Briscolone Club

Commenti (116) -

Mancano poco più di 4 settimane e poi il nostro ometto tutta panza diventerà papà.
Se ben ricordo non abbiamo ancora fatto il toto fetus, si era pensato di proporlo dopo la nascita di Riccardo ma più nessuno si è ricordato, io compreso.
Invito tutti i soci a partecipare al toto fetus per Hagata, nome che sembra già definitivo; ma ci sono ben altre misure da indovinare.
Ultimo giorno per il toto fetus sarà venerdì 16 aprile ore 24,00.

mendy

La scadenza è il 20 aprile.

Propongo di scrivere Agata, senza la H che in Toscana è una C aspirata.....

La mia previsione è che sarà femmina, si chiamerà Agata e l'ostetrica durante il parto, approfittando della confuzione e dell'emotività del momento, mi punterà il pacco.
Dopo di che si innamorerà di me fino al momento in cui Bianchetti verrà in ospedale a trovare la bimba. In quel momento rimarrà folgorata dal Principe e si compirà il primo step delle previsioni del Mister "Tra 20 anni"....la badante è arrivata!!!

Prima di fare le mie previsioni per il toto fetus voglio mettere a conoscenza il Bricolone di come sto impigando il mio tempo libero in questo periodo dell'anno.
Non crederete ai vostri occhi quando leggerete quanto sto per dirvi; da circa un mese ho iniziato a scrivere un libro.
Non è uno scherzo, del primo aprile (mancano ancora molti giorni) ma è la pura verità, potrete verificare di persona quanto ho già fatto.
Sarà un libro che riguarderà la storia del Moto Club Crema; dal 1925 al 2010.
Altre informazione nel prossimo commento, mi stanno chiamando per la cena.

21/04/2010
5.30 p.m.
2640 gr.
43 cm.
E sia!


P.S. per il Geres: ma non ci hai mai detto di essere tesserato al motoclub dal '25.
Però, niente male...

Le colpe dei padri non ricadano sui figli!
Nè quelle dei Presidenti, nè quelle dei soci del Briscolone.
Scusate l' intrusione ragazzi: avevo promesso di non farlo.
Ma se le motivazioni addotte mi hanno spinto alla Wuweiazzione e separazione in casa ( vedi post precedente) non posso far ricadere su di un' anima innocente i rancori personali verso il Club. Il pronostico del Toto Fetus rappresenta una tradizione benaugurante, e non posso certo sottrarmi a questa sincera partecipazione.

Dò i numeri:
giorno di nascita 18 Aprile ( è la data del il mio compleanno, anche se lo festeggerò il 3 Maggio); ora esatta 21,30;
peso 3300 grammi;
lunghezza 49 cm

Ricordando che il signor Cesarini è diventato famoso per un paio di goal importanti insaccati al novantesimo, speriamo che Agata senz' acca ( pensavo fosse come per Deborah; o che fosse una versione esotico - vietnamita  del nome... invece si trattava del solito strafalcione del Presidente) ci faccia penare meno dell' ultimo nato, la cui rete è arrivata sì all' ultimo minuto, ma dei tempi supplementari. Ed era già tutto pronto per i rigori.
Ricordo altresì di essere il vincitore del concorso Riccardo, e che settimana prossima contatterò chi di dovere per la riscossione del premio.
Speriamo non sia un cambio di pannolino.

Apprendo del Gerets scrittore di libri:
dopo la già citata "Hagata", nel suo ultimo commento compaiono pure un " Bricolone " e " un "impigando".
Secondo me la sta sparando troppo grossa.
Pure  Antonio Cassano ha messo la firma su di un volume recentemente edito:  ma non lo ha certo scritto lui.
Inoltre trovo grave che non sia altrettanto entusiasta e promotore quando viene a scrivere sulle nostre pagine: anzi, le trascura per dedicarsi al Moto Club. Magari scippandoci pure di nostre idee e format.
Mi riservo di citarlo per plagio.
O di falso in atto scrittorio se lo stile con cui vergherà il tomo sarà differente dal solito suo incedere di  frasi e periodi quando narra sul blog.
Verificheremo di persona.
Si che verificheremo.
Nessuno gli toglierà meriti se saranno davvero i suoi.
Ma saremmo stati molto più felici se avesse scritto un libro sul Briscolone: essendo nati nel 1989, sarebbe stato anche più semplice.

Scusate questo sfogo: ma intanto che ero qui, ho approfittato.
Torno nel post di competenza.

Accetto la tua diffidenza, e ti invito oggi pomeriggio a venire a casa mia per verificare di persona il mio operato.
ho appena stampato circa 40 pagine del libro, sono solo 1/5 delle 200 che alla fine si spera di riuscire a scrivere.
Naturalmente al termine di tutto o meglio in più fasi, consegnerò il mio scritto ad un giornalista che gli darà una restaurata in particolare nella forma.
Nessuna pretesa la mia, ma solo il fatto che mi espongo ad un impegno di queste dimensioni per me è già una vittoria, sopratutto scrivere ed ancora prima bisogna leggere e pensare cosa scrivere.
Pure io sono testardo e se mi impegno con un progetto lo porto sicuramente a termine.
Solo nello sport non riesco ad emergere più di tanto, ma purtroppo non è mancanza d'impegno; anche se non mi arrenderò mai.
Se vieni a trovarmi ho una proposta (anzi due) da farti che ti potranno interessere sicuramente.
Non posso anticiparti niente per il momento ma ti garantisco che ne vale la pena.
ci vediamo? Vieni a prendere la tua corda, la mia è già arrivata.

Presidente, ho detto che sono separato in casa!
Che proposte indecenti mi vuole fare? Basta con il sadomaso!
Con la sua nuova corda ci leghi qualcun d' altro.
Tenga pure le mie vecchie:  in passato ci hanno fatto tanto godere.
Mi spedisca invece le manette, la frusta, il body di pelle, il fallo di gomma misura 33.
E pure lo spazzolino.
Quello da denti.
Quello anale lo butti pure via.

mendy

Sporcaccioni!
Il post del totofetus dopo 3 commenti finisce in un rapporto sadomaso tra due ghèi... e non si tratta di soldi!
Cosa farò leggere ad Agata senz'acca?

Dante

Intanto che sono ancora in tempo faccio gli auguri a Beppe e a tutti i papà del Briscolone. Anche al Mister che se non ha figli veri è comunque PADRE  di molte idee. (Non ho capito bene la sua separazione in casa ma non ho letto il Blog da parecchio tempo)

Dante

Toto fetus per AgAtA
E'una tripla "A" quindi non dovrebbe dare preoccupazioni. Sarà un tipo molto sicuro di se.

20 aprile
ore 10:25
3250 gr.
48 cm.

E come disse il vecchio saggio
"Per riportare l'armonia in famiglia ci vuole un bambino!!!!"

Dante

Mister
l'idea di un post tutto per sè non è male...
quando ho presentato i miei post ero praticamente quasi l'unico a scriverci e automaticamente mi davano l'impressione della solitudine e mi demoralizzavo.
Invece impedire agli altri di scriverci induce gli altri a volerlo fare...anch'io sono stato tentato di scriverci ma poi ho ho rispettato la tua volontà.
Comunque mi piace quello che scrivi, non voglio assolutamente leccare...e poi so che magari ti farebbe piacere...e lo humor, più o meno velato, che ci metti.
Continua così che magari raccogliamo i tuoi scritti e li pubblichiamo.
potrebbe essere un'idea per raccogliere fondi per  autofinanziare il Briscolone e magari dare al Tur un montepremi e quindi invogliare chi non ha effettivamente aderito.
Ciao vado a mangiare le salamelle dopo il falò di San Giuseppe anche se occorre aspettare dopo la mezzanotte.
A presto

beppe

Eccomi per il toto fetus

Nome: Agata
Cognome:?
Sesso:Femmina
data nascita: 22.04.2010
peso 2950
lungezza: 46
ora nascita 22.50


Ma visto che il Geters sta scrivendo un libro e visto che sembrerebbe ghei o gei o kulatù .... dite che il prossimo anno lo vedremo all'isola dei famosi.... magari iscriviamo anche il Mister  

Via Agarta  che Riccardo ti aspetta....

Buuuuongiorno signor Gerets!
E' possibile prenotare una copia del suo libro di prossima pubblicazione?
Mi piacerebbe un volume autografato.
Non si preoccupi: passo io per il ritiro...

Isabel Allende

Estimado segnor Gerès,
estoi encantada legendo de tu manoscritto.

Creo che esterà una opera muy estimada da todos los lectores e da tu amigos del Briscolones.
Creo tam bièn che todos los tuos amigos vueteranno en maggioransa assula por el tuo libro.
Io quiero mucho una copia de la tua opera e si es posible inviarne una en Santiago para mi, sarìa muy feliz.

Esperando una tua respuesta, te auguro una rapida reabilitaciòn de tu pel de daino.
Tiengo una pregunta: ma en la tu tierra Agata se escribe con la H o sin la H? En Chile la maggioransa assula escribe sin H....
Muchas graciàs para tua escrittura fluente e las tuas palabras che ablan de amicissia y amor; tu es un hombre muy bueno y tienes un corazòn muy grande. Es un pecàto per la pel de daino ma no te preocupe, no esistes un hombre perfecto!
Ma se te fuega la garganta, tienes dolor de cabeza o te duole la barriga ...una sola medicina, LA FIGA!!

principe

X AGATA

data 22/04/2010
ora 20,50
peso 2850
lunghezza 45cm
sesso  Speriamo sia femmina

Beppe non o capito bene" Via AGARTA che RICCARDO ti aspetta !!!"

principe

Gerets ma il libro lo fai correggere prima di andare in stampa?
Altrimenti rischi di fare concorrenza al libro dei bambini di Napoli " IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO "

Vediamo un po'... Agata sarà piccolina, quindi... diciamo... 2600g x 42cm. Nascerà, secondo me prima del termine, il 16 aprile alle 8.30am. Dai Agata che ci sei quasi!

Mister, la tua descrizione dell'universo infinito è davvero eccezionale! La maggior parte degli insegnanti di astronomia non avrebbero reso meglio il concetto. Chapeu!

Aggiornamento sulla racchetta: prima di apprestarmi all'acquisto di un nuovo attrezzo ho fatto il tenativo di riaccordare.  Ebbene... ha funzionato! Non ero molto fiducioso. Invece ogni vibrazione è sparita e ora non ho più nessun dolore al polso. Mi redo conto solo ora che prima dell'intervento risolutore le corde vibravano peggio di quelle di un violino.

principe

Approfitto di questo post.
Avrei intenzione di organizzare Sabato 27 dopo cena (ore 20,30 - 21,00 )una serata a carte.
Dico avrei perche'x giocare ci vogliono almeno 5 persone e di questi tempi tovarci sembra un'impresa.Oltre al padrone di casa o ricevuto l'adesione del Presidente(logico che o dovuto chiedere il permesso x organizzare)e del cugino Peppone,fatemi sapere attraverso il blog o sms oppure da terzi o quarti come volete.
Venite cenati,comunque Birra ( cocacola x qualcuno)patatine e schifezze varie non mancano mai.
Capisco che siamo agli sgoccioli, ma il nostro Materassaio ci degnera' della sua presenza almeno x un salutino o un giro di carte visto che l'ultima volta ci a bidonato?
Nello stile TUR la serata sara'nominata.
***************************COPA CABANA DEL NONNO************************
Al vincitore verra' consegnato un premio come nei migliori TUR
VI ASPETTO CIAOOOOOOOOOOOOOOO

Non autografo libri a sconosciuti.
Principe, è meglio che rileggi bene anche tu quello che scrivi.

Toto fetus:
nome Agata
sesso femmina,
peso 2,52 kg
lunghezza 48,2 cm
ora nascita 17,50
giorno 21 aprile

20 Aprile alle 22:30
43 cm x 2700 g

******************RETTIFICA*********************

SERATA A CARTE DEL 27 RIMANDATA A DATA DA DESTINARSI.
LIBERI X ALTRI IMPEGNI
CIAOOOOOOOOOOOOOOOOO

mendy

Rimandata a data da destinarsi come la serata dal Curbà lanciata un anno orsono e cassata peraltri impegni.

vacca bindella...faremo primail dòcia day!! Manca poco preparate la ròba!!!!!

Perdindirindina, nel giro di sole quattordici ore il nostro principe assurro al ga truat da fa bel e così ha scaricato gli amici che già fremevano...
Ta ghet fat be! e mi raccomando se gioca il briscolino tu...vai sopra!!!

Ma per il doccia-day dobbiamo portarci il borotalco o viene fornito dalla casa?

Grande Principe!

come recita un vecchio adagio: "tira pusè an pil da gnòca... ecc ecc"

Solo in questo caso il rimando è lecito (o l'eccito?). Vabbè inizierò a preparà la roba per la Docìa!

principe

************************RETTI FICA********************

TUTTO CONFERMATO X SABATO 27 ( e alura )VI ASPETTO A CASA MIA COME DA MODALITA' SCRITTE  (LA GNOCCA A DATO BUCA E ALURA CHE LA SAN'CULE AVANTI GLI AMICI)
DATEMI UN SEGNO...............
FATEMI SAPERE.................
MENDY TI ASPETTO...............SENZA MATERASSO

mendy

La casa fornisce acqua calda, tappetino antiscivolo e carta vetrata per le croste più insistenti...tutto il resto fa parte della ròba!

Comprese le personalizzazioni....

Scusate l' intrusione: è un segno che conferma la mia presenza per Sabato.
Ammesso che la buca non cambi nuovamente idea, e ribadisca la sua disponibilità per essere infilata.

Approfitto per porgere le scuse ( o vogliamo scatenare incidenti diplomatici internazionali? ) alla valente scrittrice ( e quindi collega del Presidente: una gaffe non riconoscerla )  Isabel Allende,  cilena, una tra le massime esponenti della letteratura latina.
Non ho ancora avuto l' onore di leggere i suoi libri ( prediligo gli autori russi, Dostoevskij e i due Tolstoj - Aleksej Nikolaevic e Lev Nikolaevic - su tutti ), ma cercherò di colmare questa grave lacuna non appena avrò terminato la traduzione di Guerra e Pace in dialetto cremasco.

Spero che  faccia altrettanto il nostro rappresentante di vertice, o che cerchi di essere meno maleducato con le personalità che interagiscono col nostro gruppo utilizzando toni in linea con lo spirito che da sempre ci contraddistingue.
Ma ormai è completamente assorbito e asservito al Moto Club: palese il fatto che  stia trascurando gli affari di casa nostra.

P.S : per sabato posso avere un tavolo appartato e indipendente, o al limite una zona ben distinta e delimitata dai servitori del potere?

beppe

Mister  quando hai terminato la traduzione di Guerra e pace traverai a casa Spinelli tutti i libri di Isabel Allende.... sono disposto anche a darti dei consigli in merito.

By by

Sabato ci sarò.

Propongo al nostro Principe di convocare comunque la gnocca che l'ha data buca. Potremmo proporle temi quali "le piacevoli sensazioni di una docìa con o sensa roba" oppure "pregi nascosti della pel de daino" oppure ancora un dibattito sul famoso assioma "tira pusè an pil da gnòca... "

Vai Principe che magari viene... ah!

beppe

Approvo quanto suggerito dal socio Pile, vai con la convocasione

.... staga sota per andaga sura.....

mendy

Un festoso saluto dalla terra di Transilvania dove la polenta si chiama MAMALIGA e la zuppa CIORBA!
Sabato sera potrei esserci non so a che ora, dipende se Agata decide di mettere fuori il crapino...si può fare!

Tra i temi papabili (e paLpabili) per la gnocca che l'ha data buca suggerisco anche "come darla buca e darla e basta - esercitazioni","la collezione di farfalle del Principe", "come si prepara la ròba per fà la dòcia" e per finire "vengo anch'io ah, no tu no!" cantata dal Presidente.

Proporrei una lotteria per la gnocca, se la fortuna mi assiste come l'anno appena trascorso sarebbe il mio miglior premio vinto con il Briscolone.
W la marmotta.

Per dare inizio in modo degno al Tur del Club potremmo giocare la prima giornata Sabato dal Principe... an tant che fém la docìa!

Pensate la meraviglia di giocare sotto una battente cascata di acqua alla temperatura desiderata.. sarà come tornare ai tempi delle partitelle di calcio del sabato pomeriggio giocate in ogni condizione di tempo e di terreno!

Forse il Presidente in queste condizioni non riuscirà a zagnare (con la z di brasato)e finalmente i veri valori si portanno misurare!

Anche sota la docia non temo avversari, non ho mai zagnato, faccio un gioco pulito snza parlare come dice il regolamento.

Non ci crederete ma la gnocca con cui doveva "interagire" il nostro Principe, in mancanza di meglio (?), si è rivolta al sottoscritto e non ho voluto darle picche per non far fare brutta figura al B.C.
Vedrò di accontentarla con una "sveltina" per raggiungervi quanto prima. Nel frattempo cercate di non "perdere" la concentrazione e soprattutto il socio Giusi (i divani del Principe stimolano...il sonno) e il socio Presidente (per altri motivi...).
Buona poppata!

Non è zona cesareini ma poco ci manca. Sabato ci sono pure io!

Spettabile redazione,
mi chiamo  Cesarini Renato, e non "cesEarini" - perdipiù con l' iniziale minuscola.
Capisco che nel vostro sito la corretta ortografia  rappresenti un optional ( ma davvero il signore di nome Geretz che nel suo ultimo commento di due righe
scrive " snza " sta scrivendo un libro?? ) ma se fate citazioni di persone, cercate almeno di segnalare bene il nome.
Perchè farmi rivoltare nella tomba?
Sarebbe contento il signor Umbe ( presumo Umberto), se lo definissero come "umbIerto",  l' esperto di computers?

La fantomatica " zona Cesarini ", prende questo nome per alcune reti che segnai allo scadere del tempo regolamentare( giocavo come mezz' ala nella Juventus) ma soprattutto una solleticò la fantasia di un giornalista dell' epoca: il goal al novantesimo che realizzai contro l' Ungheria  allo stadio Filadelfia, con il quale l'Italia ( nell' occasione vestivo la maglia della Nazionale) battè 3 a 2 i magiari.
Era il 1931.
Improprio è pure  titolare questo post con la mia figura: equiparando i nove mesi della maternità con i novanta minuti di una partita di calcio, risulta che un mese rappresenti - in proporzione - dieci minuti. Se la nascita è prevista per il 20 Aprile, significa che avete sparato questa pagina ( nata il 17 Marzo ) ancora prima dell' ottantesimo.
La "zona Cesarini", per metonimia, è l' extremis: ma qui la si sta prendendo molto lunga.

Mestieri cremaschi.

Buonasera ragazzi, mi chiamo Ely, e a quanto dicono, sono una bella gnocca.
Desidero informarvi che  il vostro amico ( ? )   Pasi ( o Mister ), probabilmente domani sera anche lui farà tardi per la riunione del Briscolone.
Essendo il mio ragazzo Clooney partito a Capoverde per girare uno spot pubblicitario con Aldo Busi, Cecchi Paone, Maicol del Grande Fratello, Teresio, e Boy George, mi sento un po' sola in questa grande e dispersiva casa al lago.
Paoluccio è un mio grande fan, seppur monello:  mette sempre in dubbio che le mie tette non sono naturali. Così, approfittando dell' occasione, l' ho invitato per tastare di persona.
Sapete com'è, la dòcia è maschia, e di sinistra. Ma io la penso come il vostro Presidente: preferisco la vasca da bagno. Ne possiedo una bella grande, e fa pure l' idromassaggio: io e Paoluccio ci rilasseremo assai immergendoci in quell' acqua calda e vaporosa.
Riuscirò a convincerlo?
Ma non temete, quando sarà arrivato un certo orario, lo lascerò andare: se lui vorrà.
Sarà più attaccato alle mie tette, o agli amici del Briscolone?

Buona poppata a tutti!

Gentile Signora Elisabetta, Gentile Sig Cesarini,

permettetemi di compiere un gesto che spetterebbe a qualcun altro ma che sicuramente non farà.

Vorrei ringraziarvi ufficialmente per aver voluto esprimere un vostro commento sul nostro BloB.

Vorrei anche informarvi che il nostro sig beneamato Presidente (che è il Sig Gerets) diventerà presto un personaggio famoso come voi grazie all'ardita opera che si accinge a compilare e pubblicare. Chiederemo allora a lui intercessione affichè convinca almeno lei, gentile signorina Elisabetta, a partecipare ad una delle nostre riunioni.

Potrà infatti sentir parlare di materassi, dell'universo infinito, di rally automobilistici, di sicomori e di tanta altre cose ma, sicuramente, non ci vedrà giocare a carte.

grazie ancora a tutti e due!!

Cordiali saluti

Ciao Pile, mi chiamo Achille, e sono il tuo tendine.
Ricordi?
Causa la tua passione per il calcio, mi spezzai diversi anni orsono.
Mi avevi abituato ai terreni erbosi, e per quanto secchi o gibollosi, erano sempre meglio di quel duro fondo della palestra in cui ti stavi allenando. Se i tuoi dirigenti dell' epoca fossero stati meglio formati, probabilmente l' incidente sarebbe stato meno grave. Invece, utilizzando antiquati ed empirici metodi delle peggiori scuole oratorio - fantozziane, ti dissero
" picchia il piede per terra, picchia il piede per terra che ti passa! "
Col cazzo.

Comunque, le partite del sabato che hai citato, rimangono pietre miliari: tu e il tuo amico barbuto e capellone, sin dal mattino, passavate di casa in casa per convincere i più riottosi a schierarsi in campo, sebbene i clima - spesso freddo, nebbioso, o piovasco - invogliasse a sfruttare diversamente il pomeriggio. Era più difficile organizzare la vostra squadra che nemmeno trovare la compagine avversaria.
C' erano i Capergnanichesi, col tuo amico Genio, il gigantesco Elia in porta, e il non meno possente Stromberg a centrocampo.
C' era la squadra di Lucchino, che s' incazzava sempre ( perdeva ogni volta! ), e nelle cui file militava il celebre Catafic, che faceva palpitare il cuore alla nota Teresa sabbionese: non mancava mai sugli spalti.
C' erano i Ripaltesi, di quella vecchia, con il velocissimo Scheggia che nessuno riusciva a marcare; ma per fortuna il resto erano pipponi.
Ben poca cosa pure i Crema Nuovini, capitanati da Enzo, frer e paneter, calciatore  a tempo perso.
Più impegnativi i fighetti dell' oratorio, con i vari Giamba, Giò, Cri... e gli acerbi futuri briscoloniani Massi, Lucio, Paolino...
Psicologicamente temibili i tuoi colleghi di università, anche per la presenza sulle tribune della chiacchierata Monica di Monza, in quella fase dove il cuore palpitava ancora forte; e i campi di bocce iniziavano ad essere off limits.

Quanti ricordi legati a quelle sfide!
Altri tempi, altre passioni: e pensare che spesso nemmeno si poteva fare la dòcia, in quanto non  disponibili nelle vecchie catacombe dell' oratorio.
Ma ci passavamo sopra: troppa la voglia di giocare.

Per fortuna che il Briscolone odierno è governato da un uomo saggio e previdente: smorza gli entusiasmi, frena la fantasia, boccia le proposte.
La testa degli anziani è ormai rassegnata al crepuscolo, e priva di pulsioni, ragiona in conserva.
Non sia mai che a qualcuno meno stantio venga in mente di organizzare revival calcistici.
Noi tendini, con i fratelli ossa, e i cugini muscoli, invecchiamo; mentre la mente, arrivata tra i quaranta e cinquanta, pare voglia risentirsi giovane.
Non sempre i risultati di questa unione generano buoni frutti.
Anzi.
E mica si sono messi in banca i soldi di Bekam.
Lui un tendine se lo può giocare tranquillamente: e la  famiglia mangia lo stesso.

Un saluto alle caviglie del Curbà,  al perone del Ciubec, al ditone del Principe, alle ginocchia del Brinda, alla spalla del Mister, agli ematomi del Cantagall, immolati nel nome del calcio.
Nessun arto sacrificò il Gerets.
Ma era talmente scarso, ma così scarso, che ci rimise la faccia.
E i suoi avversari ci rimisero gli stinchi.

Caro signor Pile, la ringrazio per il suo interessamento.
Ma come lei dice, è giusto che un invito al vostro club arrivi per gentile intercessione del vostro massimo rappresentante.
Ma solo quando diverrà famoso.
Noi attrici e donne di spettacolo non possiamo muoverci in assenza di personaggi vip.
E' un bell' uomo il vostro Presidente?
E' virile?
Sa com'è: dopo essere stata con quel toro di Vieri, e quel negrone di Reginaldo, adesso mi son messa con  George...
è carino... ma ...
non voglio credere - come mormora certa stampa - che sia un poco ... culo ( lo posso dire ?)
certo che a letto è tiepidino e deboluccio... sapete cosa intendo...
e io son tanto passionale.
Il vostro amico Pasi, per quanto simpatico, è solo umile proletario, e la mia carriera non andrà a rotoli se gli farò toccare le tette.
Ma certo non posso riservagli parti più intime.

Per quanto interessanti i temi dell' universo, del sicomoro, dei materassi, dei rally, attualmente vivo pulsioni decisamente più materiali.
Il vostro Presidente, una volta diventato vip ( temo che il Principe in vostro possesso sia in realtà un tarocco), dovrà convincermi - a venire - con altri mezzi.
C' entra il mazzo...
ma non è quello di carte.

Un bacio a tutti.

Cari ragazzi, la mia fama è ancora integra, ma purtroppo il mio corpo è deceduto nel lontano 1969.
Difficilmente il mucchietto di ossa rimasto riuscirà a raggiungervi nelle vostre riunioni.
Ma mi fa piacere che il mio ricordo dimori in voi.
Lasciate segni tangibili del vostro passaggio terreno.
E scrivere libri, è una buona idea.
Ma scriveteli correttamente.

Lo farete un brindisi per me?
E che sia inno alla vita!

Torno in gruppo ragazzi.
Del resto, l' informazione di regime - fiacca  da sè - sarebbe pure omertosa riguardo un importante fatto.
Ho vinto!
Ho vinto la Coppa Cabana del Nonno, gara cartofila organizzata dal Principe.
In quel di Capergnanica, ho sbaragliato la concorrenza, portandomi a casa l' ambito premio: un sorridente maiale in terracotta che fa già bella mostra sopra il mobile del salotto.
Ultimo a cedere sotto i miei colpi il valido padrone di casa: arrivati a pari merito, ci siamo giocati la vittoria con una drammatica sfida a due. E il boato della folla, sanciva l' ultima decisiva presa.
Decisamente staccato il resto della truppa, compreso il Presidente: fallito un tentativo di zagnata alla partenza, perdeva la bussola, finendo mestamente penultimo. Dietro di lui solo Beppone, ugualmente felice del risultato: il solo fatto di non essersi addormentato sul divano è motivo di vanto.
Da segnalare la mancata partecipazione alla gara dei soci Paol e Mendy, arrivati fuori tempo massimo per la regolare iscrizione, ma in tempo per degustare in compagnia la Colomba Pasquale.
Colomba di pace?
Certo che se i posti macchina liberi sono pochi, e il Presidente parcheggia storto e fuori dalle righe ( non sopporto questi maleducati! Sono scarso in manovra e la mia auto non ha il sovrasterzo) fa scappare la voglia di qualsiasi tregua.
Anche nella fase di attesa di un lieto evento.

Su quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte di monti, tutto a seni e golfi, c' è la villa della Canalis.
Ieri sera, al volgere del tramonto, mi trovavo immerso nella sua vasca idromassaggio, in una sala bagno tanto grande quanto il mio appartamento.
Dietro un separè, la bellissima,  e gnocca Ely, si stava spogliando: e poco alla volta, accavallata al paravento, appariva la sua splendida lingeria di seta.
All' apparire di minuscole mutandine, capii che mancava poco al suo apparire: come promesso, mi avrebbe raggiunto in acqua. La stanza era illuminata da fioche luci di candela, e l' atmosfera, arricchita dagli aromi di alcuni incensi accesi,  incantava e seduceva.
Da quell' angolo appartato uscì avvolta da un accappatoio chiaro, e muovendosi sinuosa, si avvicinò ai bordi marmorei di quell' invaso cado e vaporoso.
Con infinita grazia, e  dolce sorriso, lasciò scivolare l' indumento, e il tempo, in quell' istante, si fermò anch' esso ad ammirare lo splendore di quell' essere - in quel momento donna - urlato da quelle tette sode,  bislunghe, magnificate da capezzoli polposi,  e dall' incrocio gambe - foresto ma non giungloso - dove s' intravvedeva il rosastro colore di un fessurioso ingresso non completamente serrato.
Rimasi smarrito.
In effetti, guardando l' orologio appeso ad una parete, mi accorsi che si era fatto dannatamente tardi, e gli amici del Briscolone mi attendevano in serata per una partita a carte.
Di fronte alla basita Elisabetta, che si cingeva ad entrare, uscii scheggiando dalla vasca, e altrettanto rapidamente, m' infilai mutande, calzoni , maglioncino, scarpe.
"Scusa , devo scappare! " dissi trafelato.
Presi l' uscio, attraversai corridoi, stanze, saloni, discesi scale, balzai fuori dall' ingresso principale, montai in macchina, e sgommando su quel vialetto di sassi, ripresi la strada che mi avrebbe portato a Crema, e Capergnanica poi.
Mai scelta fu così felice.
Ho vinto la gara, e un maiale sorridente mi ricorderà a perenne memoria questo fantastico trionfo.

E' da  tempo che  chiedo al Presidente di pubblicare sul sito le fotografie del nostro ultimo calendario: ci sono un sacco di gai smaniosi di vedere le mie chiappe.
Be', nei giorni scorsi Umbe gli ha fatto una visita episcopale, e il nostro leader ha candidamente ammesso di essersi dimenticato di consegnare i file affinchè il mago potesse provvedere. In compenso lo ha fatto lavorare alla sistemazione di un aggeggio per il computer, il quale serve per agevolare la stesura del libro a cui sta lavorando.
Ha in testa solo quello.
Sarei più comprensivo se avesse perso la crapa per una donna che non è sua moglie ( nel caso servisse gli farei pure da palo) o per effetto della nascita di un nipotino reale ( figlio di suo figlio) o se il tomo riguardasse la storia del Briscolone.
Invece sta lavorando per il Moto Club.
Avesse almeno la moto...

Di rilievo pure l' assenza sul Blog.
Diamine, c' è stata una gara cartofila!
E poi si stupisce se ho rinunciato a cavalcare l' onda del Tur.
Progetto valido, ma difficile da rendere concreto, sia a livello pratico, sia per quello emotivo: l' Alpe d' Huez necessita di forze ed entusiasmi maggiori rispetto a quelli che circolano attualmente.
Tra neo e futuri papà, gente dedita al poker, soci sempre in viaggio, atleti dispersi, e come detto - un Presidente assente - occorre dimensionare le cose nelle giuste proporzioni.
Vorrà dire che manterremo in auge la solita Classifica Sociale, basata sull' estemporaneità delle occasioni in cui riusciremo a giocare a carte.

Per quanto fermo oppositore, occupo una corrente all' interno del gruppo: in nome dell'  unità divisa ( divisi ma uniti) non desidero essere cupio dissolvi.
Per cui mi farò carico di sopperire alle attuali deficienze. Il momento lo richiede.
Non è azione disinteressata: prima o poi ci saranno nuove elezioni presidenziali, o no?
Non mi pare che sia stato introdotto il regolamento pontificio.
Arriva la spallata democratica!
Che è cosa ben diversa dalla presunta spallata dei Democratici.

Giudico positivo il fatto di celebrare il vincitore delle singole sessioni, e mi fa piacere che l' organizzazione Principe abbia inserito il premio.
Lo dico  perchè è stata una mia idea, e sia perchè ho vinto io.
Ricordatelo quando andrete a votare.
Buona cosa pure l' allestimento sobrio della serata: carte in primo piano rispetto alle fette di salame ( però l' era bù! ).
Limitate pure le consumazioni alcoliche. Questo non ha tuttavia impedito un livello di gioco alterato. Pure la disposizione al tavolo dei giocatori è risultata problematica: quando i morti sono più di uno si va nel pallone. E purtroppo i partecipanti non hanno consentito la formazione del doppio banco.

Uscito dalla finestra, rientra nella porta il match disputato a casa Gerets nel mese di Gennaio.
Indovinate chi possiede i tabulati...
E qualcuno si è ricordato di ritirare quelli di Sabato sera?
Eh, se non ci pensassi io!
E così, dopo due prove, posso stipulare la nuova Classifica Sociale:  non sarà il Tur, tuttavia è sempre meglio che niente.
Chissà chi c' è in testa...
Pofferbacco, non me ne ero accorto... ci sono io!
O bella...
A voi:

Mister 20
Principe 18
Mino 15
Gerets 13
Umbe 12
Paol 10
Pile 8
Mendy 6
Ciubec 5
Curbà 3
Beppe 1
Gigi 1

Argota da dì ?

Umbe!
La vecchia classifica inizia a puzzare.
Soprattutto è la testa del pesce che appesta l' aria del sito.
Non è possibile archiviarla nell' umido?
Apriamo le finestre: che entri l' aria fresca della nuova.
O vogliamo dare l' impressione di un gruppo immoto?
Già quel " piano piano... "  ancora  piazzato in prima pagina  urta: è ancora riferito alla fase di costruzione.
Si può rimuovere, od occorre rifare tutto?
E ricorda al Presidente di consegnarti i file delle foto calendario.

Nel frattempo servo sul piatto i tabulati della nuova classifica.
E mi raccomando, non farmi lo scherzo di colorarmi nuovamente di marrone!
E visto che non siamo al Tur, mantieni pure il rosa per il primo.
E' un colore che mi dona.

Gara 1:
Gerets 12
Mister 10
Mino 10
Paol 9
Principe 7
Umbe 7
Ciubec 5
Mendy 5
Pile 3
Curbà 3
Gigi 1

Gara 2
Principe 11
Mister 10
Pile 5
Umbe 5
Mino 5
Gerets 1
Beppe 1
Paol 1
Mendy 1

Per il totale vedi commento precedente.
E correggi se ho cannato: in matematica sono scarso.

Ricordo il metodo attributivo dei punti secondo le nuove norme:
1° 10 punti
2° 8
3° 6
4° 4
5° 2

In caso di parità viene attribuito il punteggio intermedio. Es: primo posto a pari merito? Nove punti a testa.  

Un punto per la presenza.
Due punti per l' organizzatore.  

Ritirerò personalmente i punteggi e farò i calcoli delle attribuzioni: pubblicherò poi all' interno del Blog.
Ogni tre  gare, o più , o meno, a secondo della frequenza di gioco, caro Umbe, sarà tua cura aggiornarnare la classifica all' interno del sito.
Ma ora, vedi se riesci a pubblicare questa.
O vuoi che ti spezzi le reni??

Variazione: un punto in più a Beppe.
Non era citato nei tabulati di gara uno, ma era presente: insoccato sul divano.
Tuttavia non credo che questo cambiamento risulterà decisivo per la vittoria finale...

Umbe, ma hai messo della pubblicità sul blog?
Che roba l' è un riquadro bianco-giallo- nero comparso a destra del testo tra cui è visibile la scritta " mister- wong.com??
Non avrò pigliato un virus cinese?

mendy

Il toto fetus sarà chiuso in data 04/04/10 alla mezzanotte. A partire dal giorno successivo saranno pubblicati i sondaggi e gli exit pool.

Lo so Umbe, per te non è il massimo rientrare dal lavoro di programmatore e rimetterti al computer per sistemare il sito o rispondere alle domande  tecniche degli utenti.
Tuttavia, se credi in questra squadra, e ritieni che certe parole spese per  inneggiare il Briscolone non siano vuote, ma contengono sostanza, allora un poco di sacrificio rappresenta atto spendibile.

Una delle mie caratteristiche di quando giocavo a calcio era la duttilità: riuscivo a coprire con buoni risultati tutti i ruoli, dal portiere all' ala sinistra. E a fine carriera sono stato pure ottimo panchinaro: lo stile con cui mi siedevo era impeccabile.
Ma il mio ruolo naturale - e che mi divertiva di più - era il mediano di spinta: interdivo e mi proponevo in avanti, con, o senza palla.
Ma spesso, per esigenze di squadra, venivo dirottato altrove: in fascia riuscivo ancora ad aver una buona porzione di campo su cui lanciarmi e partecipare attivamente al gioco; più vincolato invece quando venivo impiegato come libero difensivo. Mi sentivo decisamente ingabbiato quando invece mi toccava fare lo stopper, marcando a  uomo il centravanti avversario.
Peccato che quando giocavamo a calcetto contro le donne utilizzavamo il modulo a zona.
Insomma, ero spesso sacrificato.
Pure in porta sono finito!
Però mi piaceva giocare a calcio, e seppure a malincuore, seguivo le indicazioni dell' allenatore. Vero che ho avuto pure tecnici socche: ancora oggi mi chiedo quale misterioso percorso li avesse portati in panchina. E non è che gliele mandavo a dire... tuttavia se mi mandavano a fare il terzino sinistro non è che poi attraversavo il campo i mi proponevo sull' altra fascia.
Eppure  ho visto giocatori della mia squadra farlo. Uno era andato pure sul lato opposto a battere un fallo laterale.
Da ciò si evince che nella mia carriera non ho frequentato squadre di altissimo livello;
a meno che porre allo stesso livello Milan, Inter, Juve con il ... S. Francesco!

Per cui caro Umbe, visto che sei poco portato a fare il fantasista del Blog, sacrificati almeno per un ruolo... tecnico. Oppure sposati ( sperimenteresti sul campo il senso sacrificale delle unioni) e contribuisci a mettere al mondo infanti: sarebbero più comprensibili deficienze.

Quelle che non si possono capire sono quelle di un uomo, che oltre a esser leader ( per cui maggiormente responsabilizzato), è pure in pensione: quantità industriale di tempo libero.
Nei commenti ha la stessa vitalità e frequenza dei rapporti sessuali di una coppia sposata da trent'anni, il cui massimo fulgore è andare a fare la spesa al centro commerciale.
E disquisire sui materassi : per il comfort del dormire, e  non per il molleggio del copulare.

Il tuo com'è Umbe: vengono bene i carpiati o spanci?

Ho intenzione di rivolgermi al Tar: chiederò d' invalidare alcune liste con cui sono stati presentati i pronostici del Toto Fetus.
Ho il sospetto che alcune persone siano a conoscenza dei risultati delle  ecografie, per cui possono basare le loro giocate con le proiezioni dei dati in possesso.
Il conflitto d' interessi tra ciò che è Briscolone, e certe amicizie intime che si sono strutturate, diventa sempre più evidente.
Perchè sabato sera il Mendy e Bela Paol si sono presentati insieme - ed in ritardo ?
Che cavolo ci facevano il Mendy e il Pile ad una vendita di materassi?
Perchè sul divano del salotto del Presidente, oltre ai peli del cane Dik, si ritrovano sempre le squame della pelle del Mendy?

Non mi è molto chiara la classifica; il primo match disputato a casa mia abbiamo fatto due tavoli e si sono disputate, solo per alcuni soci due partite, mi sembra di ricordare che io sono arrivato promo ad entrambe le gare.
Confermo la tua tesi riguardante il toto fetus, per alcuni soci è stato facile fare le previsioni, conoscendo l'esito delle ecografie e della previsione medica e facile avvicinarsi alla possibile realtà che sarà dopo la nascita.

Caro Gerets, per prendere un sacco di punti dovevi arrivare "primo"  ad entrambe le gare. Peccato che sei arrivato "promo": giusto il punteggio attribuito.
Comunque arrivato a quota 100 strafalcioni potrai vincere un premio: un buono spesa per una visita oculistica alla Sanitas.
L' impressione è che le lenti dei tuoi occhiali debbano essere cambiate.
Con quelle nuove, presumibilmente più potenti, vedrai più chiara anche la classifica.

Nel fallito progetto Tur, avevo previsto per la  seconda partita dei tiratarde l' attribuzione di tre punti: due al primo, uno al secondo. Questo per non penalizzare troppo i richiamati a casa.
Si potrebbe tenere in vita questa regola, ma visto che sabato sera ( Copacabana del nonno, casa Principe) si pesavano i pomi appena dopo la mezzanotte, non vorrei che questo rinseghimento rappresenti non più eccezione, ma fatto stabile.
Ed è vero che nella serata di Gennaio abbiamo avuto doppio tavolo ( ognuno valutato indipendentemente) e che poi si è svolta un' ulteriore sessione. Ma avendo già distribuito un sacco di punti, era stata valutata come partita partita amichevole.
Neppure possiedo il tabulato.

Come vedete, cari ragazzi, a differenza di un certo soggetto, rispondo - e presto - alle interrogazioni parlamentari.
Ricordatelo quando entrerete in cabina alle prossime elezioni Briscolone.
Sperando che non siano al tempo in cui Riccardo e Agata, diventati grandicelli, andranno a vivere la loro prima camporella.

Per quanto riguarda il Totofetus, caro Gerets, non fare il finto tonto: la potenza delle tue antenne ricettive è tale da pigliare pure Radio Marte ( sai sempre tutto di tutti), figurati se non intercetti Radio Quartiere Sabbioni.
E per quanto il Mendy sia ombrianese di residenza, è ancora sabbionese di fatto: e visto che ha applicato il consiglio di mogli e buoi ( dei paesi tuoi), rimane tuttora personaggio chiacchierato.
E poi lo sanno tutti che è tuo amico intimo.
Sicuro di non essere al corrente delle ecografie?
Nelle previsioni, sei rimasto altrettanto basso ( nel peso) e corto ( nell' altezza) come i principali sospettati.
Capisco che il Mendy non ha la statura da cestista, ma non è così secco da giustificare pronostici da peso piuma.

Ragazzi, presumo che dopo Pasqua l' auditel del Blog salirà: cerchiamo di non fare brutte figure.
Non vorrei ci scambiassero per un gruppo di bravi ragazzi.

Devo ammettere Mister che mettermi a programmare pure la sera mi pesa sempre di più con il passare del tempo. Nei fine settimana però non mi tiro indietro! Abbia pazienza fino a pasquetta. Ci scappa pure un'eliminazione di quel "piano piano..." che comincia ad irritare pure a me.

Gira e rigira, hai sempre ragione tu; i tabulati li hai presi tutti i due quella sera, se uno l'hai perso non è certo colpa di qualche altro socio.
Comunque sia mi adeguo e non mi spaventano pochi punti (sagnati).
Anche Ele non è certo giocatrice da palla canestro e nemmeno una da lancio del peso.

Bravo Gerets, adeguati, così mi piaci: oltre che "promo", anche prono.
Per quanto riguarda il secondo tabulato della serata Gennaio è già stata interpellata la redazione di " Chi l' ha visto". Nel caso lo segnalassero ( e se l' avesse trovato il Marsià transitando in viale Europa? ) - e decidesse di tornare a casa - potrei accogliere il tuo reclamo: ma al massimo - come da regolamento tiratarde - ti assegnerei al massimo due punti;  l' altro in palio andrebbe a me, arrivato secondo.
A sentire te sembra chissà che cosa: invece la montagna ha partorito un topolino.

In attesa di altro tipo di parto, confermo che molti pronostici sono decisamente inferiori ai valori medi del peso infanti alla nascita:  logico nutrire sospetti.
C' è stata probabilmente una fuga di notizie, e visto che il mio territorio è poco ricettivo di gommoni, mi sono basato sportivamente sulle statistiche.

Comunque non preoccuparti: anche se spesso ho ragione, o perlomeno argomento portando fatti e motivazioni a suffragio, sono ancora indietro di alcuni punti di percentuale rispetto al tuo consenso di Presidente. Lo dicono i sondaggi d' opinione.
Puoi avere anche guai con la giustizia, andare con le escort, fare gaffe internazionali, ma si sa,
l' amore vince sull' odio. E tu rappresenti uomo che sa farsi volere bene.
Anche mia mamma ti voterebbe.

Bene Umbe: è già tanto che leggi i miei scritti.
Non ci si può lamentare del lavoro che svolgi sul sito, e tutta la squadra ne beneficia. Da parte nostra commissioniamo lavori, ed è giusto lasciarti individuare i tempi più adeguati alle tue esigenze.
Ferie d' agosto, Natale, ponti vari, fine settimana liberi, rappresentano momenti di maggior respiro: e a quanto pare pure Pasqua lo sarà.
Comunque, se nell' uovo di cioccolato troverai una bella sorpresa, giocaci tranquillamente senza pensare a noi.
In ogni caso invia commento dettagliato; altrimenti penseremmo che come il Gerets - che si è venduto al Moto Club - ti sei apparentato con un altro tipo di tavolo da gioco: e che alle coppe e spade preferisci i fiori e  quadri.
E anzichè attentare a stomaco e viscere preferisci inquinarti i polmoni.

Statistiche blog 2010.
Post 8 (considerando l' ultimo del 2009, pubblicato il 31 Dicembre e sviluppato a Gennaio )

Mister 3
Gerets 2
Pile 1
Paol 1
Umbe 1

Commenti totali 527 ( media giornaliera 5,7 )
Giorni totali 92
Settimane 14

Segue analisi nel dettaglio: i numeri in parentesi indicano i dati delle precedenti statistiche, pubblicati nel post " Buon compleanno Blog", le quali tenevano in considerazione il primo anno di commenti.

Mister - Pasi: commenti 258;  percentuale 48,9% ( precedente 43,7% ); media commenti giornalieri 2,80 ( precedente 2,33); media settimanale 18,4 ( precedente 16,2 ).

Mendy  55; percentuale 10,4% ( 14,3%); media g. 0,59 ( 0,75); media s. 3,9 (5,3)

Gerets  44; percentuale 8,3% (18,8%); media g 0,47 ( 0,99); media s 3,1 ( 6,9 )

Curbà 42; percentuale 7,9% ( 1,9 ); media g 0,45 (0,06); media s 3,0 (0,4 )

Paol  38; percentuale 7,2% ( 5,3); media g 0,41 (0,28); media s 2,7 ( 2,0)

Principe 24 percentuale 4,5% ( 3,4%); media g 0,26 (0,18) ; media s 1,7 (1,2 )

Umbe: 20  percentuale 3,7% ( 2,8); media g 0,21( 0,14); media s 1,4 (1,0)

Pile 16; percentuale 3% ( 5,1%); media g  0,17 ( 0,27); media s 1,1 ( 1,9 )  

Beppe  14; percentuale 2,6% ( 1,7 %); media g 0,15% ( 0,09); media s  1,0 ( 0,6)

Massi Calamaro 8: percentuale 1,5% ; media giornaliera 0,08; media settimanale 0,5


pasi

Da una prima analisi delle statistiche emerge l' assenza del Zeo, valente narratore degli inizi  progressivamente scomparso.

Personalmente arrivo a sfiorare la soglia del 50% dei commenti sul totale, distaccando il Mendy - in seconda piazza - di oltre 200 vergature.
Patologico?
Tornando all' ingegnere è in leggero calo, e rispetto al passato, si nota un aumento esponenziale  dei commenti " sveltina" rispetto a scritti più marcati.

Debacle del Presidente, il quale ha praticamente dimezzato i risultati ottenuti in passato.
Sicuramente citerà in  difesa la rottura del computer, per un periodo di tempo inattivo. Ma  mi sono preparato un' analisi degli ultimi 56 giorni, con il tutto funzionante.
Sono 27 commenti, e facendo i calcoli, cambia poco o niente: siamo a 0,48 di media giornaliera, rispetto allo 0,99 del primo anno.

Continua a scendere pure il Pile, di cui balzano all' occhio i valori sempre in discesa dei tre quadrimestri precedenti presi in esame, mentre spicca il buon risultato del Curbà.
Guadagnano punti percentuale i soci Principe, Umbe, Beppe, Paol, anche se a quest' ultimo mancano i coraggiosi " suppostoni".
Imprevedibile Massi il  Calamaro.

Diversi i personaggi tarocco 2010 di cui è facile scoprire la provenienza.
Risapute solo ai più altre firme.
Vera la Canalis.

Buona pasqua ragazzi. E fate i bravi!

Buona Pasqua sarebbe trovare nell' uovo del blog una bella sorpresa: una grande fioccata di ficcanti commenti.
Per adesso accontentiamoci del fiocchetto ( statisticamente sveltina) di Bèla Paol, alle prese con la sua prima festa nelle vesti di papà.  

Sto facendo il bravo: oggi sono stato a pranzo dalla mamma, e adesso sono in questa sede a comunicare con gli amici. Ed è un grosso sacrificio: in questo momento, alla televisione, stanno trasmettendo " Rat Race", un film capolavoro, storicamente radicato nella storia Briscolone.
Una pellicola che ha lasciato profondi segni.
Un' altra opera immortale è sicuramente " Agata e la tempesta": ricordo che fu l' organizzazione Mendy a trascinar... scusate, a invitarci alla proiezione in un cinema d' essai di Lodi. La saletta era piccolissima, e lo schermo era grande quanto un televisore a trentadue pollici.
L' ingegnere fu talmente scosso dalla profondità dei contenuti artistici che a distanza di alcuni anni ha deciso di chiamare così la sua primogenita.
Frantumerà lampadine al suo passaggio come la protagonista?
Quest' ultima, all' epoca, anche a me frantumò qualcosa: e non erano lampadine.

Vista l' aria di questi tempi che tira sul blog, difficilmente la sorpresa Pasquale soddisferà i miei desideri. Ma oggigiorno sono più realista di quando ero bambino, dove la fantasia correva al giocattolino contenuto nell' uovo di cioccolato: bramavo a chissà che cosa - ed era quello il bello - ma nella stragrande maggioranza dei casi ottenevo solo delusioni. Per quanto il cacao solidificato, già da sè, doveva offrire soddisfazione ( per la bontà del suo gusto) in realtà fungeva da elemento secondario: tutta l' ansia e l' attenzione erano dedicate all' oggetto interno, ovvero la fantomatica " sorpresa".
E quando si scopriva che non era altro che un ciondoletto insignificante, una spilletta minimalista, una macchinina di plasticotto con ruote fisse - o nel peggiore dei casi - un anellino da femmina ( non sempre  le uova da bimba o da bimbo erano segnalate) tutta la poesia se ne andava a benedire.
L' unica consolazione era uscire dopopranzo nel cortile del Pilastrello, e scoprire che qualche amico avesse trovato chincaglieria peggiore. Confrontare il regalo rappresentava tradizione irrinunciabile: il più fortunato era guardato con invidia, mentre il compagno più sfigato si beccava i sollazzi del resto del gruppo. Soprattutto se aveva a che fare con un bracialettino da bimba fatto di perline di plastica colorate.
Se gli andava bene poteva scambiarlo con una ragazzina che aveva magari trovato una pistola in miniatura: in caso contrario avrebbe utilizzato quelle palline - una volta sfilate - per spararle con la cerbottana,  per utilizzarle come minibiglie, come piccoli palloni per giocare a calcio con le dita,  come palle da cannone nelle battaglie con i soldatini.
L' ingegno non mancava.

Accendo quotidianamente il computer, una o più volte.
Magari per giocare, correndo una gara di rally.
O per trafficare nei siti di soldatini cercando le novità in uscita, o in quelli di tennis per vedere i risultati dei campioni. O per informarmi sui tornei di pippe ai quali potrei iscrivermi.
Non amo particolarmente il porno: ma qualche giretto cliccando " donne nude" su di un qualsiasi motore di ricerca immagini capita a volte di farlo.
Sarebbe ingenuo aspettarsi solo scatti artistici eseguiti in studi fotografici: a volte rimango perplesso di quante casalinghe o studentesse si facciano immortalare - da chissà chi - in pose aperte nelle cucine di casa o all' interno di camerette dai cuscini rosa. E non si tratta di alzare simpaticamente la maglietta mostrando le tette.
Certo che se Umbe pubblicherà il nostro calendario sul sito pure le mie chiappe diverranno internaute. In questo contesto si può capire il carattere goliardico: ma se un ladro d' immagini rubasse lo scatto e lo pubblicasse in un sito di culattoni l' interpretazione cambierebbe.
Ma se lo beccassi,  reclamerei i diritti d' autore.
Quanto varrebbe il mio culo?
Secondo me, un salame e due cotechini riusciremmo a strapparli come risarcimento.
Vivande sufficienti per organizzare una serata cartofila.

Naturalmente, in cima alla lista dei siti preferiti, c' è il nostro: " Briscolone Club."
Entro soprattutto nel blog, e lo faccio con l' animo di un ragazzino eccitato dalla possibile sorpresa dell' uovo di Pasqua.
A volte non trovo nulla, se non i miei vecchi commenti che scorrono uno in fila dopo l' altro. Logico un briciolo di delusione.
Come quando uscivo nel cortile del Pilastrello, ma non trovavo nessun compagno di giochi.
Angelo e Maurizio erano più grandicelli, e avevano compiti scolastici più impegnativi; Pile frequentava una squola di Crema, con altri orari: e spesso aiutava i genitori al bar, o si dedicava allo studio del pianoforte ( ha imparato solo    Astro del ciel", che spesso tenta di spacciare per
" We are the world"... ) ;  il cugino Principe veniva a trovarmi saltuariamente; Dario passava le vacanze dalla nonna solo nel periodo estivo, mentre abitava a Milano durante il resto dell' anno. Fabio e Simone erano ancora troppo piccoli, e utili alla  bisboccia solo in situazioni di gruppo numeroso. Come nelle situazioni d' insieme  si viaggiava alla volta di Via Innocenzo da Berzo, dove ci s' incontrava con gli amici vicini, magari per una partita di pallone in mezzo ai prati, per sfidarci alle arrampicate sugli alberi, per battagliare con le cerbottane.
Maria Rosa, Elena, Antonella, fanciulle abitanti nella mia corte, spesso aiutavano la mamma nelle faccende domestiche, mentre le  visite dei parenti delle varie famiglie - che spesso portavano in dote ragazzini che si univano ai giochi, non è che capitassero tutti i giorni.

Tuttavia, riuscivo ugualmente a trovare risorse per il divertimento solitario: logicamente viaggiava per situazioni differenti - a volte simili - di quelle in cui mi confrontavo con uno, o più amici.
Compagni che, per differenza d' età, o sviluppo diverso, crescevano più in fretta: e le macchinine e i soldatini perdevano per loro, nel corso del tempo,  quell' interesse che io ancora rivolgevo ad esse.

Spesso mi pare di percepire questa situazione, o intravvedere un futuro prossimo dipanato in questo senso: il giocattolo Blog che esaurisce un determinato utilizzo.
Significativo pure il fatto che occupo quasi al cinquanta per cento questo spazio.
E se contassi le righe di testo?
Non ci sarebbe storia...
E se contassi le virgole??

Approfitto della bontà del nostro socio Mister per fare gli auguri di buona Pasqua a tutto il Briscolone Club.
A quest'ora penso che tutti abbiate finito di abbuffarvi, la pioggia avrà negato gite famigliari o con amici in posti ormai visti più volte, o la solita fiera della Palla Vicina: felicità solo dei bambini e disperazione dei genitori.
Ricordo quando avevo sette/otto anni ed era il giorno della fiera; la prima era quella di S. Maria della Croce; si aspettava quel giorno per due motivi: primo per riuscire a farsi comperare un gioco o un pezzo di torrone, secondo si potevano mettere i pantaloni corti.
Ma purtroppo prima di partire c'era una predica da subire da mia madre: andiamo alla fiera, ma però non devi chiedere nessun giocattolo, altrimenti stiamo a casa.
Naturalmente si acconsentiva rinunciando al giocattolo, ma quando ci si ritrova davanti a più bancarelle piene di giochi difficile non chiedere; la tentazione era forte, ma forte anche gli scappellotti di mio padre; si sa però che  la bontà delle mamme è infinita e dopo un bel pianto c'era la consolazione ed il giochino arrivava di sicuro.
Tempi diversi al giorno d'oggi, i bambini piangono perché i giochi che le bancarelle vendono non sono più di loro gradimento:  ne posseggono di meglio e troppo tanti.
Pure io ho aperto l’uovo di cioccolato sperando in una bella sorpresa, (ai miei tempi l’unico uovo che potevo rompere era quello di una gallina cotto e benedetto in chiesa il giorno prima), ma come la normalità degli eventi vuole, ho trovato una trottola di plastica che riusciva a ruotare solo per  pochi giri.

Mi chiedo, caro Gerets, se la trottola che hai trovato ( a proposito, come va il tuo trottolo? Si ferma anche lui dopo pochi giri? ) è dello stesso modello che circolava nelle uova di Pasqua degli anni settanta: plastica bianca, molte sbavature da fusione, tipo croce, alle estremità dei numeri. Quando si fermava poggiava su l' uno o l' altro, e il gioco consisteva nell' indovinare cosa sarebbe uscito.
Nulla in confronto ai progettisti degli ovetti kinder di nuova generazione, spesso con sorprese così complicate da montare da rendere disperati i padri: nemmeno i foglietti con le istruzioni - degni di uno studio di architettura - riescono spesso a rendere meno ingarbugliata l' efficiente realizzazione del meccanismo.
E in veste di "zio", ti confesso che ho passato molte feste di Natale con i sudori freddi, cercando di assemblare giocattoli complicatissimi quanto fragili: e alla fine avanzava sempre qualche pezzo.
Insomma, nonne e zie regalavano ai nipoti  l' ultimo modello di robot che si trasforma in macchina e poi in motoscafo e va pure sulla luna sfornando pizze: e con la scusa che sono " bravo", nel dopopranzo mi beccavo l' appalto.
Bravo un cavolo.
Dopo qualche saracca, tiravo fuori la paletta da ping pong o il pallone, l' arco con le frecce o la fattoria con gli animali... e ci si divertiva lo stesso. Scuola anni settanta.
Del resto, dai nipoti, alla Play station prendo scoppole paurose: logico portarli sui miei terreni preferiti.

Ai vecchi tempi, oltre le fiere,  c' era un' altro luogo dove con una caregnata strategica, o un implorante faccino da bravo bambino che prometteva di fare il buono nei giorni sucessivi, si poteva strappare un giocattolino da poche lire: il mercato coperto di Crema.
Oltre al banco degli zuccherini, c'era un altra postazione che affascinava noi ragazzi: quella dei balocchi. Ed è incredibile come dopo tanti anni resti ancora nella stessa piazzola: nel primo settore, lato strada Stalloni, appena dopo i banchi della frutta. Ovviamente sono cambiati i gestori, oltre che i gingilli esposti.
Ricordo le macchinine in metallo, i  trenini di latta colorata azionati a molla, le bolle di sapone, i blister con i classici sei soldatini. E rammento quelle estati in cui erano di moda le "click clack", due palline in plastica dura collegate ad una cordicella: con rapido movimento di polso le si faceva rimbalzare l' una contro l' altra - prima sopra e poi sotto - possibilmente con più velocità possibile. Spesso si perdeva l' assetto, e queste andavano a cozzare dolorosamente  contro le mani, con grandi risate dell' amico di turno che si stava sfidando al record di durata.
E noi ragazzi favoleggiavamo su presunte notizie che arrivavano dalla Cina, dove sembrava che i giovinetti locali le facessero rimpallare consecutimamente per ore e ore. All' epoca non esisteva you tube: eppure, a volte circolavano - non si sa come - incredibili e strane notizie che colpivano la fantasia.
La ruota gira; e le  generazioni, succedono l' una all' altra.

Agnello, pranzo, parenti, uovo di cioccolato, fiere, gite fuoriporta, maledizioni contro il tempo...
ma ricordo, sin dai tempi delle elementari, durante il periodo imminente le più importanti celebrazioni cristiane, si svolgevano temi scolastici in cui non mancavano riferimenti rivolti ad un diffuso smarrimento dei veri significati e valori di quelle feste.
Sarebbe come per noi festeggiare S. Zaccheo, dimenticando chi fosse, e perchè mai salì su di una pianta, che non era " una" pianta , ma bensì un Sicomoro. E perchè mai quel passo del Vangelo risulta così significativo per la nostra storia.
Augurare " buona Pasqua " all' interno del nostro blog, penso significhi " ragazzi, buona fortuna: spero non vi venga il cagotto dopo tutto quel cioccolato ingoiato "... è un augurio a passare una bella giornata, sereni con sè stessi e con la propria famiglia.
Non mi posso lamentare di come è andata, e ringrazio i soci portatori di questo messaggio.

Da un altro punto di vista la Pasqua è passare oltre ( Pesach ), è risurrezione dalla morte alla vita di Gesù Cristo, è passaggio a vita nuova per i cristiani. Ma visto che mi sto addentrando in un terreno irto - soprattutto per la natura di queste pagine - torno con i piedi per terra ( evitando tra l' altro possibili sollevazioni religiose ) e più in linea con il soggetto sconsacrato quale sono, invito il Presidente a non illudersi sul fatto che sono " passato" a posizioni più  buone.
Ma anche da cattivo avrei detto che il suo ultimo commento è ficcante e ben strutturato.
A parte la fiera della "Palla Vicina": indipendentemente dall' esatta definizione, non suonava meglio   "Pallavicina?"
Con tutti i battutisti del blog, è meglio non rischiare doppi sensi.
Ma in ultima analisi è stata una bella sorpresa: meglio di una trottola poco trottolante.

Dante

Ormai è Pasquetta.
Mi sono attardato a leggere le pagine del blog ed il tempo è corso via in un lampo.
Vi confesso che il blog è un modo di partecipare alle riunioni, alle partite a tutto ciò che succede intorno al B.C. senza essere realmente presenti.
Leggerlo è sentirsi parte del Briscolone Club.
In questi giorni dopo aver lavorato come un dannato perchè tutti volevano avere le cose a posto per Pasqua, alle ore 13 del Venerdì Santo appena chiuso l'ufficio è cominciata la mia via crucis: raffreddore, mal di gola, brividi...
Praticamente quando già pregustavo tre giorni di vacanza per dedicarmi ai miei lavori (animali ed orto) o ai miei divertimenti (arco) ecco che mi è venuta la febbre (forse influenza) che mi ha rotto le uova nel paniere.
Ho tirato troppo la corda al mio fisico e le 11-12 ore di lavoro a ritmi forsennati non le reggo più,come lo stress e le nottate di lavoro.
Ora, ma sigh, solo ora ripenso che forse qualche ora è meglio dedicarla agli amici, a svagarsi, a non pensare solo al lavoro.
Quindi a presto.

Dante

Sono proprio andato in quanto quello che volevo scrivere nella commento precedente erano gli auguri di Pasqua fatti a pasquetta.
BUONA PASQUA A TUTTI.
A proposito per la Chiesa siamo ancora in periodo pasquale.

Dante

Nella S.Messa Pasquale delle ore 18.00 a Castelleone i chierichetti indossavano l'abito talare rosso con la cotta bianca ricamata (quella che si usa nelle occasioni particolari) che abbiamo utilizzato noi nella celebrazione del matrimonio briscoloniano in occasione del matrimonio del Mendy.
Propongo al Mister un tema narrativo al riguardo magari parlando a nome degli abiti utilizzati e su tutto ciò che può succedere in canonica ed anche fuori.
Ne potrebbe uscire un best-seller.
Personalmente quegli abiti mi hanno fatto venire in mente il Briscolone ed il fatto che da un pò di tempo non aprivo il Blog.
Detto ...Fatto!!!

Mendy

TOTO FETUS CHIUSO!

Gli exit pool danno Agata nascente il 12 Aprile alla mattina (ora non disponibile, gli appuntamenti all'ospedale sono puntuali come il Curbà alle riunioni), con taglio cesareo causa posizione podalica. Quindi sulla data mi sembra che non ci abbia azzeccato nessuno, così vengono smentiti i presunti papocchi o papelli di cui il Pasi sospetta.

La lunghezza non viene rilevata dai sondaggi, mentre il peso potrebbe aggirarsi poco sotto ai 3 kg!

E se all'ultimo momento si scopre un pisello mai analizzato nelle ecografie?
L'importante è che non sia ominosessuale!

Mendy

CONVOCASSIONE! CONVOCASSIONE!!

Per il 12 aprile viene ufficialmente convocato la seconda tappa del Tùr:

EVENTO: Coppa DòCIA DAY
LUOGO: casa del MENDY
ORARIO: 21.30 circa


Alle 21.30 inizieranno le abluzioni al ritmo di una ogni 5 minuti, a seguire partita a carte. Potranno partecipare alla Còpa i soli soci purificati e scrostati, i reticenti saranno confinati sul balcone.
Il Partito della Dòcia vince sempre sul Partito dei Vunciù!

Capisco che il lunedì sera non è la serata migliore ma anche l'8 marso era lunedì, speriamo che l'esito della manifestassione non sia lo stesso.

Preparate la ròba e che la Dòcia sia con voi!!!

Oggi, dopo 4 ore intense di lavoro, ho quasi finito la pagina delle partite/classifiche del briscolone.
La pagina che avete visto fino ad oggi (e vedrete ancora qualche giorno) è sempre stata per me direi una schifezza... Non è possibile che ogni volta che aggiorno la classifica mi ci vuole un quarto d'ora!! Sapevo che era un lavoraccio renderla, come diciano noi programmatori, "dinamica" e quindi sono sempre stato restio. Oggi mi sono messo di buona volonta!
Non è ancora collegata perchè manca la classifica che penso pubblicherò nei prox week end. Comunque la potete già vedere qui:
www.briscoloneclub.it/PartiteNew.aspx

Noterete che l'ho girata. Le partite ora scorrono in verticale. Questo perchè secondo la logica del web le informazioni che possono incrementarsi si consultano dall'alto al basso (come per esempio questo blog).

Come sempre i suggerimenti sono bene accolti!

Mendy, lunedì non ci sono...mi dispiace... Ho già promesso ad un'amica di portarla alla palestra dove vado io per mostrarle un corso che le interessa molto.

Presente alla convocazione di lunedì 12 aprile, e auguri alla futura mamma Ele; al futuro papà gli auguri potrò farglieli di persona la sera della convocazione.
Umbe se si tratta di una bella gnocca tutto è concesso, non ti preoccupare: è meglio un corso di.... con una bella gnocca che una (docià) con il Briscolone.
Ricordati che ogni lasciata è sempre persa.

Caro Umbe, temo ti sei perso qualche pezzo, e che hai lavorato inutilmente: abbiamo iniziato un campionato nuovo!
Il titolo di campione sociale 2009 è stato assegnato da tempo. Addirittura, per creare adrenalina si era dato punteggio doppio nell' ultima sessione, giocata prima delle celebrazioni del ventennale di Novembre.
Era fatto assodato.

In questo periodo trattava di pubblicare la nuova classifica 2010, segno di rinnovamento, con le gare uno e due del nuovo corso, così come le avevo trascritte. Gara uno di casa Gerets a Gennaio, gara due a casa Principe di Marzo. Avevo già fatto pure le somme, presentandola come " la nuova classifica". E vantandomi  di essere in testa al punteggio ( vedi commenti relativi).
Per cui andavano elaborati solo due quadratini, e a seguire, o a parte, il totale, affinchè un lettore possa capire  alla prima occhiata le posizioni.
E gara tre sarà quella di casa Mendy, dove sarai assente perchè devi mostrare un coso , scusa, un coRso ( con la erre) ad una tua amica.
Mi dispiace, ma ho l' impressione che hai sgobbato per il Briscolone più di quanto fosse necessario. E strano che il Presidente, anzichè slecchinare future mamme, non abbia scritto  alcunchè a riguardo nel suo ultimo commento.

Caro Umbe, come la mettiamo con la logica dinamica del web se il mandante del lavoro e il programmatore ( due umani ) non riescono a capirsi?

Cavolo Mendy, la prossima volta che mandi in libera uscita i girini, vedi di spararli belli dritti: guarda che pasticcio hai combinato.
Ci toccherà invalidare il Totofetus. Non pare una situazione ligia al regolamento.  
Comunque non ti preoccupare; nel Briscolone ci sono un sacco di soci esperti in tagli ( sia di salame, sia di altro...) : nel caso in ospedale non ci sia posto, Lunedì 12  faremo noi un bel cesareo.
Peccato non ci sia Umbe: visto come ha girato la classifica, sarebbe uno scherzo per lui far carpiare la bimba in giusta direzione. Ma temo avrebbe difficoltà a staccare il cordone ombelicale.

Avrei una richiesta da fare: per velocizzare i tempi della dòcia, non si potrebbe farla due a due?
Posso anche scegliere il compagno di abluzione?
Potrebbe essere un momento ideale per appianare le divergenze con il Presidente.
Gli potrei prestare  un ottimo sapone profumato che possiedo: è un pò scivoloso... ma pazienza se gli cadrà nel piatto doccia.
Come si piega lui nel raccatto, non c'è nessuno.

Mendy

caro Pasi,
nella Dòcia è tutto (o quasi) concesso...pure l'abluzione di coppia per rinsaldare amcizie e spirito di gruppo. Per i più sofisticati previsto anche il tris (volgarmente detto sandwich) o poker.

Per il 12 devo solo confermare l'orario ...21.30 per ora è indicativo, sub iudice in funzione dell'andamento della giornata!

Parola d'ordine al citofono: Go la ròba e fo la dòcia dal Mendy

In effetti, caro Dante, commenti a macchia di leopardo: granarole di scritti alternate a lunghe pause.
Metodo Curbà?
Comunque, a livello statistico, le tue medie si sono decisamente alzate rispetto al primo anno: questo bisogna riconoscerlo.
Come bisogna riconoscere una certa ricerca  dei contenuti narrativi.
Interessante pure l' accostamento tra il sacro e il profano determinato dal differente uso degli abiti talari;  in questo filone si può benissimo inserire la vicenda Briscoloniana di S. Zaccheo, estrapolato dal Vangelo in maniera non del tutto teologicamente ortodossa.
E che dire dell' elaborazione del nostro Presepe?
Ma Gesù era abituato alla tavolate con gli Apostoli:  penso non abbia nulla in contrario alle nostre riunioni.
Al limite è suo padre, personaggio della vecchia guardia, che potrebbe essere contrariato ad un utilizzo disinvolto di certi temi e situazioni.
Per il momento, comunque, non ci ha mandato ancora il flagello delle cavallette.
Teme che gliele mangiamo fritte?
E in sincerità, non siamo al corrente se sta trattando con il nostro leader: magari lo sta convincendo a costruire un arca con la quale presentarsi al dòcia day.
Ci pende sul capo una rottura di condutture e relativo allagamento della casa dell' ingegnere?
Quali soci saranno deputati a entrare in barca con il Gerets?
E se una volta fatta addormentare Agata nella culla l' affidassimo all' Alchina, sarebbe un gesto sacrificale apprezzato nell' alto dei cieli?
Speriamo bene.

Avevo il sospetto che si ripartisse da capo. Mi sono fatto prendere dall'entusiasmo del nuovo giocattolo così ho fatto un mischiotto. Comunque poco male il mio nuovo sistema va più che bene anche in questo caso.
Presto si vedranno i risultati.
Buona dòcia a tutti!

Dante

Si può fare la doccia dopo le 22:15 (ora presunta del mio arrivo?). Sono occupato fino alle 22:00 con un corso (non un COSO) a Castelleone quindi datemi il tempo per arrivare. Intanto la doccia potete farla voi...a me come ultimo docciato toccherà il lavoro di ramazza...pazienza...l'importante è partecipare e anche un pò ruggire.
Ciao a tutti per il 12 aprile.  

Dante

Grazie Mister per avermi dato la paternità di un metodo di presenza nel Blog. Senza saperlo, nel nostro piccolo, potrei diventare famoso come, nel suo grande, un tale di nome Renato Cesarini, alcuni post sopra nominato.
Se poi il metodo è buono o cattivo saranno i posteri a deciderlo come per il già citato Cesarini nel senso che la squadra che segna al 90° è contenta ma quella che si prende il gol probabilmente non tanto (e senz'altro qualche vituperio al sig. Cesarini lo manda).
Quindi lancio un sondaggio:
A prescindere che un socio briscoloniano dovrebbe leggere e scrivere regolarmente sul blog, preferite il socio briscoloniano che:
A) legge e scrive sul blog a macchia di leopardo (stile Dante)
B) legge e non scrive
C) non legge e non scrive.
D questo sondaggio non ce ne frega un fico secco.
E battutina stile Frassica

Good Night

Mendy

La dòcia vale anche dopo le 22.15.
L'importante è che non sia associata al rilascio del cavedano perchè qui, come insegna il Marsià, sono cose personali...

Ancora vivo nella mia mente è il racconto  leggendario dello sciacquone di casa Mapèl che scroscia nel buio....e oplallà, the fish has been released!!!

Dante

Ringrazio il padrone di casa e spero che il cavedano vada a guizzare in altre acque.
Comunque la storia dello sciaquone di casa Mapel che scroscia nel buio non l'ho mai sentita; mi auguro che qualcuno mi colmi questa lacuna che a sentire il Mendy oltre ad essere leggendaria si aggrappa tenacemente al ricordo degli uditori.
Intanto che si parla del lupo (il Map) vi porto i suoi saluti (Pasquetta in quel di Olgiate).
Cord cding

Dante

Caro Mendy
siamo a -5 anzi a quest'ora già a -4 dal fatidico giorno (come passa presto il tempo).
Un pò di ansia ci sarà ma noto come viene ben mascherata e nascosta dall'organizzazione della serata Docia Day.
Serata che non si scorderà mai in quanto ricorrerà la nascita di Agata.
Ai compleanni della bimba (ricordo la tripla A di AgAtA) probabilmente lo spegnimento delle candeline della torta verrà aiutato da qualche goccetto d'acqua che calerà casualmente ed improvvisamente dall'alto appunto a ricordare il fatidico DòCIA DAY.
Ci mettiamo anche un tocco di  sacro: acqua come il battesimo e la fatidica Dòcia potrebbe essere anche una conferma allo spirito goliardico briscoloniano.
Adess lascio la parola al Mister che fra un pò si attaccherà al computer se non è di turno e comincerà a mazzolare a destra e a sinistra.
Cord dcing

Dante

Dimenticavo di fare gli auguri ad Eleonora che probabilmente in questo momento ne ha più bisogno del Mendy.
Ricordo che solo 15 mesi fa quando sono venuti a trovarmi in ospedale con Paol e Cinzia erano belli e tranquilli e per loro l'ospedale significava solo l'occasione di andare a trovare  gli amici moribondi.
In un lampo (i quindici mesi) si ritrovano a pensare all'ospedale come l'inizio di una nuova vita (sia la loro che quella di Agata) e a pensarci bene la vita è cambiata per tutte e due le coppie che mi sono venute a far visita.
Non ditelo in giro altrimenti se il mio stare in corsia porta ad una così alta prolificità il Centro di Aiuto alla Vita mi manda in ospedale un mese si e un mese no.
Stop
Fine delle sparate.
Cord dcing

Meglio non pormi interrogativi sul significato del saluto finale " cord dcing ".
Potrebbe essere citazione coltissima ( alla quale il mio sapere non arriva)...
oppure una di quelle cag-battutine di cui esiste una scuola di nicchia ( anche Agata con tre A rappresenta fulgido esempio) della quale non sono uno dei massimi estimatori.
Comunque, il rischio che risponda scurrilmente, rimane alto.

Periodo di macchia per il Curbà ( in senso leopardiano.L' animale, non il poeta ). Piazza legna sul blog: questo fatto è sempre apprezzabile. L'indice di gradimento sul personaggio, o sugli scritti che produce, è altra cosa.
Più che un sondaggio generico, sarebbe bello organizzare una sorta di grande Fratello Briscoloniano, come se fossimo reclusi in una casa: nomination, eliminazioni, finalisti, vincitore.
Ovvero individuare il socio più apprezzato.
Bisognerebbe studiare adeguata formula organizzativa.
Ma ora la carne sul fuoco è altra: il dòcia day, con tutto il seguito collaterale - e di ulteriori incognite che gravitano sulla manifestazione.
Una in particolare: ok, vietato il rilascio di cavedani. Ma nel caso scappassero semplici alborelle?

Bene: mago Umbe sembra soggiacere ai benefici effetti di un ' anima femminile.
Quella del coso, ops, coRso?
Così, anzichè strapparsi i capelli, pare ugualmente soddisfatto, e riesce a interpretare allegramente  come bicchiere mezzo pieno il suo lavoro sul Blog.
E comunque, l' irritevole " piano piano" è sparito!

Approfittiamo del momento favorevole: altre opere da commissionagli?

presente al Dòcia Day o meglio Dòcia Night visto che mi sembra di capire si farà tardi con l'umidità..

L'idea del rilascio proibito del cavedano potrebbe essere rivista se, chi volesse farlo, si presentasse con apposita rete per la cattura?

mendy

La cattura del cavedano vale solo con la mutanda rigorosamente bianca (prima della cattura) e la riga indelebile rimarrà a futura memoria della preda accalappiata!

Qualcuno si candida per la Dòcia a 2?
Se sì vale anche per il Catturacavedano...uno spara, l'altro cattura!! E per i più grossi c'è sempre il capiente fosso sotto casa... Se qualcuno è un Prematuro e molto spesso caga duro...c'è sempre il lacio del giavellotto!!

principe

Presente al DOCIA DAY BY NIGHT.
Ma il bagnoschiuma VIDAL ce l'hai?
X il cavedano ATTENZIONE ,potrei bere a casa un bel BICCHIERONE DI LATTE FRESCO INTERO e propagare x tutta la casa un branco di avanotti dopo sono cassi vostri a prenderli!
SE VEDEMO
MENDY FA AL BRAO AN SALA PARTO LASA STA'LE INFERMIERE

Ho fatto accurate ricerche.
Storia dei popoli.
Moderni, medioevali, antichi, preistorici.
Usi, costumi, tradizioni: ma non ho trovato nulla che associ l' evento del parto
( nascita) all' organizzazione  del padre dell' infante di un dòcia day con inflessioni ittiche.
Trattasi di rito sconosciuto.
Alcuni valenti studiosi evoluzionisti affermano che ci troviamo di fronte ad un anello mancante, che di fatto sancisce l' inizio del declino dell' uomo sapiens verso la recrudescenza di una nuova tipologia umanoide con gerarchie maschiliste e tribali.
Altri scienziati danno meno peso al fatto:  semplicemente si ricollgano alle teorie di una nota saggista, che nel libro " Ho sposato un deficiente" riassume le caratteristiche di alcuni
  individui dotati di un impulso psico - patologico fuori norma.
Sarà un caso che quest' opera era presente tra i regali matrimoniali ricevuti dalla  consorte del Mendy?

Concordo per l' utilizzo del maschio e vigoroso bagnoschiuma Vidal, quello classico nella boccetta verde che sa di pino silvestre appena munto.
Tuttavia il suo ph è un pò aggressivo per le parti intime: suggerisco di associarlo ad un prodotto più delicato per l' esclusivo insaponamento  cannico-zebedeiolale.
Naturalmente si raccomanda un detergente poco unto e vischioso, onde evitare durante lo sfregamento repentini afflussi di sangue  alla parte coinvolta, con possibili tentazioni degenerative
  (vedi pippe) poco in linea con il rito abluo- purificatorio.
Consapevole di essere soggetto particolarmente sensibile all' acqua calda, mi candido per una abluzione in tandem. Propongo che come compagno di dòcia mi venga assegnato il Presidente  , affinchè la visione della sua nudità possa essere castrante e diseccitativa: o al limite, se proprio la banderuola mi s' innalzasse per la tangente ( e pulsasse )  trovare porto in cui trovare riparo
- e non dispersione -   a ciò che divide il peccato solitario dal giusto utilizzo di coppia.
Invito inoltre il nostro leader a presentarsi con la calcolatrice per effettuare i conteggi dell' "oh, Gino Krauss! " onde evitare possibili gravidanze difficili da sostenere in una comunità non del tutto preparata a simili avvenimenti.
O è già in menopausa?

Andropausa,non ho ancora cambiato sesso.

Non sei di mio gradimento per la dòcia night; con la la pelle di daino che mi ritrovo preferirei fare la dòcia da singol, non vorrei risvegliarla dal lungo letargo,la primavera potrebbe riservare delle piacevoli sorprese.  

Immaginate il papà Mendy che cambia pannolini e si culla la piccola Agata per farla addormentare.
Che linguaggio adotterà quando in piena notte si sveglierà pingendo?
Ho visto all'opera il papà Bèla Paol, un vero professionista.

Eh si, i bambini che si svegliano in piena notte " pingendo " rappresentano  un vero problema.
Se spingessero, piangessero, dipingessero, qualche soluzione la si troverebbe.
Ma quando pingono non si sa mai che cavolo fare.

Forza Gerets, ci sei quasi: al centesimo strafalcione vinci un buono spesa per l' acquisto di un  paio di occhiali!
E pensare che sta scrivendo un libro...

Questa è la vera zona Cesarini.
Immagino un Mendy teso.
E visto che non fuma, prepara la dòcia.
Rilassa.
Certo che dovrà asciugare bene il parquet...
il territorio, ormai, non è più di sua unica competenza.
Saremo topi che ballano.

mendy

Tensione sotto controllo, così come quando c'era da marcare Cremonesi, Germani o Vaccario...questa volta il goal è lì a due passi dalla riga di porta, basta spingere....

Unico neo: sembra che Il Presidente si neghi alla dòcia collettiva...la pelle di daino va bene per asciugare! E poi la dòcia è monoposto, in due ci si sta solo incastrati. Può optare per un singolo ma la ròba è rito propiziatorio e l'abluzione necessaria per portarlo a termine.

Il Presidente scelga: o purificato dalla dòcia o unto da un signore....l'olio lo porto io!!!
Chi cerca il signore??

Mendy

Vidal non era disponibile...ripiegato su Pino Silvestre!

Bene Mendy, vedo che hai trovato un signore: Pino Silvestre.
Toccherà lui ungere il Presidente.
Certo che il signor Vidal mi suonava più simpatico.

Doccia monoposto?
Be', se le misure di riferimento sono tua moglie  incinta, e tu con-cinta, è ovvio che non ci state in due!
E temo che una volta tornata standard la consorte, se non completerai il ciclo calouomo, dovrai continuare a rinunciare a certi giochini a due sotto l' acqua.
A meno che salire sopra il tetto quando piove.
Si bruscia un po' sui coppi, ma  basta poggiare sull' antenna televisiva.
Sperando che un fulmine non la centri.

Io e il Gerets siamo affusolati: in doccia ci staremo benissimo.
Oppure si può smontare la cabina  e rendere il rito davvero collettivo.
D' accordo, bagneremo tutto in giro: ma visto che viene decantata una pelle di daino, what's the problem?
Pare che sia ancora meglio del Mocio Vileda.
Il manico lo metto io.

mendy

Purtroppo il "box" è in muratura e le modifiche sarebbero troppo invasive ...meglio aumentare la capacità della cabina occupando tutti i "buchi" disponibili.

Ma per valutare eventuali schemi attendo la conferma de Il Presidente e la sua adesione...se è adesivo Lui è fatta!

Si potrebbe chiamare un giudice del Guinnes dei primati, e cercare di stabilire il record di presenza in cabina dòcia. Studiando bene gli incastri penso sia un obiettivo alla nostra portata. E se tutto andasse bene, si potrebbe ripetere l' esperimento al relativo programma di Canale 5 condotto da Paola Perego.
Si potrebbe anche invitarla nel mucchio selvaggio.
Ma tutte queste brillanti idee andrebbero suffragate da una Presidenza attiva,  mentre il nostro leader è distratto da altro.
E non possiamo dimenticare che vietò la dòcia nella famosa riunione di Gennaio a casa sua.
Al posto del Pino Silvestre, per inschiumarsi, gli darei una boccetta di Svelto.
E per le parti intime  Vernel in granuli.
Tendono a risalire gli orifizi, ma la pelle ultrasensibile delle zone delicate resterà bella ammorbidita.

Annotazione.
Invito i Marinoni di turno a portare una macchina fotografica, e il Mendy a procurarsi un quotidiano del giorno Lunedì 12 Aprile.
Tra qualche anno la bambina non vorrà credere alle parole di sua madre: che il papà, il giorno della sua nascita, organizzò un dòcia day.
Avremo le prove!

Io posso portare martello e scalpello per abbattere il muro della doccia, anzi ho anche una mazza nel caso che il muro fosse troppo resistente ad un semplice martello.
Per asciugare l'eventuale acqua possiamo usare anche le vostre pelle di Daino, saranno pure contente di servire ancora ad una giusta causa, chissà da quanto tempo sono inoperose; quella del Mendy poi dovrà rimanere in clausura ancora per molto tempo.

Caro Gerets, le tue statistiche settimanali ( o mensili?? ) dei rapporti sessuali ricalcano quelle di una coppia di pensionati: presupporre che gli altri soci del Briscolone ( nettamente più giovani e produttivi) risultino lungamente inoperosi rappresenta una forzatura che non ha ragione di essere.
In mancanza di prove certe occorre basarsi sui dati relativi a ogni determinato segmento, i quali indicano che un soggetto tra i 40 anni e 48 ( fascia età della maggior parte dei soci) single o coniugato, non se la passi poi così male.
Ovviamente migliori sono anche le prestazioni relative al tempo di recupero e alla durezza.
Se fossi un carpentiere, e abbisognassi di un attrezzo per abbattere la cabina dòcia in muratura, non sceglierei di certo la mazza più vecchia: opterei per un arnese più giovane, ancora  temprato, e con il manico bello sodo.
Il tuo utensile lascialo pure a casa: non vorrei arrivasse un agente dell' ispettorato del lavoro, e verificato l' uso di uno strumento obsoleto, non più a norma, ci multasse.

Per quanto riguarda l' ingegnere, i ginecologi del nuovo secolo non sono poi così restrittivi riguardo al sesso in gravidanza. Non siamo più ai tuoi tempi, quando si pensava ancora che il fetus rischiasse di essere infilzato. O che alcune posizioni ( con pancia non impedente) fossero peccato.
E poi andiamo, vuoi che dei giovani e focosi sposini non siano in grado di aggirare l' ostacolo?
Detto questo, non metterei la mano sul fuoco: magari è stato messo davvero a clausura, per cui non sceglierei di certo il Mendy come vicino di doccia.
Anche perchè, il ripristino del terreno di gioco ufficiale, non sarà così immediato.
Non vorrei approfittasse per fare qualche tiretto negli spazi disponibili: per quanto non omologati dall' Uefa, c'è sempre il rischio - vista l' astinenza - che li scambi per il Maracanà.

Per andare sul sicuro, bisognerebbe chiedegli di portare un certificato firmato dalla consorte ( o da chi ne fa le veci) con relativa data dell' ultimo svuotamento ( senza entrare nei particolari).
In questo modo ci si potrebbe regolare.

P.S : Gerets, saresti in grado di portarci una tua carta bollata con data di quest' anno??
Senza taroccarla!

Come già scritto un' altra volta ( ma sapete com'è, non tutto viene letto) si narra che i girini del Gerets dimorano così tanto tempo nelle gonadi che quando schizzano fuori si sono già trasformati in rane.

Non fu così per un animaletto del Mendy, che per dispetto, o per missione premeditata ( non è dato da sapere, saran carpazi loro ) alcuni mesi fa, trovò bacello su cui germogliare.
Pare che il frutto sia maturo.
Domani l' ingegnere metterà sul fuoco una pentola d' acqua a bollire, e resterà in fremente attesa del primo vagito.
Alcuni tifosi andranno direttamente allo stadio. Altri si collegheranno via telefonica. Non mancherà chi si attaccherà alle frequenze di Radio Quartiere.
Da parte mia resterò legato alle notizie ufficiali del Blog.

Dopo tutte le puttanate narrate in questi giorni sarebbe una caduta di stile scrivere qualcosa di sensato per l' occasione: per cui non mi resta che chiudere il collegamento.
E salutando gli eroici girini che nel corso del tempo hanno contribuito alla nascita dei figli del Briscolone ( un saluto a tutti i papà soci) proclamo un minuto di silenzio in memoria di tutti gli spermatozoi caduti in battaglia: da quelli che più si sono avvicinati alla meta, fermati dalle asperità del territorio - o dalle mine antiuomo - a coloro proiettati con vigore ma catturati in una rete di gomma - o paracadutati fuori zona - passando per i più poveretti, usciti speranzosi, ma scaricati da una pippa dentro un cesso.

Che le note di una tromba accompagnino questo momento: silente di parole,  ricco di pensieri.

Mendy

Poichè il totofetus è stato anomalo, causa programmazione del taglio cesareo che toglie un pò di suspance...lancio il TOTODEFECATIO!

Quando l'infante farà la prima cacca, giorno e ora. Escluso dalle statistiche per ovvi motivi il peso. Durata del concorso: OGGI. Così potremo premiare chi si collega al bloB con frequenza!

Torno serio: a più tardi, con buone notizie e con ...la ròba!!!!!

grande giorno per il ns Socio Mendy... di quelli che segnano il cambiamento epocale!

Ovviamente tutta la solidarietà del caso (con la esse) e un arrivederci a questa sera quando daremo il benvenuto alla nuova cucciola a ns modo.

Non mi esprimo ancora riguardo al TITODEFECATIO perchè, in linea con la posizione del Mister, attendo notizie ufficiali dal Blog non essendo avvezzo ad utilizzare altre vie di comunicazione!

viva la vita!

certo che se fosse TUTODEFECATIO significherebbe una totale liberazione... nel senso che non rimane più nulla dentro!

Credo sia opportuno da parte del Mendy specificare se vale anche la prima... manifestazione intestinale dell'infante o, come si diceva ai tempi di gioventù, la prima non conta perchè finisce subito!

adesso debbo andare e non ci sono ancora aggiornamenti.. rimarrò con il dubbio per tutto il pomeriggio!

allora provo a dire che se facessimo il TATTODEFECATIO sarebbe la vera sublimazione del nostro essere briscoloniani!

veramente un discorso di merda!

Secondo me è già troppo tardi...

Per chi non ha altre possibilità di sapere è nata Agata, tutto è andato per il meglio, sia alla mamma, per la piccola binba che al nostro socio papà molto ansioso di cambiare il suo primo pannolino.

Per il TOTODEFECATIO non essendo valida la prima appena nata, potrà succedere dopo 2 ore dalla nascita.

Confermo l'ora delle 21,30 per il ritrovo di questa sera a casa Mendy, potremo conoscere il risultato del TOTODEFECATIO e i primi approcci alla nuova vita di papà del nostro ometto.
Pochi sono i giorni che lo separano da una normale tranquillità, potremo finalmente vedere scritto sul blog suoi commenti in orari poco usuali per lui, anzi potrà commentare in diretta con il Mister.

Tanto che c' eri, caro Mendy, potevi lanciare anche il Totomenarca...
Curiosità: di che colore è la prima cacca ??

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading