranco!
Era il pegno che dovevo pagare per vedere un poco di televisione, naturalmente era inverno e c'erano porte e finestre chiuse, ma fortunatamente non essendoci state ne guarnizioni e nemmeno i doppi vetri l'aria si ricambiava velocemente.
Una verità nel proverbio scritto da Bèla Paol c'è di sicuro, ve lo ricordo: "Tromba di culo sanità di corpo, uomo che caga non è mai morto".
In realtà è morta, ma all'età di 92 anni ed è stata all'ospedale una sola volta per pochi giorni.  

mister

Pure il Blog fa puzzette ,  ma temo non possa durare così a lungo .
Le ambizioni erano di una partecipazione diffusa - tutti - ma evidentemente alcuni soci non amano la presenza scritta .
Il trend pare consolidato , difficile muti .
Noto con piacere l' assiduità presidenziale : questo ha portato miglioramenti di stile e contenuto . Buona palestra per il Gerets !
Speriamo stessi risultati per il tennis : impegno c'è , risultati meno . Lo sviluppo tecnico pare bloccato . Limiti raggiunti ?
Buone motivazioni aiutano a superarli .
Esplorare risorse è già ottima strada .

mister

Un italiano , un francese , un tedesco .
Il tedesco :  " se diventare ricco , comprare grande campo di patate ! "
Il francese e l' italiano : " e noi ci cagheremo sopra !! "
Il francese : " se diventare ricco , comprare tanti campi granoturco ! "
Il tedesco e l' italiano : " e noi ci cagheremo sopra !! "
L' italiano : " quando sarò ricco , coltiverò  grandi campi di ortiche ! "
Il francese e il tedesco : " e noi ci cagheremo sopra !! "
L' italiano : " così vi pungerete il culo ! "

Per anni , durante l' infanzia , io e il Principe abbiamo sghignazzato con questa barzelletta .
Del resto , conteneva due elementi fondamentali per la risata : la cacca , il culo .
In quest' ottica bene si colloca la puzzetta : non a caso la celebre filastrocca " sotto il ponte di Verona c'è una vecchia scoreggiona " è dell' epoca . E pure Garibaldi   entrava in Roma  " con l' esercito che poma " .
Più in là arrivò la gatta pelosa ... ma questa è un altra storia .

Sul taccuino mancano date per un ritrovo : sarebbe bello trovare  ( difficile ! ) una copia del film "   Il petomane " , ed organizzare  una proiezione . Non si tratta di una pellicola di serie C , alla Pierino , ma trattasi di lungometraggio che possiede una sua dignità (  !? ) . Interpretato da Ugo Tognazzi , trae spunto da una storia vera : racconta di un " artista " che si esibiva a teatro , utilizzando il retto come strumento musicale . Le notevoli ripercussioni a livello famigliare , amoroso , sociale rappresentano il filo conduttore della trama .
Ricordo vagamente ... lo vidi un decennio fa .
Devo trovarlo !

Mendy.

Mister tranquillo ...l'ho già trovato io!
Dammi tempo una decina di giorni e ti faccio avere la pellicola così poi organizziamo la proiezione.... Chiederei la gentilezza di organizzare per Natale perchè prima sono un pò incasinato con la caccia al cinghiale e la raccolta delle olive!

PROT!

mister

Ottimo Mendy .
Ragazzi , questa è vera amicizia !
Sintonia di pensiero , sintonia di azione : nel peto uniti .

Speriamo la copia sia in dvd : è da valorizzare il sonoro , per cui necessita un buon sistema home theatre dolby sound . Per creare ulteriore atmosfera , si potrebbe introdurre in sala una carretta di boassa mista a letame , oppure impostare la cena con ribollita messicana .
Per quanto la pellicola sia in sintonia con i classici film di Natale , sarebbe meglio battere il pomo finchè  è  caldo ... ma olive e cinghiali pensano diversamente .
Solitamente nel  periodo del panettone sono impegnato in stage pongistici famigliari in quel di Gallarate ...
e per le festività dell' 8 Dicembre ?
Tutti fuori città ?
Presidente !
Coordini ...
esprima una sua loffa .

Come sempre è sufficiente chiedere per ottenere il meglio da alcuni soci, elogio al Mendy.
Per quanto ne sono ha conoscenza, il Mendy durante la seconda settimana di dicembre è in terra Cinese, temo sia impossibile un ritrovo con la sua presenza per il giorno otto.
Il suo arrivo nella nuova azienda ha già prodotto buoni frutti: una nuova collezione di borsette, autunno/inverno con pelo da marmotta pronta ad entrare sul mercato.
Essendo responsabile della qualità gli è rimasto però un piccolo dubbio: la giusta lunghezza della tracolla nelle diverse tipologie di Borse, è quindi suo compito esaminare personalmente la giusta misura! auguri.
Ma possiamo fare la proiezione del film il Petomane proprio durante il periodo Natalizio e cioè: dal 25 dicembre 2008, al 6 gennaio 2009, penso ci sia una sera disponibile per un ritrovo tutti insieme; riguardando le foto degli anni passati, sempre c'è stata una serata del Briscolone in quel periodo.
Avremo comunque modo di parlarne ancora nei prossimi incontri, ne darò conferma nei giorni a seguire per la data di una nuova serata.

L'USO DELLA SCORREGGIA
ATTRAVERSO I SECOLI

Ma vi siete mai chiesti quando é nata la scorreggia?
Ho trovato una poesia da tal PUPO MEREU, che ripercorre l'utilizzo della scorreggia nella storia. Gli Artificieri infine vogliono ringraziare questo grande artista, per aver creato un'opera d'arte di valore inestimabile.


Sin da quando il mondo aveva
Ben vivente Adamo ed Eva
Era in voga in tutti quanti
Di coprirsi sul davanti,
Ma nessuno, pensò strano,
Di coprirsi il deretano.


Le scorregge più discrete
Non turbavan la quiete
Ed allora i dolci suoni
Non urtavano i calzoni.
La scorreggia nella storia
Si é coperta di gran gloria.


Fin l'Augusto Imperatore
Scorreggiava a tutte l'ore
E la corte assai perfetta
Scorreggiava in etichetta
E perfino, in casi gravi,
Scorreggiavano gli schiavi.


Si racconta che Tiberio
Scorreggiasse serio serio
Che Caligola, il tiranno,
Scorreggiasse tutto l'anno
E più d'una ogni mattina
Ne facesse Catilina.


Ciceron per ore intere,
discorreva col sedere,
Quelle poi di Coriolano
Si sentivano lontano
E con schiaffi sulla trippa,
Scorreggiava pure Agrippa.


Muzio Scevola e Porsenna
ne portavano per strenna
Alle feste di Imeneo
Ove il console Pompeo
E più ancora il gran Lucullo
Scorreggiava per trastullo.

Scorreggiava Roma intera
Da mattina sino a sera,
Scorreggiava in grande stile
Anche il sesso femminile,
Mentre invece Cincinnato
Scorreggiava in mezzo al prato.


Scorreggiò anche Napoleone
Anche al rombo del cannone
La battaglia non si perda
E Cambronne rispondeva: "Merda"
Che la cosa più sicura
Se di mezzo é la paura.

Scorreggiava come il tuono
Fin Cleopatra dal suo trono,
In contrasto ad Agrippina
Che facevale in sordina
E Cornelia ai suoi gioielli
Ne lasciava dei fardelli.


Ne faceva senza posa
Messalina silenziosa
Scorreggiava assai felice
La dolcissima Beatrice
Ed il sommo padre Dante
Le annusava tutte quante.


Le scorreggie di Boccaccio
Ti rendevano di ghiaccio
Scorreggiava pure il Tasso
Imitando il contrabbasso,
Mentre invece Machiavelli
Sradicava gli alberelli.


Il gran Volta con la pila
Scorreggiava sempre in prima fila,
Di Archimede dir si suole
Che oscurasse pure il sole,
Mentre a colpi di pennello
Le faceva Raffaello.

...Dopo quanto è stato detto
Non si può chiamar difetto
Se noi pure qualche volta
Ne facciamo a briglia sciolta
Quindi è logico e prescritto
Che scorreggi il sottoscritto.


Di nascosto si raccontava
che il Briscolone scorregggiava
col vin in corpo Le faceva
e in silenzio si sorrideva.

Buona continuazione ciao


Grande presidente!
Stasera ho mangiato castagne che sono notoriamente foriere di ...
Saprò dirvi di quale categoria.
Una serena e ventilata notte a tutti.

mister

Penso che i ragazzi studierebbero più volentieri utilizzando questo genere di testi . Altro che Leopardi !
E molto didattici i riferimenti storici : auspicabile conoscere i  personaggi citati  .
Mi unisco ai complimenti del maiacastègne  : bravo Presidente !
Nella prossima riunione sarai chiamato a declamare le strofe .
Possibilmente senza accompagnamento .

Sono amico del Mendy , ma non così intimo da sapere quando defeca in Cina ; nè conoscevo i primi successi nel campo della pelletteria .
Come lettore di Vanity Fair   mi aspetto di ammirare la collezione " marmotta " nei prossimi numeri . Questa settimana , in copertina , c'è la Canalis !
Chissà che borsette usa .
Certo  se la immagino intenta a scoreggiare la fantasia erotica si ammoscia ... putroppo questo post è deviante  .
A proposito : serve un volontario , anzi due .
Esperimento scientifico .
Verità o leggenda metropolitana ? E' un dilemma che non mi da pace : si narra che apponendo una fiamma viva nei pressi di uno sfintere scoreggiante il gas prodotto crei una vampata di fuoco .
Per cui necessitiamo di un artigliere e di un fuochista .
Eventualmente un pompiere ... e un infermiere  nel caso vengano strinati peli di culo .
Procederemo dopo la proiezione del film :  segue dibattito , poi il test  .
Il Presidente troverà la giusta data .
E gli eroi da immolare .

P.S.  E' un caso , o il Gerets si destreggia meglio con la punteggiatura ?

.Mendy

L'infiammar scoregge non è un mito ma realtà.
E' però necessario specificare che non si tratta di abilità personale che si sviluppa con l'allenamento ma dono di natura. Nell'intestino si producono reazioni che danno origine ai gas che compongono la scoreggia; in alcuni casi queste reazioni hanno come prodotto gas composti contenenti metano, che appunto sono le scoregge infiammabili. Quindi sarebbe prima necessaria una mappatura delle scoregge dei soci per valutare chi possiede la capacità produttiva necessaria all'esperimento e successivamente riprodurre l'esperimento....ovviamente al grido SI PUO' DARE DI PIU'!

Tra poco si imbocca la A1 e ....back home!
Saluti e sayonhara

Udite, udite, la grande famiglia di Caorso è aumentata di una unità: ho avuto notizia che questa mattina alle 7,01 è nato "ANDREA", un bellissimo maschio di 2,97 kg, lunghezza 49 cm, con mani lunghe.
Fortunatamente andato tutto bene, senza alcuna complicazione.
Faccio i miei migliori auguri al socio e papà per la quarta volta Zeo e naturalmente anche i complimenti alla moglie Lodovica.

Finalmente è arrivato!
Non pensate male: il Principe ha acquistato un nuovo computer mega professionale, manca ancora però la mitica chiavetta.
Arriverà presto mi ha confermato, forse pochi giorni saranno sufficienti per il suo acquisto, perché di pazienza ne abbiamo avuta già tanta.
Ho scoperto anche che il Mendy ha un socio appassionato come lui per la raccolta delle olive: Il Curbà passerà questo fine settimana, partendo oggi con ritorno domenica sera andando per olive ad Assisi.
Auguri!!!

mister

Ragazzi , siamo incredibili : tra una scoreggia e l' altra viene annunciata la nascita di un bimbo .
Solo da noi possono succedere queste cose .
Ma che fine hanno fatto quei bigliettini in carta pregiata ricamati d'oro ?
Vittoria nel totofetus del Presidente : a parte che i partecipanti erano solo tre ... ma insospettisce la vittoria dell' organizzatore del concorso .
Il Gerets è come la Gestapo : sembra sapere tutto di tutti .
Vai in Cina ? Lui lo sa .
Ti nasce un figlio ? Lui lo sa .
Cambi computer ? Lui lo sa .
Vai ad Assisi ? Lui lo sa .
Ti cambi le mutande ? Lui lo sa .
Del resto , a furia di provare tipologie di peti , può capitare di finire lunghi ...

Non tutte le flatuenze sono infiammabili ?
Ecco perchè non mi riesce mai !
Ma esistono cibi in grado di favorire la produzione di  gas metano ?
Quale menù  " dietetico " occorre seguire ?
Per la mappatura dei peti  , il nostro calderista Curbà dovrebbe possedere la macchinetta rilevatrice di fughe potenzialmente pericolose ... per cui siamo apposto .
Son come Tommaso : un conto è affermare una presunta verità , un altro è assistere di persona
all' e - vento .
Fuoco alla miccia !

p.s .  posso annunciare personalmente che domani vado a Gallarate , o devo farlo sapere prima al Presidente così lo scrive lui sul Blog ?

. Mendy

Il petomane è un film commedia del 1983, diretto dal regista Pasquale Festa Campanile e basato sulla vita dell'artista francese Joseph Pujol, soprannominato appunto "Il petomane".


Trama  
Agli inizi del '900, in piena Belle Epoque, Joseph Pujol è il "Paganini del peto": attraverso l'aria che fuoriesce dal retto è in grado di suonare qualsiasi melodia, imitare qualunque rumore e riprodurre marce, ballate e ogni tipo di musica. Insieme ai suoi quattro figli forma una particolare banda che si esibisce ogni sera in un teatro di Parigi con straordinario successo di pubblico.

Pujol, che prima del suo incontro con i cabaret faceva il panettiere, ritiene di essere un artista ma il figlio Michel gli comunica che egli è, a suo dire, soltanto "uno scorreggione": infuriato, il padre lo caccia del gruppo ed inizia le audizioni per trovare un nuovo violoncellista. Ai provini si presenta Catherine, donna raffinata ed elegante alla quale il petomane non vuole comunicare la sua vera "arte": finge di chiamarsi Joseph Edison ed al posto di farla entrare nel suo complesso le assegna un altro incarico.

Nel frattempo però alcuni artisti invidiosi fanno circolare la voce che le esibizioni di Pujol siano un oltraggio al buoncostume: all'entrata del Moulin Rouge il petomane viene aggredito, sculacciato e marchiato sul fondoschiena con un carbone ardente. Impaurito, decide di trasferirsi con Catherine a Capri e lì le confessa il suo amore, che viene ricambiato.

Mentre si trova a Capri Pujol viene a sapere che a Parigi si è aperto un processo nei suoi confronti per oltraggio al comune senso del pudore e che il suo caso è arrivato addirittura in Parlamento, dove i deputati di sinistra protestano per il trattamento subito dal petomane e chiedono le dimissioni del Ministro dell'Interno. Il processo si conclude con la completa assoluzione di Pujol che però torna a Capri da Catherine, ancora ignara di tutto.

Un giorno Pujol si reca a Parigi incuriosito dallo spettacolo di una signora che si fa chiamare "Madame Petomane": arrivato sul teatro, Pujol scopre che i peti effettuati dalla donna sono frutto del rumore di alcune trombette, dimostrando quindi di essere lui l'unico petomane. Stavolta però Catherine lo ha seguito, pertanto viene a scoprire la verità: convinto di aver suscitato disprezzo in lei, Pujol scappa via.

Sei mesi dopo si vede Pujol esibirsi ubriaco in una bettola di Le Havre, dove per quattro soldi si fa prendere in giro da tutti. Catherine lo incontra per caso, confessa il suo amore per lui e lo convince a tornare a Parigi per esibirsi con il suo vecchio gruppo (compreso Michel, che nel frattempo aveva fatto pace col padre). Il successo è talmente grande che Pujol, ormai proprietario di un teatro, viene invitato ad esibirsi pure all'Eliseo.

. Mendy

Chiedo ufficialmente al Presidente Gerez di annunciare quando mi sposerò ...voglio la data, così mi organizzo un pò prima.

Grazie

.Mendy

25 commenti in una settimana ...per essere un post di scoregge è una buona media!

Con il mio di commento fanno 26: stiamo migliorando, e a breve come già tutti sapete avremo anche i commenti del Principe.
Un Presidente deve sempre sapere tutto, l'informazione è la base di miglioramento per qualunque società essa sia.
Certo non dipende solo dal Presidente: con un'ottima collaborazione dei soci e un continuo scambio di idee si possono fare grandi cose.
Ora vi saluto vado a fare una partitina a tennis.  

Caro socio Mendy: la data te la scegli da solo (cioè la tua morosa), io devo solo essere informato quando sarà stata decisa, se invece vuoi il mio pensiero è meglio che aspetti ancora, gli impegni che avete sono tanti però non esagerare.
Esprimete il vostro pensiero: Il Principe con il nuovo computer scriverà i suoi commenti con caratteri cubitali o no?
Io dico di no, cambierà il suo stile nello scrivere.
Ciao a tutti e buona cena.


L'importante è che non scriva da destra a sinistra o dal basso all'alto.
Buon ruttino.

.Mendy

Mi sembrate il curbà dei tempi d'oro ...BUONA CENA, BUON RUTTINO ....il curbà una volta prima della finale di Coppa Italia del 1996 (Roma - Torino) mi ha detto BUON TORO. Risultato finale Roma 5 - Torino 3 ...vittoria del Toro grazie al 3-0 dell'andata!

Buona serata. buona notte, buona domenica e buona settimana!

.Mendy

L'ora è tarda ...BUONA CASPER a tutti

mister

Tutto un  " dai e vai " di peti ...

Per quelli in diretta dovrò aspettare ore notturne infrasettimanali , penando ugualmente :
senza chiavetta sono chiavato .
In questa serata neppure riesco a scaricare completamente il post su Explorer , ma sono riuscito su Firefox . Se vi appaiono cose strane conoscete il motivo : la grafica è meno performante . Tuttavia mago Umbe ha pensato bene di offrirmi elementi alternativi .
Ma che fine ha fatto ?
Non vorrei ricalchi le  orme del Zeo : sparizione dopo organizzazione serata .
Presiiideeeeeenteee ?

L' importante che il Mendy si sposi presto : nelle foto di rito deve esser chiaro chi sono gli amici .
Più passa il tempo e più rischiamo di confonderci con anziani parenti . E cominciamo a risultare improbabili per arrivi in trattore , allestimenti scenografici , spogliarelli , travestimenti : stiamo entrando nella categoria del " bacio bacio " .
E corriamo il rischio di presentarci con un vero nonno come leader .
Forza uomini sposati , magnifichiamo le virtù del matrimonio !
Un attimo che ci penso ...

mister

La trama che il Mendy ha gentilmente incollato conferma precedenti considerazioni:
la pellicola possiede i suoi perchè .
Il Farinelli ( dizionario del cinema sbirciato in libreria ) appone adirittura tre stellette .
Pare esagerato .
Del " Petomane " faremo noi una giusta critica cinematografica .
Mica siamo sprovveduti come cinofili .

mister

Non è ancor giunta l' ora di mollare ... il post .

Realtà o leggenda metropolitana ?
E' vero che nei bagni pubblici cinesi si caca e scoreggia in compagnia , senza l' ausilio di porte e divisori ?
Un po' come i nostri pisciatoi  comuni  maschili ...


Potremo presto rispondere al tuo interrogativo quando il nostro pellettiere farà ritorno dal paese del sol levante.

Mister

Cazzarola , il Mendy è proprio un vero amico : desideravo " Il Petomane " , e lui zac , subito procurato .
Mi è venuto un dubbio sulle latrine , e lui vroom ,  è partito immediatamente verso la Cina per verificare di persona .
Commovente .
Ed io che penso sempre male ...

Bisogna avere sempre fiducia degli amici.
Quando pensi di essere solo e in grande difficoltà, ecco spuntarne uno all'improvviso.
Ma durante una gara in bicicletta: in particolare fare una salita, tipo il Mortirolo, o in pianura tutti in gruppo, di che tipo sarà il bombardamento?
E durante una volata a 200 mt dall'arrivo, i corridori adotteranno la tattica puzzolente, o rumorosa?

mister

" Tirare una mozzarella " , in gergo tennistico , significa effettuare un colpo fiacco . I meno raffinati  usano il termine " tirare una scoreggia " .
Per cui , se udite questa esclamazione , non pensate che il giocatore abbia mollato ...
Certo , può capitare tirando un dritto : il peto da sforzo è da casistica .
Fortunatamente l' emissione rumorosa avviene in contemporanea all' impatto della pallina sulle corde , per cui i suoni si confondono .
Naturalmente occorre un buon timing : loffare prima , o dopo il colpo , lascerebbe perplessi gli spettatori retrostanti .
Quante scoreggie tira il Gerets !

Al mattino praticamente mai: avendo un intestino regolare e facendo una colazione leggera a base di fette biscottate con miele, imbevute in mezza tazza di caffè latte potrebbe essere solo casuale, quindi al massimo una loffia leggera e inconfondibile.
Potrebbe essere al pomeriggio molto più cariche, ma stando bene attento ai tempi d'impatto con la pallina si possono confondere facilmente.

mister

Non fare il finto tonto caro Gerets : sai benissimo che mi riferisco ai colpi lenti e spompati che metti in mostra quando giochi a tennis .
Spesso finisci i tuoi commenti accennando  ad un imminente partitella , ma non vorrei che i nostri lettori pensino davvero che pratichi efficacemente questo sport .
D' accordo , Fantozzi e Filini saresti in grado di batterli , ma con tutte le ore che fai , rappresenta il minimo .
Non basta entrare in campo per essere un tennista .
I veri giocatori sanno che il caffèllatte rappresenta un alimento poco digeribile , quindi poco indicato per una colazione prima dell' allenamento .
La prossima mattina che giochiamo prova ad eliminarlo : magari tirerai qualche " scoreggia " di meno !

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading