Briscolone Club

Commenti (105) -

pasi

Per quanto la matassa del filo saldatura sia lunga, ogni tanto va cambiata.
Nuovo post.
E visto i temi ancora vivi, non sembra il caso di sterzare verso la consistenza differente dell' elettrodo. Giunterò adeguatamente riassumendo i fatti, e per rendere ancora più sfumato il passaggio, incollerò l' ultimo commento della  pagina precedente.
Procediamo:
Dimissioni Presidente Gerets.
Vittoria di Umbe alla gara di tiro con l' arco: conseguente nomina a Caronte, presidente traghettatore temporaneo.
Battesimo Agata, figlia del Mendy.
Foratura Paol.

pasi

Incollo ultimo commento post precedente.

Caro Paol, non c'era bisogno di autoprovocarti un ernia per risollevare le sorti di un blog in mia assenza asfittico: domenica notte sarei tornato a casa e avrei rimesso aria ossigenata. Ovviamente maledendovi per fiaccaggine diffusa: stavo assistendo impotente all' ingiallire delle piante in salotto, al miagolare disperato del gatto affamato, al pesce rosso boccheggiante sulla superficie dell' acquario.
E che puzza di stantio!
Possibile che nessuno abbia pensato ad aprire la finestra di un post nuovo?
Per non parlare di quei soci che partono per le vacanze senza passare a salutare.
E che dire delle foto di Caronte passate nell' indifferenza generale? Unico accenno da parte del Mendy.

Sono così lontano dal mondo reale che pensavo che la notizia di un trippa day fosse vera: un evento di questo genere in pieno Luglio è perfettamente rispondente alla demenzialità del nostro gruppo.
Stavo già preparando lodi sperticate per questa idea geniale! Certo non riuscivo a capire perchè avessi affidato la comunicazione ad un comunicato di servizio edito dal nostro ex Presidente; e mi chiedevo se il " BriColone Club " ( ! ) fosse una nuova associazione fondata dagli scontenti e fuoriusciti del nostro gruppo.
Invece a tentare una fuga ( troppi stress del passato? ) è una parte del corpo più o meno nobile a seconda della dislocazione.
Ottimo Paol ! Ne beneficeranno pure i flussi: non mancheranno i curiosi che si collegheranno al sito per seguire eventuali indiscrezioni sulla degenza.

Spero mi scuserai ( e con te tutti i soci) per questa evasione dall' astinenza ( causa scommessa persa) ma non volevo mancare - una volta capacitato dell' effettiva foratura di un compagno - di portare la mia solidarietà fraterna ( ah ah ) per un evento sfortunato.
Come da tuo prospetto invio richiesta particolare: quando ti sarai rimesso in forma potresti organizzare un " Ossobuco day " ( sfrutto l' onda emotiva...), ovvero una serata tematica con l' argomento " buco " in tute le sue forme e realtà: dal bus del gnao fino al buco dell' ozono, passando per il buco della serratura fino a quello della caramella menta. Oltre a dibattiti e discussioni ( ed elezione del buco più bello nel mondo) ogni socio dovrà portare un oggetto avente questa determinata caratteristica, il tutto allietato naturalmente dalla carne ossobucata che sarà tua cura cucinare.
Firmi?
Certo qualche notaio potrebbe obiettare sulla piena capacità di volere ed intendere...

In bocca all' House.  

pasi

Una nota pornostar olandese, nell' occasione dei mondiali di calcio, ha dichiarato che se gli orange avessero vinto la coppa avrebbe praticato sesso orale a tutti gli iscritti del suo gruppo Twitter ( una specie di Facebook).
Nell' arco di poche ore questi sono passati da cinquemila a ventimila.
Ma la realtà cremasca è più limitata e provinciale: è impossibile trovare zoccoli e zoccole in vetrine adiacenti.
Per cui non ci resta che ringraziare l' eroe Paol, che pur di risollevare il Blog - e aumentare i flussi auditel - non ha esitato a immolarsi per la causa.
Naturalmente scegliendo altre strade.
Per il nostro bacino d' utenza è un bel colpo: un socio ben inserito e conosciuto in parrocchia fa sempre notizia quando necessita di ricovero ospedaliero. Tuttavia oggi ero a pranzo da mia mamma: non mi ha detto niente a proposito. Probabilmente il fatto non è ancora decollato nelle trasmissioni radio tv locali.
Certo che il Gerets è sempre in prima linea per le esclusive del gossip: vedremo se quando capiterà lui di forare ( copertoni e camere d' aria hanno già lavorato molto) sarà altrettanto in grado di fare lo spiritoso.
Comunque è un buon segno: si sta risollevando dal torpore 2010?
Domenica scorsa, in chiesa, faceva compassione stretto nella camicina azzurra. Ma se era tutto un brulicare di colori rosa? Se proprio desiderava essere un timorato di Dio poteva almeno allacciare gli ultimi bottoni: quei peli grigio - marrone topo che spuntavano dal petto incutevano senso.
Ovviamente non quello erotico.  

pasi

Caro Umbe, armato di santa pazienza ( conosci la l e n t e z z a della mia connessione) ho visto le fotografie alle quali ci hai indirizzato ( post precedente, commento del 13 Luglio).
Se fossi un tuo amico di Facebook me la caverei con la brillante uscita del Mendy per un caso simile: ha definito le fotografie suggestive. ( ?! )
Ma siamo nel blog del Briscolone: non possiamo cavarcela con frasi di circostanza. Soprattutto da parte mia.
Premetto che non possiedo conoscenze tecniche ( luce, colori, diaframma ecc. ) per cui il giudizio è soggettivo. Lo stesso giudizio che non mi permetterebbe di appendere in salotto un quadro di arte moderna psicadelica esaltato dagli esperti ma che a me personalmente fa cagare. Piuttosto inchiodo un acquarello acquistato al Mercatone raffigurante un bel paesaggio.
Veniamo alla critica dei tuoi 49 scatti.
L' impressione generale è che ho assistito ad un cartone animato di Haidi... ma senza mai vedere inquadrata la protagonista! Insomma: prati, baite, fiori fiori fiori, monti, cieli, fiori fiori fiori
( forse troppi? )... ma i soggetti umani? Tu stesso compari una sola volta: tra l' altro in compagnia di un tale che sembra un quasi pensionato impiegato di banca montagnino della domenica. Imbarazzanti pure le racchette impugnate in quella distesa di prati verdi. Siamo ai livelli di Fantozzi e Filini.
Capisco se ti fossi immortalato accanto ad un tipo montagnamente fascinoso come Mauro Corona... ma quel tizio dove l' hai pescato?
Indefinibili pure altri minuscoli soggetti umani che compaiono dispersi nel panorama.
Certo, il servizio fotografico non è male... ma gli manca un apice, un tocco magico, un intuizione: magari un animale che sbuca dall' erba, un calabrone che svolazza intorno ad un fiore, un volto di donna che compare oltre il crinale della collina, un Umbe che si arrampica sull' albero per portare un pezzo di pane ad uno scoiattolo, una fanciulla distesa sul plaid che lancia un sorriso , un fulmine che colpisce in pieno un escursionista.

Scorrendo a lumaca le foto, ho atteso invano un qualcosa che mi facesse sobbalzare dalla seggiola. Voto 6,5.

pasi

Caro Umbe, magari il Mendy , come promesso, ha spedito il link delle foto alla sua cugina ciàpàda.
Era presente al battesimo: sicuramente la ricordi.
Può darsi che lei abbia apprezzato tutti quei fiori; e di conseguenza, l' animo sensibile e poetico di chi stava dietro agli scatti.
D' accordo, non sembravi tanto entusiasta quando te l' abbiamo fatta notare.
Come darti torto? Quella giovane ( ma non giovanissima) pulzella dava l' impressione di avere i brufoli pure sulla filiberta.
E pure come vivacità non ha impressionato: se ne è stata immota tutto il tempo seduta su di una seggiola poggiata al muro, tanto che a un certo punto non la si distingueva più dall' intonaco. Ma ci si può lavorare sopra: i margini ci sono. E poi queste fanciulle da correggere e formare, proprio per via di queste caratteristiche, possiedono un loro fascino spirituale- erotico: il sangue delle vergini ha sempre infiammato notevoli schiere di ammiratori.
O preferisci lupe navigate?
Mi dirai che non si può valutare una persona da poche occhiate: ma se è vero che spesso ci si azzecca, è vero anche che la superficialità di certe impressioni - oltre che aspetto divertente - è spesso sale per il nostro gruppo. Che barba che noia che barba che noia se dovessimo parlare - scrivere - pensare col freno a mano tirato inseguendo il " politicamente corretto".
Diamo credito alla valutazione precedente.
Se poi al primo appuntamento ti ficcherà la lingua in bocca e la mano nei pantaloni, be', va considerata la sempre presente percentuale d' errore: seppur minima, può sempre uscire dalle probabilità statistiche.
Importante è l' essere preparati al piano B.

pasi

Piano B anche per Paol.
Peccato: i letti dell' ospedale di Crema sono dotati di monitor - tv comprensivi di connessione internet.
Avrebbe potuto seguire in diretta gli aggiornamenti del Blog.
Ma forse sono meglio i reparti vecchia maniera, dove erano le infermiere di notte ad accendere la fantasia.
E la relativa lontananza favorirà la privacy.
Vantaggi e svantaggi dell' era moderna.

Caro Pasi qui però un giallo ci sta!
Le scommesse sono scommesse e tu hai anticipato il ritorno. Eh no, così non si fa. E visto che sei uno dei candidati nel nostro autunno caldo ... beh, ci devo pensare dove mettere la mia "ics".
Per il resto confermo l'intervento per mercoledì mattina alle 7.30 presso l'ospedale di S. Angelo Lodigiano.
A presto.
Speriamo.

Pasi,

non so dove hai letto il mio commento sulle foto "suggestive" ... stai sbarellando come il Geres?

pasi

Come sto sbarellando??
Ho citato a memoria, come da commento, un caso simile: mi riferivo ad un precedente link inviato da Umbe riguardo fotografie scattate durante una ciaspolata.
Sono andato a controllare: 30 Gennaio 2010.
Il giorno dopo, caro Mendy, nel valutare gli scatti, hai vergato la definizione che mi era rimasta impressa: " suggestive ".
E' un po' come dire ad una ragazza che è simpatica.

Per quanto riguarda il rientro anticipato, è vero: ho scritto un commento ( uno solo) nel periodo interdetto, mentre il nuovo  post è uscito a tempo debito.
Se ho sgarrato è perchè ho ritenuto più importante in quel momento portare solidarietà ad un compagno vittima di una foratura.
Pazienza se perderò voti.
Tanto basterà il mio: più che " uno" dei candidati per l' autunno, sono allo stato attuale l' unico pretendente al titolo.
Comunque se vorrete sanzionarmi sono disposto a ripetere la settimana di astinenza.
Basta non mi fate morire il pesce rosso.

In bocca al lupo per il nostro socio: statisticamente la sala operatoria è un luogo più sicuro rispetto  ad un tragitto stradale che porta al posto di lavoro. Persino farsi la doccia in casa risulta più pericoloso.
A differire è l' impatto psicologico.
Frequentare ospedali è già dura quando lo si fa in veste di visitatori: essere ricoverati amplia il disagio.
Diciamo che mercoledì alle 7.30, sul carroponte della Sipre, non avrò invidia di chi in quel momento sta viaggiando sopra una lettiga.
Al massimo maledirò i soci partiti per le vacanze ( grazie per essere passati a salutare sul blog...), oppure quelli che da tempo incassano la pensione ( grazie per animare continuamente queste pagine...).

Ma caro Paol, dopo tutte le tasse che ti hanno estorto dalla busta paga negli anni di lavoro, ti opereranno con un bisturi d' oro?

pasi

Figas al tramonto?
Dopo i diverticoli Danteschi, le allergie Principali, gli erniosi Bèlanti, le diffuse sindromi emmorroidali, penso che nei programma elettorale del nuovo Presidente non debba mancare una riforma alimentare.
Bisognerà guardare in prospettiva.
Si poterebbe fare come al Milan: una volta cessata l' attività di Franco Baresi, in suo onore hanno ritirato la maglia numero 4.
Addio aglio olio peperoncino alla massima potenza.
Della nostra pasta cult ricorderemo lo sdridore del palato, il martellare della lingua, il fiammare della gola, il divampare dello stomaco, il lacrimare delle orbite.
Onore e gloria!
Entrino in tavola le insalate.  

pasi

Tripleta in arrivo!
Dopo la conquista del titolo di Presidente, dovrei  aggiudicarmi le altre due coppe 2010: miglior personaggio Briscolone, migliore verga di Blog.
Per quanto non esalti simpatie , dal punto di vista razionale tutto parla a mio favore.
Difficile trovare argomentazioni per scipparmi questi premi.
Ma sono perplesso: non amo vincere facile.
Quello che manca è un valido antagonista: è nella rivalità che si è chiamati a dare il meglio di sè.
Il Gerets, anzichè essere un Bartali o un Coppi, è letteralmente scoppiato sotto la pressione mediatica.
Ora pedala anonimo nel centro del gruppo.
Nemmeno sembra più uomo da Tour de France: la sua dimensione sembra essere la coppa Bernocchi.
E gli altri?
Be', a sprazzi alternati c'è sempre qualcuno che mette la testa fuori dal gruppo e produce accelerazioni, ma nessuno può vantare la mia costanza di rendimento in testa della corsa.
E' quasi un uno contro tutti.
Al momento attuale posso solo temere cadute accidentali, forature, salti di catena... eventi imprevedibili invalidanti e minanti la predisposizione verso il Club. Diversa cosa che mollare per stanchezza psicofisica, o per il venire meno della fiamma ardente.
Un domani potrò essere Uomo diverso: ma oggi sono ragazzo da tripleta.
Al termine della stagione potrei anche mollare tutto, e nel 2011 trasferirmi al Real Madrid.
Naturalmente mi porterò dietro Umbe.

Uno contro tutti?

Una volta si parlava di 5 contro 1....5 era la mano e 1 era il Membro.
Sicuro che sia l'analogia giusta?

Quest'hanno è stata davvero difficile. Non mi decidevo: li non mi piace, qui costa troppo, questi sono sbattimenti.... Anche se non convinto al 100% ho deciso! Si va in Islanda!

Bèlla Umbe!!

Gira l'Islanda che slarga la mùdanda!!!!

pasi

Anche per me quest' anno ( anno senza l' acca... Umbe! Umbe!! )  è stata una scelta difficile: piscina al Faro di Pianengo, o quella comunale di Vaiano?
Ma poi ho deciso: acquisterò una piscinetta gonfiabile, e non avendo nè giardino, nè garage, la monterò in salotto!

Bèlla Pasi!!

Gira il salotto e schiaffa un pippotto!!!!

Turista che si fa da sè....

Caro mister, sabato ho ritentato il tiro con l'arco. Grazie ad un collega sono entrato nel campo di tiro ed ho provato il suo arco scuola (penso si chiami così) e devo dire che mi è andata bene anche stavolta: 2 gialli di fila e un blu! Ho solo notato che il mio braccio non regge molto. I primi tiri sono tutti ottimi ma la fatica arriva presto e dopo un po' le frecce cominciano ad andare dalla parte sbagliata...

Paol, domani è il tuo giorno. In bocca al lupo!

Occhio alle triplette Mister, non hai più l'età per sopportare certi sforzi fisici.
A volte anche il bastone si rammollisce e potresti fare una figuraccia.
Forse ci siamo, altro che scalare montagne e fare centinaia di fotografie.
Sicuramente i paesaggi lo meritano pure le foto sono molto belle, ma di femmine non se ne vedono.
Ed ecco che Umbe ha trovato un nuovo sport, il tiro con l'arco e forse qualche donzella sui campi di gara si possono anche incontrare.
Forza Umbe.

pasi

D' accordo Gerets, ascolterò i tuoi consigli: li ascolto sempre se vengono suggeriti da un esperto in materia.
E in fatto di bastone rammolito come non si può dare credito alla tua esperienza?
Comunque ti vedo in leggera ripresa: con un cambio di gravatar ( alùra? decides! ) e una presenza più stabile sul Blog, potresti riguadagnare stima e fiducia da parte dei compagni.
Non ho ancora perso la speranza di vederti tra gli antagonisti alla corsa Presidenziale.
Erigiti!

pasi

Vedi Umbe, il braccio con cui si regge l' arco è il sinistro: solitamente rappresenta l' arto meno performante. Logico che un atleta neofita ne risenta. La pratica costante di questo sport dovrebbe alzare il tono muscolare: in ogni caso bisognerebbe integrare con sedute di palestra rinforzanti.
Ma come spiegava il maestro d' armi Curbà, c' è un metodo per rendere l' attrezzo più stabile e meno pesante: occorre sostenerlo non con le cinque dita, ma facendo appoggiare l' impugnatura nell' incavo tra il pollice e l' indice.
E' un sistema buono anche per fare altre cose...
Nel momento in cui si tende la corda, per un effetto fisico, la pressione esercitata farà si che l' arco s' impunti reggendosi con meno sforzo, riducendo inoltre il classico tremolio. Questo dovrebbe garantire un maggior numerò di volèè con frecce indirizzate alla parte centrale del bersaglio.
Parola di tennista.

pasi

Caro Umbe, non credo che i campi di gara arcieristici brulichino di gnocche: non è sport famoso per questo.
E che dire - in questo senso - della terra scelta per le vacanze?
Pare che il titolo di miss Islanda 2010 sia stato vinto da una foca ( non fica...) che lavorava in un villaggio turistico dell' estremo nord.
Tra fiordi, vulcani, ghiacciai, geyser ecc. vedremo se sarai in grado di fornirci un reportage fotografico contemplante una fauna locale che possa smentire perplessità.
Ad ogni modo, in qualità di single, sarebbe banalotto trascorrere vacanze culturali (? ) in Brasile o a Cuba...
decisamente più intrigante l' avventurosa scelta operata.
Certo, il rischio di prendere un pacco è molto alto... ma di questo sembri consapevole.
Diciamo anche che il successo di una vacanza è dato anche dalle persone con cui la si svolge: estremizzando, forse è meglio trascorrerla con gente incantevole in posti di merda, che neppure passarla  con gente di merda in luoghi incantevoli.
Ovviamente esistono molteplici serie d' incastri e possibililà.
Buona fortuna!

pasi

Stamattina alle 7.30, prevista ora x, ho pensato al nostro socio erniato.
Devo ammettere che ho avuto qualche sgrizzolino di pancia.
Notizie drammatiche non sono giunte: dovrebbe essere andato tutto bene.
Ora rimangono i disagi post operatori.
Ma in breve tempo il giovane papà ( nel senso che è diventato padre da poco...) potrà reggere di nuovo in braccio il piccolo.
Sperando no scalci.
L' ultima volta che l' ho visto mulinava a tutto spiano le gambette come fosse  sprinter di razza: incocciare la ferita - seppur con teneri piedini - non dovrebbe essere il massimo per chi rammendato è.
A proposito Umbe, non fare i soliti pasticci: i punti di sutura non vanno immessi nella  classifica Briscolone.
D' accordo, è immota da tempo... ma non farti prendere da iniziative esulanti il tuo ruolo di Caronte.
Per adesso stai andando abbastanza bene: sembri pure reggere la pressione mediatica.
A proposito: è vero che la cugina ciapàda del Mendy si è iscritta ( per puro caso ) al tuo gruppo vacanza?

Vivo!
Ragazzi anche questa è andata.
Vi assicuro che avere un telo verde davanti agli occhi e sapere che tre spanne più in là stanno trabascando nella tua bassa-pancia confabulando cose che non capisci è un'esperienza "strana".
Oggi va già un pò meglio e a parte un mega-baligordone riesco a deambulare egregiamente.
Per rassicurare il nostro candidato presidente posso, nel caso ce ne fosse la necessità, consigliare a tutti l'ospedale da me frequentato: struttura piccola, personale affabile, cure mirate e soprattutto monitor con connessione per ogni letto!
A proposito di letto il mio mi chiama. Per oggi può bastare così.
Viva le ernie scroto-inguinali.

pasi

Spero che il mio intestino non si esalti dalla possibilità di frequentare una struttura ospedaliera affidabile e dotata di connessione internet: che il crasso resti al suo posto!
Tra l' altro i telefilm americani di stampo ospedaliero ( per fortuna in declino... ma quante repliche! ) mi scatenano l' ansia, non tanto per il sangue e le budella, ma per l' idea che il nostro corpo rappresenta una macchina fragile ed esposta. Mi viene da pensare che un giorno potrei essere vittima di questa o quella malattia, o che un mio arto finisca maciullato da un evento imprevedibile.
Tièè!
Ad ogni modo spero vivamente nell' anestesia totale.
Magari ci metterei più tempo a deambulare, ma l' idea di vivere in diretta una mia operazione non mi entusiasma. Soprattutto se i i medici si mettessero a farmi battutine d' incoraggiamento, o se nel ravanare si mettessero d' accordo tra di loro su di una partita di tennis da disputarsi nel pomeriggio.
E cosa c' è di più spaventoso del linguaggio tecnico chirurgico?
Non sai mai se è uno scherzetto, se sei grave, se stai tirando le cuoia.
Comunque il nostro Pablo è vivo: e i Tre denari brillano.
Niente male scrivere un commento il giorno dopo un intervento chirurgico!
Ma durante, per passare il tempo e distrarsi, non è che viene concesso di navigare su internet?
Per il momento è meglio farlo da questa cameretta: e non far molto caso a tutti i doloretti che ogni tanto compaiono da vari e imprevedibili parti del corpo.
Occorre pensare che siano passeggeri.

In ultima analisi:  fantastico  che il blog Briscolone abbia l' esclusiva di questo evento. Supereremo l' auditel di Radio Quartiere!
Squillate telefoni, correte voci, ma l' uomo erniato è in diretta con noi.
Ciucciatevi il calzino.

Anche questa è andata: auguri per una veloce guarigione, le vacanze sono vicine.
L'intervento per l'ernia inquinale l'ho avuta nel lontano 1987 mese di dicembre.
In quegli anni le tecniche erano diverse, mi hanno addormentato talmente bene che mi sono risvegliato il giorno successivo: come il Mister preferirebbe.
L'unica grossa differenza che al risveglio sentivo uno strano peso appoggiato sulla ferita.
In un primo momento mi sono spaventato, ma poi dopo aver palpato poco più sotto ho capito che tutto era regolare ed il sacchetto serviva per tenere premuto la zona malata.
Anche il periodo di degenza ospedaliera era molto più lungo, ben otto giorni mi sono fatto e non c'era uno schermo a mia disposizione.
Bei tempi erano quelli anche perché avevo 27 anni in meno, ma però non c’era il Briscolone.

Mi correggo ernia inguinale. scusate, era tempo che non combinavo strafalcioni, quasi ne sentivo la mancanza.

pasi

Peccato non aver acceso prima il computer: mi sarei buttato come un ratto sul formaggio sull' ernia "inquinale".
Le tulipanate ( a proposito: che fine ha fatto il fiore nero?? ) del Gerets sono spesso opere d' arte.
Però mente: pochi giorni fa, il 16 Luglio ore 21,27, scrisse un bel " BriColone" ( lo feci anche notare: già scordato? ), al quale aggiunse poche righe dopo un classico " via CaPuccini" con una sola P.
Strafalcione è pure affermare " era tempo che non combinavo strafalcioni".

Speriamo che adesso non si lanci la moda che ognuno racconti i propri interventi chirurgici: sa tanto di pensionati riuniti alla fonte del Cucù.
E vince chi la spara più grossa.
Qualcuno è in grado di battere un'ernia inguinale?

pasi

Può darsi che il Tulipano sia fuggita dopo aver ricevuto un mio cazziatone: si era permessa di fare dello spirito su di una presunta cannata grammaticale del Principe.
O forse è uno spirito troppo intellettuale per seguire le nostre vicende.
Ma se desidera tornare a prendere qualche legnata è ospite gradita: una buona parola non la si nega a nessuno.
Evaporata pure la Paccagnocca.
Vale lo stesso discorso.
Affilo i bastoni?

pasi

Caro Gerets, a proposito di strafalcioni: per quanto in matematica sono scarsissimo, non mi tornano i conti. Se siamo nell' anno 2010, e l' operazione all' ernia è stata nel 1987, come facevi ad avere 27 anni in meno?
A me risulta 23.
Forse ti sei tradito?
In realtà sei più anziano di quanto ci hai fatto sempre credere! Questo spiegherebbe molte cose. In effetti come under 60 lasci molto a desiderare... ma come over sei pressapoco in linea con il target.
O forse non ti sei mai svegliato bene da quella famosa anestesia totale??
Comunque sei fortunato ad avere incontrato amici giovani e simpatici come noi:  da anni contribuiamo a mantenerti in vita qualche residuo di fiammella fisica e spirituale.
E mai un ringraziamento!
Se pensavi di estinguere il tuo fuoco con le dimissioni Presidenziali hai fatto male i  conti: il Grande Randello veglierà su di te.

pasi

Comunque caro ex, se non è tua intenzione essere affettuosamente accudito, puoi sempre porre fine a questo andazzo dichiarando di essere esentato dalle nomination.
Se me lo chiedi espressamente - in modo chiaro e netto - toglierò il tuo nome (e derivazioni) dal mio citare.
Altrimenti continuerò a decidere personalmente momenti di attacco o di tregua.
Questa norma naturalmente vale per tutti.
Ovviamente chi la richiede è una gran pippa.

pasi

Paol, hai parlato di " personale" affidabile, ma non hai ben specificato: vuoi dire che le infermiere ti accudiscono bene?
Guarda che sbirciagli la scollatura mentre si piegano a fare la medicazione è peccato.

"sbirciaRgli" Mister, se no non c'è peccato!

Grazie della correzione, qualche anno in meno mi fanno comodo.
L’ho sempre dichiarato di essere stato fortunato per aver conosciuto il gruppo del Briscolone, non solo per l’età più giovane che avete, ma per altre motivazioni molto più significative.

pasi

Bene!
Finalmente qualcuno che mi fa notare imperfezioni grammaticali.
Spesso sono subdole, difficili da cogliere... ( non sempre mi si legge, talvolta lo si fa distrattamente) ma ci sono, si che ci sono.
Certo che non ho il talento del Gerets: in questo è un vero artista. Da una parola normale strafalciona un capolavoro, e questo entra a far parte del nostro vocabolario.
Cito a memoria il "Blob", la maggioranza  "assula", il "sicio" , il "Bricolone"  ... e pure l' ernia
"inquinale" rappresenta un capolavoro.
Siamo di fronte ad un grande maestro creativo.
"Sbirciagli" impallidisce di fronte a questi fulgidi esemi: si fa notare più che altro perchè commesso da chi usa spesso e volentieri l'arma  tulipanata del dileggio.
Impallinare le mie chiappe aumenta il gusto.
Era meglio se avessero praticato a Paol l' anestesia totale: possibile che sia già così sveglio e attento?
Comunque, sbirciagolando, non abbiamo ancora capito come fossero le tette delle infermiere.

pasi

Nell' 87 il Gerets aveva l' infermiera personale: ma probabilmente gli aveva già esaminato le bocce tamente tante volte da non rappresentare più particolari effervescenze per il  pallino.
Le tette della vicina sono sempre più verdi.
E una scollatura generosa chiede solo di essere sbirciata.
Naturalmente serve occhio disinvolto, che si posa con classe e si leva con eleganza: restare immobili a fissare, e nel frattempo farsi pure una pippa, non è davvero  caso.

Noto che l' ex Presidente spende parole d' elogio al nostro gruppo: forse si aspetta che qualcuno di noi dica: " anche noi caro Gerets siamo stati fortunati ad incontrare un uomo come te".
Ma non sarò certo io a scriverlo.

E non per infierire oltre ma io avevo descritto il personale dell'ospedale da me frequentato come "affabile" e non "affidabile" come l'aspirante ha riportato. Ma ci può stare.
Volevo invece sottoporre ai soci, sici, simpatizzanti e chi più ne ha più ne metta un grosso problema post-operatorio che sto attualmente vivendo e che non pensavo potesse turbare le mie giornate in maniera così tangibile: la ricrescita dei peli nella zona interessata. Avete consigli in merito? Forse il socio Geres (a proposito; anche noi siamo contenti di averti incontrato sulla nostra strada) che ha sperimentato la stassa mia sorte ha qualche metodo da propormi...
Viva gli stongioni in ricrescita!

pasi

Viva, se mi crescessero in testa!
Invertendo le parti, accetterei il fastidioso prurito. Pare sia determinato da una velocità molto superiore della ricrescita.
Non ho esperienza in merito: nessun stato di necessità, nessuna voglia di sperimentare nuovi look.
Pare che la depilazione in loco al maschile abbia i suoi estimatori. Sembra che lo strumento in zona risulti più affidabile ( affidabile) all' uso, e renda più affabili ( affabili) le persone che lo devono maneggiare.
Sarà...
Un conoscente non finissimo dice che un uccello senza penne non può volare...
ma è ancora più crudo quando si riferisce al mondo femminile: afferma che è meglio sputare qualche pelo che nemmeno leccare la carta vetrata del 400.
De gustibus.
Probabilmente le donne ne sanno di più in materia. Soprattutto in questa stagione, dove nessuna vuole rischiare lo spuntare di pelazzi dal costume da bagno.
Abbiamo lettrici?
Ma se per loro è naturale parlare di queste cose rimanendo nell' argomento specifico, noi maschi ( non tutti) abbiamo sempre la tendenza a debordare nel pecoreccio.
Probabilmente risponderebbero volentieri a Paol se non fossi  io ( il monello Mendy è assente da qualche giorno) a tendere prevedibili agguati.
Non resta che sperare nell esperiensa ( con la s ...) del Gerets.

p.s. ma è vero che pelato sembra più lungo??
Potrei farci qualche pensierino...

Mendy

Ma chi è che ha sperimentato la STASSA sorte di Paol?

In realtà il pelo che esce dal costume non è sempre da disprezzare, dipende sempre da chi c'è attaccato dietro. Il prato rigoglioso avrà pure le sue controindicazioni ma un pò di profumo di sottobosco rustico e ruspante ha sempre il suo perchè....la patacca un pò muschiata non la butterei via.  Altra cosa sono i tronchi sulle gambe.....

pasi

E ti pareva che non finissimo nel classico: meglio liscia, gassata, o ... Ferrarelle?
E' proprio un ... FILO CONTINUO!

pasi

Mendy: " po' " è la forma tronca di " poco "; quindi ci vuole il segno dell' apostrofo. Non l' accento.
Pò, pò pò pò pò pò pò è il testo della canzone famosa ai mondiali 2006.
E non mi sembrava che facesse " la - patacca - un pò pò pò, la  - patacca -  un pò pò  pò - muschia - ta!

Quando la lotta si fa dura...

Visto che la lotta è sempre più dura, propongo per sabato sera 31 luglio inizio ferie estive, un ritrovo per chi non è ancora partito o da poco ritornato dalla vacanza, una serata in pizzeria aperta a tutti i soci, mogli, bambini, cugine, amiche.
Per motivi di prenotazione è preferibile dare l'adesione attraverso il nostro solito strumento di comunicazione.  

Eccomi di ritorno dopo un breve periodo da stagionatura dolomitica

Innanzi tutto mi associo (e assicio) al calore dimostrato dal Club per il nostro socio forato. Come recitava una canzone: "tutto è comcluso, perfettamente, oramai qui non si sbaglia quasi più niente..". Proprio su quel "quasi" il rischio di sudori freddi è elevatissimo. Grande Paol, verifica solo che abbiano tagliato solo quello strettamente necessario!!

In secondo luogo mi correggo fraternamente rimproverandomi il fatto di non aver informato tramite BloB circa la mia vacanza ma soprattutto di non aver porto i saluti rituali. Effettivamente contavo sulla connessione altoatesina ma, causa imperante dominio austroungarico, forse perchè italiano, non mi è stato concesso l'accesso al www.

Infine vedo che i toni lessico-grammaticali sono sempre più elevati. Al riguardo proporrò un'iscrizione per meriti letterari del ns Club all'Accademia della Crusca.. avremmo molto da insegnare!!

Rimando a successivi commenti interventi su peli, fori, passere ecc.. prima devo accertarmi ci accettino all'Accademia (o se preferite Hdemia)

pasi

Temo sia difficile l' accettazione della Crusca: oggigiorno son gente seria.
Si occupano di linguistica e filologia italiana ( noi al massimo siamo interessati della linguistica applicata alla ficalogia ) e come membro honoris causa hanno pure l' ex Presidente Carlo Azeglio Ciampi.
Ma in origine, sulla fine del 1500, non era così.
E penso ci avrebbero accolti a braccia aperte.
In effetti il prologo fu anti- accademico: tra i soci poeti e letterati desiderosi di contrapporsi allo stile severo e classicista dell' Accademia Fiorentina. E per far questo amavano radunarsi in occasioni conviviali, recitando spesso " le cruscate " ovvero discorsi senza capo nè coda dallo stile giocoso e scherzoso. I crusconi amavano combattere i pedanti nemici anche attraverso la satira, l' umorismo, ironia, e i sopranomi dei fondatori erano tutto un programma: abbiamo il Sollo, il Lasca, il Gramolato, il Macerato, l' Inferigno, l' infarinato...
Un impronta nettamente ludica e giocosa.
Purtroppo abbandonata nel corso del tempo.

Se tra cinquecento anni studiosi storici ( o un pirla qualunque) analizzeranno le vicende Briscolone, non vorrei passare per " il Presidente sotto la cui guida 2010 - 2014 il Club mutò radicalmente, assumendo sembianze di normalità ( nei rapporti, nel linguaggio, nelle dinamiche di gruppo)   banalizzandosi nel contesto quotidiano dell' epoca, e che favorì il graduale inserimento delle rispettive famiglie con tanto di mogli e figli al seguito."
No: non passerò per quello.

pasi

Stavo pensando in questi giorni:" sarebbe bello, allo scoccare d' Agosto, ritrovarmi
( Venerdì o Sabato) con gli amici di sempre, per una birretta o pizza di sera tarda, magari anticipata da un aperitivo vascheggiando in Crema."
Ma destato dal torpore di questi ultimi mesi, arriva un ritemprato Gerets ad anticiparmi.
O bella: una volta arrivava da dietro, e dietro restando  sacagnava gambe e palla...
ma stavolta mi sono fatto fregare netto.
Dopo due Battesimi e un evento Open ( gara di tiro con l' arco), chi avrebbe mai pensato che un socio Briscolone avrebbe speso ancora una quota rosa??
Certo, è solo una proposta ( di maggior peso se fosse venuta da un Presidente, non da un ex ), ma è subdola. Creato un precedente, chi si pela la gatta di ostruire la serata?
Il povero Caronte se la farà addosso al pensiero di affermare:" si Gerets, va bene la pizza ma solo tra di noi soci ".  Se fosse arrivata prima una proposta in questo senso l' avrebbe avallata e difesa senza troppi problemi.

Mi chiedo: siamo ostaggio delle nostre famiglie?
Non ci divertiamo più tra di noi maschi?
Stiamo perdendo il senso delle nostre radici?
Se lasciamo a casa le consorti, per castigo, non ce la fanno più vedere per molto tempo?
C'è il timore di ritrovarsi in due gatti?
E' finita un' epoca storica del Briscolone?
Lo so, lo so... sono discorsi da congresso autunnale... e c' è pure una tradizione pre - feriale che vede ( non sempre) il ritrovo di un gruppo misto.
Se non erro ( forse si...) l' anno scorso ci ritrovammo a Romanengo.
Non tutti.

Aderisco alla serata pizza.
Diligentemente seguirò le indicazioni del nostro traghettatore di fiducia. ( O preferirà partire in anticipo per l' Islanda?? )
Verrà, verrà l' autunno.
E sarà caldo.

Mendy

Attendo presa di posizione e successivi lumi da  Caronte.

Accendi la luce, traccia la via,
se pesti una merda non viene più via
attaccata alla suola di un sicio
te la ritrovi sul pavimento in ufficio.
Devi solo indicare il retto e il cammino

Sono un paio di giorni che non mi collego al blog e diligentemente ho ricominciato a leggere i commenti da quelli di ieri. Dopo la proposta gerets la prima cosa che ho pensato è stata proprio: una altra serata open?? Mah.. A luglio, secondo me di queste serate abbiamo già fatto il pieno. Come sai Gerets a me non dispiacciono serate di questo tipo, l'ho affermato più di una volta, ma anche stavolta appoggio la proposta mister di una serata solo soci. Sabato sera potrebbe essere proprio la serata giusta anche per comodità del mendy. Pizzata alla S. Lucia in tenuta rosa? Quest'anno ci manca! E gli altri soci che ne pensano.
Meglio decidere in fretta. Il Gerets propone giustamente una prenotazione visto che è sabato sera.

pasi

Non per tutti sarà retto, ma il cammino è indicato.
Grande Umbe!
Se ti candidi a Presidente ti voto.
In tutta onestà non ti facevo in grado di sovvertire la proposta Gerets: mi hai sorpreso.
Mi piace l' indipendenza del pensiero: apprezzi   le serate open, ma esistono dei momenti solo per noi.
E rilanci con una pizzata al S. Lucia in maglietta rosa.
Internos.
Vero che siamo in democrazia, ma quando un leader ( seppur traghettatore) dà indicazioni così chiare e motivate, è un po' difficile giustificare la nascita di un fronte oppositivo.
Esemplificando, che farà il Mendy dopo il traccio della via e l' impisso del lume?
Si unirà al fronte indipendente S. Lucia, resterà a casa a cambiare pannolini, o  si unirà ad un gruppo misto che in dissenso andrà a mangiare   la pizza a Romanengo?
Adoro queste cose!
Certo Caronte, richiami la maggioranza... ma sarebbe così dannosa un eventuale divisione?
D' accordo, l' autunno caldo ancora non è giunto: ma ciò che hai portato scotta!
T ' invito a non mollare la posizione, anche a costo di trovarci in pizzeria in due: forse con la maglietta rosa ci scambieranno per due finocchi innamorati, ma quando la lotta si fa dura non bisogna lasciarsi influenzare da questi piccoli particolari.
La tua è una mano rischiosa: lascerà tracce, nel bene, nel male.
I maligni diranno pure che ti manovro, o peggio, che ti lasci manovrare.
E qualche donna ti guarderà un poco storto d' ora in poi.
Ma è giusto fare le cose Biscoloniamente giuste: tutto il resto non conta.
Vogliamo rendere la situazione più semplice? Sciogliamo il Club e diventiamo persone normali.

Buonanotte Umberto.

pasi

All - in !
Ottimo il momento strategico della scelta.
Adesso non si può foldare.
Tutti al River!
E scopriamo le Poket Cards.
Tranquillo Umbe: se ci andrà male potremo fondare un nuovo gruppo: il Pokerone Club.
Almeno si tornerà a giocare a carte: si può competere anche in due!
Certo, un tavolo da 10 sarebbe il massimo: ma i tempi sono questi.
Porti tu le fiches?

pasi

Allora Mendy, ti è passata la voglia di fare lo spiritoso?
L' impressione è che davi per scontato il Pizza Family: rassicurata la moglie, ed oliate le ruote del passeggino, già pregustavi una tonno e peperoni sulla Love Boat.

No, il traghetto non è da crociera: occorre remare.
Figurati che 10 minuti fa la  consorte mi ha chiesto: " ma quest' anno non si organizza la serata in compagnia di fine Luglio?"
Ho risposto, senza entrare in particolari: " Si, ma probabilmente sarà solo tra soci Briscolone".
Pensi che non abbia brontolato?
Per zittirla le ho detto:" Ma se avete avuto due Battesimi e la gara di tiro con l' arco!
Pensi che sia riuscito a frenare i rimbrotti?
Anzi...
Probabilmente sabato notte non mi attenderà in lingerie e tutta  profumata nel letto rischiarato dalla fioca luce di una candela.
Che mi frega: c' è il faro di Umbe!

Ma, Mister!!!
Non è certo un bell'esempio il tuo. Già avevi aderito alla prima ipotesi di serata quand'ecco che di fronte alla possibilità di un tetatet con il traghettatore fai dietrofront!
Per quanto mi riguarda avendo già dato parola all'ex confermo adesione alla serata open.
Tonno e peperoni.

Bella mister, vediamo se ce la facciamo!

Per ora siamo 2 a 2, ma il Mendy da che parte sta? Ha fatto un accenno semipoetico ma la posizione non è delle più chiare...

pasi

La posizione del Mendy è quella a pecora china contro il muro.
E non è lui che maneggia il manico della scopa.
Non gli rimane che il Chech: non punta fiches ma da parola ai giocatori sucessivi rimanendo comunque in gioco. La mano dei paurosi.

Nessun dietro front da parte mia: solitamente preferisco la parte attiva...
Ho affermato: " aderisco alla serata pizza" ( senza specificare).  E subito dopo: " Diligentemente seguirò le indicazioni del nostro traghettatore di fiducia."
Le quali sono arrivate.
Neppure è colpa mia se il Gerets è un ex.
Perchè si è dimesso?
E oltre a questo ha commesso un altro errore: desiderava una pizza in compagnia mista?
Non doveva passare attraverso il canale Briscolone.
Si muniva di telefono, e a nome Gianfranco interpellava le persone di suo gradimento.
Magari pure Gigi e signora.
Ha fatto i conti senza l' oste.

Paol: d' accordo che l' ernia non è in stretta relazione con l' alimentazione.
Ma non sarebbe meglio limitarsi ad una pizza  Margherita?

pasi

Umbe, si pensava ad un tranquillo trasbordo verso l' autunno... e invece la nave Briscolone rischia di spaccarsi!

Affonderà?
D' accordo il provvisorio due a due... ma gli eventuali sconfitti accetteranno serenamente il responso sul campo?
O al fischio finale scateneranno la rissa?
In effetti il mio invito era  di tenere duro, e in caso avverso separare i due eventi: pizza al S. Lucia per il fronte closed, pizza a Romanengo ( o altro luogo) per lo schieramento open.
Gli manderò volentieri mia moglie, detta Vuvù.
Vuvuzelas.

pasi

In ogni caso amo la mia sposa.
E sono profondamente affezionato alle mogli dei soci Briscolone ( ah ah ah! ).
Ma siamo di fronte a questione di principio: la salvaguardia dell' amicizia al maschile.
Ragazzi con radici comuni che apprezzano ( o apprezzavano??) ritrovarsi tra di loro.
Ribadisco: dopo due Battesimi, e l' evento open della gara di tiro, avrei maggiormente gradito una cosetta internos a chiara matrice DOC.
Per quanto il fronte opposto sia legittimo, mi chiedo, rivolgendomi soprattutto a chi non si è ancora schierato: ma vale di più il parere di un socio che si è dimesso da Presidente, o di colui che è stato demandato a guidarci verso l' autunno?
Faccio notare cosa avevo dichiarato prima che si sollevasse la querelle: " Diligentemente
( diligentemente) seguirò le indicazioni del nostro traghettatore di fiducia."
Le abbiamo avute.
Naturalmente si può dissentire.
Ma riflettete.
E ricordate: non la penso come Salomone.
Ma Umbe medita così: e pare disposto a non creare divisioni anche nel caso di sua sconfitta.
Diligentemente seguirò.
Ma in piena notte combatto.

Sveglia soci Svizzeri!
O volete aspettare l' ultimo minuto per schierarvi?
Comodo così...

Mendy

Scusate ma qui non si pettinano bambole nè si ciucciano cappucci delle biro.

Attendevo indicazioni dal traghettatore che sono arrivate. Quindi aderisco alla serata soci con maglietta logata....

3 a 2 in zona cesarini?

pasi

Mendy, che tono permaloso!
Passata a voglia di essere spiritoso?
O forse l' orario del commento non era tra i migliori.
Comunque i riferimenti sono anche per altri soci mancanti all' appello.
Certo che è una bella fortuna avere te, e il Berlusca, che lavorate al sostenimento della nostra economia.
Almeno noi ciucciatori di cappucci biro - sebbene tirando la cinghia -  riusciamo a mantenerci a galla.
E non siamo costretti a utilizzare il nostro tempo libero succhiando cazzi sulla Paullese.
Comunque 3 a 2 per noi. Due giocatori motivati, e uno col muso.
I piedi sono quelli: non puoi fare la mezzala.

Vero Mister, in questo periodo di interregno non voglio alimentare divisioni. Sicuramente ci adatteremo tutti all'esito finale. Almeno spero...

pasi

Non per niente ho citato Salomone.

Tuttavia, a volte, è meglio una divisione che nemmeno restare uniti forzatamente.
E per quanto sia apprezzabile lo spirito disciplinato del Mendy, l' impressione è che avrebbe preferito appartenere all' altra squadra.
E' comprensibile: Paol e Gerets rappresentano suoi amici intimi.
Poi lavora duramente lontano da casa per garantire un futuro alla propria famiglia: logico il desiderio di avere accanto  moglie e figlia al ritorno momentaneo. Mestiere faticoso: non è semplice vendere borsette in pelle al mercato di Greve. E dura la concorrenza dei nordafricani.
Ma si vergognava a schierarsi tra gli open?
Vedi Umbe, io e te siamo motivati al closed: ma il suo cuore è altrove.
Mi sbaglio?

Comunque non voglio gravare sull' economia italiana: lasciamo lavorare in pace chi la sostiene.
Basta con le pressioni: fino a data da destinarsi non citerò più il suo nome.
Tra una pettinata alla Barbie e una a Cicciobello mi piaceva farlo: ma ci sono dei momenti in cui occorre fermarsi.

Ciao Mendy: stammi bene.

Si, si va beh, ... ma
...ma alla fine sta pizza la si mangia o no?
Mi sembra di capire che tra open o closed non ci sia sta gran partecipazione di popolo e considerando che il giorno previsto si avvicina chi si prenderà la briga (traghettatore o ex che sia) di assicurarci un posto da seduti (io di stare in piedi non se ne parla e, nel caso vinca lo schieramento closed, annuncio fin d'ora che nemmeno potrò inforcare il sellino di una bicicletta per ovvi motivi) dovrà pur avere un numero approssimativo dei presenti.
Venghino Signori, venghino!

pasi

Ringrazio Umbe per aver creato ( già pentito? ) una situazione  molto interessante a livello formativo.
Del resto devo pensare ad un  programma elettorale, e devo pure rendermi conto quale tipo di squadra avrò in mano: il Real Madrid o la Fiorentina? La Sanbenedettese o il Pizzighettone?
Inoltre il passato conta poco: ciò che conta è la prospettiva del prossimo quadriennio.

Attualmente siamo 13 soci più un sicio: Gigi. Conta qualcosa?
Zeo è pressochè sparito.
Ciubec incide poco.
Massi allieta, ma si tiene fuori dai giochi politici.
Curbà è il Curbà: ho detto tutto.
Gerets ha imboccato il viale del tramonto.
Paol è stabile.
Umbe in crescita.
Beppe in ripresa.
Mino si aggancia al traino.
Pile e il Principe ci sono, ma possiedono altre scarpe. E non è il massimo che in un momento così topico  la loro voce sia assente. Magari per un semplice: " pizza?  Ni ".
Del resto il promotore di questo evento aveva dichiarato di utilizzare il canale Blog per le adesioni.
Promotore che l' ha buttata li:  poi ha fatto mancare sostegno.  O eventuali ragguagli conto terzi.

Quali ambizioni future per questo gruppo?
Quale la misura del mio impegno e dedizione?
Devo credere ancora?
Quale lo schema di gioco?
Quattro tre tre, o cinque tre due?

Che poi sia eletto o meno è relativo: a parte che per il momento non ho ancora candidati avversari...
comunque sarà giusto  presentarmi con un progetto.

pasi

Progetto ancora in alto mare per quanto riguarda la logistica del mangio pizza.
Una sola certezza: open o closed, musoni o allegri, alle 20 o alle 22:30, in tanti o in pochi, con vasca in Crema o senza, con acciughe o peperoni...
ma sabato sera indosserò la maglietta rosa e andrò in pizzeria.

Ad ogni modo , penso sia congruo che il promotore dell' open ( Gerets), e il responsabile del closed  
( Caronte), entro domani sera siano in grado di risolvere la controversia e dare maggiori informazioni riguardo le modalità di svolgimento della serata.
Il popolo ha fame.


In questa confusa chiusura di mese ho capito soltanto Sabato, Santa Lucia, Pizzata, Maglia Rosa

obbedisco!

ma a che ora?

Devo mettere il sellino sulla bici per portare BelaPaol?

Sempre per il socio affettato ho a disposizione un set da cucito portatile che ci permetterebbe eventuali rattoppi strada facendo!

Mi devo mettere il gel in testa per probabile vasca?

Plisletmeno!

Sapevo che a volte alcuni usano mettere in testa la "cùffia" per fare la docia, ma il gel per fare la vasca...questa mi giunge nuova. Ah, beata gioventù!
Beh, me porte la roba, salsa mai!!

Sono d’accordo per la serata closed,avevo proposto la open solamente per mantenere viva una vecchia tradizione.
Ma le tradizioni esistono anche perché si possano cambiare.
Una cosa non ho ancora capito: l'ora del ritrovo e il mezzo di trasporto per recarsi alla pizzeria scelta.  
Attendiamo istruzioni dal nostro traghettatore, anche perché bisognerebbe avvisare i soliti che non leggono mai il blog.


Ok, allora sembra che la serata closed abbia prevalso. Il commento del Gerets mi può solo fare piacere. Alla fine siamo ancora uniti.

Facciamo ore 19.30 in piazza? Una piccola mano a Bela Paol direi che ci sta. Paol, ti passo a prendere io. In macchina ovviamente, niente sellino doloroso.

Note organizzative.
Gerest, puoi pensare tu a prenotare? Ho già avvisato il Principe, Beppe, Ciano e Massi. Attendo risposte. Poi ti faccio sapere

Il Principe domani lavora fino alle 19,00 forse è meglio trovarci per le ore 20,00.
Appena hai le risposte mandami un messaggio sul cellulare cosi posso fare la prenotazione.
Hai avvisato anche Mino?

principe

Ok x serata closed,MINO presente devo solo fargli sapere l'orario.
Se volete andare alle 19'30 io arrivo dopo senza problemi.
Tenetemi un posto e ordinate una tonno cipolle senza mozzarella
GRAZIE
N.B. anche una bionda media (meglio con due gambe)

Grande!!! Sei (6) commenti, e con questo sette (7), di fila senza trovarne uno del Pasi. Avrà avuto un malore proprio l'ultimo giorno (se non ricordo male) di lavoro? Ernia improvvisa?? Si sarà fermato a fare 2 o 3 ore di straordinario??? Il parabriz gli si è infilato nei raggi ed è finito nel Vacchelli???? Suvvia non te la prendere, in fondo ti vogliamo bene.
Attenderò autista.

Mendy

8!!!
Starà trombando?  Manolo? O si è rotto il PC? Oppure il secco e l'umido?

Mi candido come autista.
Aspetto di sapere se il mezzo è la bici.
Per portare Paol sulla canna verrò (aaahh) in graziella (spero non resti incinta).

A domani!

ghèm vurit la biciclèta e ades pedàlem!

Direi che la bicicletta è d'obbligo (tranne per le recentemente restaurate membra di Bela Paol) con tanto di graziella per il Mendy.

Non ho ancora digerito il considerevole distacco subito sul cavalcavia l'anno scorso!!!

Ma il sicio Gigi è stato informato?

Comunque attendiamo come al solito direttive precise e chiare dal nostro Caronte!!

(e siamo a 9!!!)

Beppe domani non ce la fa a venire, è sulla via del ritorno dalle vacanze. Da Ciano e Massi per ora nessuna news.
Ok ore 20.00 in piazza, in bicicletta.
Io e Paol arriviamo in macchina.

Gerets, io prenoterei per 10 poi se siamo 9 o 11 non penso cambi molto.

pasi

Complimenti Gerets: hai stabilito il nuovo record mondiale di salto in alto sul carro dei vincitori.
Qualche giorno fa proponevi l' open... salvo poi sparire fino a partita compromessa.
Vergognoso uscire oggi con un: " sono d' accordo con la serata closed ".
Che gran faccia di tolla!
Altro che accoglierlo a tarallucci e vino caro Umbe. " Il commento del Gerets mi può fare solo piacere": queste  le tue parole.
Dovevi prenderlo a bastonate sui diti per distaccaglieli dalla presa sulle sponde!
Ora cinguetti con lui sulle prenotazioni e raccattamento soci non blogganti.
Cose da matti.

Cose da matti 2 : ho alternato il duro lavoro dell' ultima settimana di produzione ( sapete com' è: prima di chiudere per ferie bisogna darsi un gran da fare per consegnare  in tempo ai clienti  gli stok di bambole perfettamente  pettinate) con la dura battaglia intellettuale (  trincea di prima linea) per l' affermazione della serata Briscolone closed: e solo perchè mi sono insoccato un paio d' ore sul divano vengo pure preso per i fondelli per la mancanza di un mio commento giornaliero.
Del resto avevo programmato di farlo oltre la mezzanotte:  prevedevo una situazione bellica meglio definita.
Siamo già alle campane che suonano a festa e alla moltitudine di gente che danza per la  strada.

Durante gli scontri a fuoco settimanali ho fucilato temporaneamente il lavoratore di Greve  (non lo citerò più fino a data da destinarsi).
E non posso certo tollerare che  l' ex Presidente la passi liscia: col suo fervore attuale sembra quei tizi che si mettono nei primi banchi della chiesa dopo aver bestemmiato in piazza nei momenti precedenti l' andare a messa. E senza passare dal confessionale.
Anche  lui subirà l' onta ( ribadisco: onta) di non essere più citato da me sul blog fino a tempo debito.
Che vergogna: l' avevo riabilitato da poco.

P.S.
Paol, prima di meritarti l' autista dovrai sottoporti a visita fiscale per accertare l' effettivo stato
d' invalidità. Se inferiore al 70 per cento dovrai accontentarti di un posto sul portapacchi del mio Ciao parabrizzato.
Sperando non tiri troppo vento: le folate vicino al Vacchelli sono pericolose.
E dobbiamo oltrepassarlo.

pasi

Umbe, un vero leader, seppur temporaneo, deve dare il buon esempio: non puoi indicare al popolo la bicicletta e tu casta usufruire dell' auto blu.
Ti sembra etico?
Molto meglio sarebbe prestare la tua vettura ad un altro autista. Passerà lui a raccattare Paol nel caso la visita fiscale riveli l' effettiva indisponibilità al sellino.
E tranquillo: conosci bene la sponda del tuo amico. I  sedili non si ribalteranno.
A meno che gli mandi un autistessa.

Comunque, per rendere più compatto il gruppo, e visto che la biciclettata è un film già visto, proporrei di utilizzare tutti ( evitando favoritismi, o la sottolineatura di una disabilità ) il trasporto su autovetture, salvo poi ( a cena conclusa) effettuare una mezza vasca  in Crema con relativa degustazione di gelato.
Si potrebbe decidere sulla pubblica piazza valutando pure lo stato metereologico.

Caro Mister,
i leader conquistano la piazza, la trascinano, si mettono in gioco, affrontano le elezioni. Io ho fatto nulla di ciò. Ho vinto una gara di tiro con l'arco che magari un soffio di vento mi avrebbe fatto perdere.
Al momento sei il candidato alla successione  favorito, ma il tempo potrebbe far nascere uno sfidante altrettanto agguerrito. Che ne sai, un Paol che in questi giorni di convalescenza potrebbe meditare la discesa in campo e mettere in gioco il suo carisma oppure un Mendy che mentre sorseggia un bicchiere di Brunello comincia a fantasticare vittorie plebiscitarie. Come sai la dialettica non gli manca. Altri soci/sici dall'ombra potrebbero emergere e sbaragliare il campo...

Ok, tutti in macchina e non se ne parla più.

principe

Avevo gia' oliato la catena della mia COLNAGO , ma obbedisco agli ordini e arrivo in macchina.
A stasera
N.B. Si poteva anche andare a piedi senza problemi tanto x cambiare.
partenza ore 8 arrivo circa 8,45 poteva starci!!!!!

Traghettatore Umbe, devi stare all'erta con il Mister, il suo intento è di manovrarti senza che tu non te ne accorga.
Anche oggi ti sei fatto influenzare dalle sue volontà.
Non è ancora stato eletto Presidente, l'autunno è lontano e quella carica se la deve guadagnare sul campo.
Gigi è stato informato e non ci sarà neppure questa sera.
Penso che qualche domenica sera troverà la valigia fuori dal cancello del suo giardino, ogni week end è in giro in moto: naturalmente senza moglie.


pasi

Il problema è che abbiamo un ferito.
Mezza vasca in Crema a piedi penso la possa reggere: il tragitto piazza- pizzeria penso di no. Cerchiamo di recuperarlo per la gita montana scarpinante settembrina.
Tutti in macchina!
L' esperienza ciclistica passata non mi ha lasciato buoni ricordi: sono arrivato matido e strapazzato.
C'è sempre qualche pirla che tenta fughe da lontano, ed essendo una persona competitiva, non mi va di lasciarlo andare in cerca della Gloria.
Anche se magari monta una Graziella.
E poi sta piovendo a dirotto.

pasi

Caro Umbe, conosco i miei polli: alcuni commenti fa avevo scritto di non fare caso se qualcuno ti avesse accusato di farti manovrare.
Come volevasi dimostrare.
In realtà stai seguendo il tuo sentire: desideravi una serata closed, e non hai nessuna voglia di arrivare in pizzeria in bici.
Semplicemente, per questo evento, abbiamo la stessa idea.
Sono gli altri che dovrebbero battersi per affermare la loro: ed eventualmente convincerti su altre strade.
Se stasera ti vedessi in bicicletta potrei dire che ti sei fatto influenzare dal Pile...
come vedi non si finisce mai di uscire dal giochetto.
Un  vero leader difficilmente ha tutti dalla sua parte, e deve cercare di non subire pressioni nel portare avanti il suo programma.
Comunque se qualche dissidente desiderasse raggiungere il luogo in bici è libero di farlo.
Da parte mia seguirò il tuo esempio.

E se è vero che sono il  Presidente favorito per l' autunno, è vero pure che mancano candidati oppositori. Hai fatto dei nomi ( manca il tuo? ), e mi farebbe piacere che scendessero in campo: sarà maggiore il piacere quando li spazzerò via.
Non ho rivali sul piano storico e meritocratico.
L' unico inconveniente è che sto sul cazzo a molti.
E si sa, non mi piace leccare culi.
Neppure alle signore.
W il closed!

se ha da esser bici che sia!

Le ascelle puzzeranno meno (almeno fino alla pizza di Kammataru)ma avremo meno possibilità di tener lontane le zanzare!

pasi

Bici??
Automobile!

Mamma mia che "silenzio"!!!
Pizza indigesta o le proposte del prevosto hanno scatenato un fuggi_fuggi generale?
Bentornato, se è tornato, al socio Curba.
Viva le ferie!

pasi

Non credo che il prevosto abbia mai letto il nostro blog: altrimenti sarebbe più cauto nel proporci iniziative oratoriali o articoletti da pubblicare sul giornalino parrocchiale.
Del resto la fotografia battesimale del Mendy apparsa su Shalom non è quella semiprofana scattata al termine della cerimonia. E pure l' immagine del Pile in mezzo a bambini durante un raduno spirituale differisce sostanzialmente rispetto ad altri pregevoli scatti sul nostro book.
Comunque siamo un gruppo polivalente, in grado di cavarcela (?) nelle situazioni più disparate: per cui mai dire mai.
Dipenderà molto anche dalla politica del nuovo Presidente.
Come candidato unico e principale ( per il momento) non posso che rallegrarmi del successo della serata pizza closed, automobilizzata,  vascata, gelatata: pienamente in sintonia con i miei desideri.
Nonostante alcuni soci e sici ( dei 14 totali) siano spesso o talvolta vulevù, disponiamo di una buona ossatura che fa ben sperare  per la tenuta nel periodo medio breve. E per effetto del brillante evento appena trascorso ho deciso di essere magnanimo, e di concedere l' indulto per i membri Mendy e Gerets in precedenza colpiti dalla mia diffida a tempo. Da oggi sono di nuovo integrati nella mia possibile citazione sul Blog.
Contenti?
Per il primo elogio il buon comportamento, ovvero il non essere tornato a casa in anticipo rispetto agli altri componenti della squadra. Per il secondo è un atto d' incoraggiamento ad uscire da quella mollezza che lo ha contraddistinto  negli ultimi mesi: anche se non è completamente ristabilito ( la proposta dell' open, e successiva sparizione lo confermano) c' è nell' aria qualche timido segnale di ripresa.
Avanti Savoia.

La serata di sabato ha portato una proposta che non vorrei che passasse nel dimenticatoio.
Serata/torneo di tennis per venerdì 6 agosto dalle 21 alle 23.
Mentre allertiamo i soci del TC di crema non che ovviamente soci del briscolone per la prenotazione del campo, vediamo quanti siamo.
Io ci sono!

Ciao Beppe, bentornato!

Grazie per la diffida tolta.
Sprecone socio Beppe, non sarai ancora stanco delle vacanze passate in Sicilia?
Come farai a giocare a tennis venerdì?
Niente paura, dopo andiamo sicuramente a riempire lo stomaco (non più alla pizzeria S. Lucia però).
Prenotazione al Tennis Club Crema fatta, con autorizzazione per l'utilizzo dei campi da tennis dalle ore 21,00 fino a palline esaurite.
Siete tutti invitati a partecipare, anche con epicondilite acuta.
Ricordatevi di portare la roba per la DOCIA.

pasi

Mi ha telefonato Rafael Nadal:  ha chiesto se poteva unirsi allo stage - torneo di Venerdì sera. Ma quando gli ho detto che avrebbe partecipato anche Mozzarella Gerets ha cortesemente declinato.  Ha detto che il semplice vedere il suo stile di gioco gli provoca tendinite acuta alle ginocchia, e non può certo compromettere l' iscrizione agli US OPEN, ultima prova del Grande Slam.
Meno compromettente il fatto che l' epicondilicato Principe possa  sbeddenare completamente il braccio: per le sue attività amatorie, singole e di coppia, può sempre utilizzare l' arto opposto. Del resto tira il rovescio ad una mano: storicamente lo fa imbirlando il braccio. Questa tecnica, unitamente al possesso di una clava in acciaio quale la mitica Wilson T 5000, negli anni a cavallo 70 - 80 , è probabilmente la concausa di tutti i problemi sorti successivamente.
Un bentornato al suo cugino Bep: per quanto laconico ( ma presente) spero faccia cantare la sua racchetta.
Cosa sarà rimasto del suo potente drittone e della cannonata piatta di servizio?
Lo aspettiamo Venerdì per saggiare.
Mi dovete pure concedere Caronte Umbe per una sfida singola ( un tai brech ): non ho ancora digerito la disfida arcieristica, e voglio divertirmi a farlo correre a destra e sinista come un tergicristallo. E al culmine, per farlo vomitare, una bella smorzata.
Quando uscirà dal terreno, non lo si riuscirà a distinguere dallo straccio abitualmente usato per tirare il campo.

pasi

Ragazzi, il Gerets si sta allenando a tutto spiano: oggi era al Tc Crema a spallettare con un socio del Club tennistico.
Mi diverte sempre guardarlo; non certo per la brillantezza del gioco, anzi...
a quel livello se la cavicchia, ma è davvero buffo vederlo teso come un archetto a remare: morbidoni di rovescio e sgombettate col dritto. Le poche volte che è costretto a venire a rete sembra un pesce rosso fuori dalla boccia di vetro.
Che risate!
Sghignazzo perchè è tecnicamente in grado di fare meglio, ma durante i match è assalito  da blocchi psicologici. Magari vince - e si crea una discreta reputazione - ma a quale prezzo?
Come suo allenatore non posso che mostragli il pollice verso.
Ora vi lascio: domani devo essere a Basilea per dare un paio di ore di lezione a Federer.
Ultimamente è un po' scioppato: troppi pannolini da cambiare alle due gemelline?
E che palle avere sempre la sua Mirka in tribuna.
Ma con me allenamenti closed!
Quell' uomo ha bisogno di rigenerarsi.
Giretto sulla Paullese?

mi sa che la serata tennistica è a rischio.... ma i campi in quanto si asciugano?

pasi

Tranquillo Umbe: convertiremo la manifestazione tennistica a gara di pallanuoto.
Portate gli slippini!
Il campo sarà zuppo, ma se domani mattina cessa di piovere e soleggia dovrebbe assorbire adeguatamente.  Lento sarà il rimbalzo: ma questo favorirà i giocatori meno tecnici e veloci.
Certo che il mattone rosso triturato è la superfice ideale, ed è molto piacevole giocarci sopra; soprattutto da chi proviene dal tennis di cortile, fatto di superficie mista tra sassi, cemento sbrecciato, erba, terra.
Probabilmente  ha spalettato pure Bèla Paol: nel calendario 2000 appare una sua foto da ragazzino, scattata in cascina mentre si sorregge ad una racchetta di legno.
O la utilizzava a scacciare le mosche che affollavano la buca del rutto?
Duro l' eventuale lavoro dei raccattapalle.
Peccato - per via dell' operazione - che non possa mostrare  il suo talento tennistico.
Seri dubbi che il borghese Mendy, mandato in giovane età a prendere lezioni al Ticcì Crema ( all' epoca molto più esclusivo di oggi: mai avrebbero accettato la nostra invasione! ) possa essere dei nostri.
Ma lo perdoniamo: se non erro deve preparare le valige.
Peccato: visto all' opera nell' ultimo stage, posso dire che dispone di buoni fondamentali.
In questo senso, caro Caronte, tutt' altra impressione mi ha fatto il tuo stile l' ultima volta che ti ho visionato.
Domani è un altro giorno?

Pioggia continua.

pasi

Comunque, nel caso si convertisse in pallanuoto, mi sono allenato anche in piscina: ho fatto un sacco di vasche.
A piedi.
Mi spostavo da una piccola siepe dove m' incastravo per acchiappare l' ombra e leggere il giornale, fino al barettino dove consumavo un gelato sotto l' ombrellone. Indossavo maglietta gialla, cappellino, occhiali da sole, e visto che non avevo stampato la scritta " bagnino", venivo guardato un po' strano: non ero conforme all' ambiente circostante.
Tra l' altro mia moglie era parecchio che stazionava al solarium, una piscinetta dall' acqua molto bassa dove ci sdraia a pigliare il sole ed eventualmente ciaccolare.
Non sia mai.
Morale della favola: sono stato seguito da una bagnina, la quale, dietro la balaustra, mi richiamava a gran voce, il tutto in mezzo alla curiosità di altri bagnanti e lucertole che stazionavano nei paraggi.
Mi ha chiesto se gli mostravo il biglietto d' ingresso.
Pensate sia piacevole essere sospettato di essere un portoghese frugazaini altrui?
Mentre ravanavo nel portafoglio alla ricerca dello scontrino ( ma dove l' avevo ficcato? ) mi sentivo un sacco di sguardi addosso, ma per fortuna, mantenendo calma e distinzione ( ah ah ), l' ho trovato in una tasca laterale, e con tranquillità l' ho mostrato alla controllatrice. Evidentemente inviata da altri bagnini: in lontananza osservavano interessati.
Tutto ok.
Sempre in silenzio sono tornato alle mie attività.
Solo più tardi ho trovato l' ardire di levare il superfluo, ed armato di braghini e cuffia mi sono calato nella vasca per far due bracciate a rana: alla terza tendo a ingoiare acqua, preludio all' annegamento.
Ma non volevo disturbare nuovamente la ragazza addetta al salvataggio.

Mendy

Purtroppo l'assenza di domani non è dovuta a valigie ma al protrarsi della presenza in toscana oltre il dovuto. A quest'ora dovevo essere già a Reggio Emilia e invece....rinviato a domani!

Oppure spostate lo stage in toscana...qui c'è il sole!

Addì 5 agosto: auguri al socio Giuseppe, o Beppe, o Peppone, o come cavolo volete chiamarlo!

Vero Mister. Ai tempi della mia infanzia mi dilettavo in sfide tennistiche più o meno memorabili organizzate sul bollente cemento non certo in bolla dell'aia della cascina ove risiedevo. Forse non si vedevano colpi di classe ma l'agonismo e la determinazione non erano minori di quelli che si vedono oggi nel grande slam. E confermo pure che non di rado le palline, e data la foga agonistica a volte non solo quelle, finivano nella "busa del rut" ma considerata la scarsità delle stesse e il fatto che i soldi per prenderne di nuove non abbondavano non ci si pensava due volte a calarsi per recuperarle e dopo una veloce sfregata nell'erba la sfida poteva riprendere.
Ma ce li vedi i ragazzini di oggi iscritti al ticci e di bianco vestiti cimentarsi in simili "imprese"? Beh, si dirà, altri tempi. Bei tempi? Non giudico; dico solo che mi sono serviti per essere arrivato fin dove sono arrivato.
A domani per i saluti pre-partenza.

Buon compleanno socio Beppe.
Domani (pioggia permettendo) potrai riproporci la tua tecnica nel gioco del tennis dopo anni di inattività.
Il Mister scalpita, vuole rifarsi con Umbe per la sconfitta subita con l'arco dal Curbà, non ci resta di sperare che arrivi il sole.
Ho controllato l'epicondilite del Principe, può reggere un incontro tennistico di doppio tranquillamente per un'ora.
Certamente lui farà il prezioso: sarà perdonato è Principe.
Ma il Pile si ricorderà ancora della serata tennistica?
Umbe, la tua posta elettronica qualche volta la leggi?
Oppure hai cambiato indirizzo?
Ti ho inviato tutti i dati per cambiare il mio gioppino, cosi il Mister sarà contento.

Presente!!

Mi ricordo della serata e ci sarò!

Ora scappo a far finta di lavorare perchè mi sembra che tutti si faccia a gara per sostenere l'economia mondiale... non voglio esser da meno!!

siiuleiter!

pasi

Pare che un po' di sole toscano sia venuto ad asciugare la terra battuta cremasca.
Se proseguirà così non ci saranno problemi di agibilità. Al massimo le palline diverranno umide e stoppose, ovvero più lente. Palline che spesso sono sparse intorno ai campi: sono quelle del cesto da lezione - non efficientissime - ma fa un pò di tristezza pensare che i ragazzini non si preoccupano troppo di raccattarle quando le sparano fuori.
Come testimonia Paol, ai nostri tempi rappresentavano un bene prezioso, e per recuperarle, non ci si faceva problemi a sfidare campi di pannocchie, cespugli di ortiche, distese di erba, ammassi di rovi, fossetti di scolo, o adirittura  buche di sano rutto animale.
Comunque se stasera qualcuno scaglia un missile terra aria nell' adiacente velodromo, scavalca la rete di recinzione  e si attiva alla ricerca della sfera dispersa. Probabilmente ne troverà di ulteriori, magari già mummificate.
Ricordo che non è il caso di presentarsi con racchette degli anni settanta, e chi non è fornito con strumenti iso 2000 verrà rifornito con prestito gratuito di attrezzo usato ma moderno. Evitare anche di indossare scarpe con suola carrarmato tipo trekking: il terreno non ha bisogno di essere vangato.
Per quanto riguarda le modalità competitive della manifestazione saranno stabilite in base al numero dei partecipanti.
Mai giocato a tennis giro? Presentatevi con  elettrocardiogramma sotto sforzo 2010.
E occhio alla manovella della rete posta sul paletto di sostegno: c'è gente che si è castrata per la foga di arrivare in tempo nell' altra metà campo.

pasi

Vero che oggi possiedo 7 racchette uguali, più o meno malconcie...
tuttavia sono partito da un attrezzo in legno dozzinale accordato con filo di naylon.
La pagai lire duemilacinquecento in una cartoleria di Ombriano.  
Vero anche che sono socio al Tennis Crema...
tuttavia sono partito dall' improvvisato campo del Pilastrello.
Quando fui ingaggiato per giocare nella squadra Cremasca fui prelevato dal Tc Moscazzano (!)...
e la prima volta che mi presentai all' allenamento nel nuovo circolo il responsabile di allora, visto che indossavo scarpe buche e smangiate, me le fece togliere, e  con potente lancio le scagliò nel Cresmiero.
Mi chiese il numero: andato in magazzino, mi fornì  di nuove.
Guardò stortissimo pure la mia racchetta: ovviamente non era quella degli esordi, ma come modello ero rimasto indietro di alcuni anni. Dopo pochi giorni fui fornito di 2 telai nuovi.

Mi capita spesso di giocare con ragazzini: partono già attrezzati alla Nadal, o Federer, e tatticamente pensano di vincere scagliando bordate a destra e sinistra: spesso colpendo il telone di fondo, o sotterrando la palla in rete. Mandano il papà a compragli il Gatorade al bar, e se gli tiri molto angolato, o smorzi, non sembrano dannarsi l' anima per tentare di recuperare la pallina. Le fanciulle sono anche peggio: magari sono bravine, ma sudare troppo gli rovina il maquillage. Non credo proprio che correrrebbero il rischio di ritrovarsi nella buca del letame pur di riprendere un lob che le ha scavalcate.
Un pò di tennis da cortile, a questa gioventù, non gli farebbe male: il terreno sgangherato, gli spazi ridotti, la rete improvvisata, la pompa dell' acqua per dissetarsi, la possibilità di stamparsi contro la muratella, la necessità di colpire senza bòra , e soprattutto vivere la fantasia di essere sul campo centrale di Wimbledon.
Pazienza se il raccattapalle è un cagnolino e restituisce la sfera un po' sbavata.
Dite che è più semplice con la Play Station?

Gerets, la posta la leggo ma il tempo è quello che è...

Nel fine settimana ti tolgo quel gioppino!

Buone vacanze ragazzi.
La valigia l'ho completata, spero di non aver dimenticato nulla. E se così fosse chi se ne frega.
Ci si rivede tra un paio di settimane.
Viva il Briscolone Club!

pasi

Accogliamo con piacere la buona usanza di passare a salutare sul Blog prima di partire per le vacanze.
Buon viaggio al socio Paol.
Nell' eventualità di internet point attendiamo una cartolina.

pasi

Ottimo successo della manifestazione tennistica.
Nella prestigiosa cornice del Tennis Club Crema gli atleti Mister, Gerets, Principe, Pile, Umbe , Mino davano vita a pregevoli scontri agonistici:  tecnica approssimativa, ardimento massimo.

LE PAGELLE:

GERETS: il clima temperato, le palline umide e sgonfie, il terreno lento, favorivano al massimo il gioco mozzarelliano del socio barbuto. Desideroso di fare bella figura non lesinava elevato impegno, accompagnandolo spesso con carogneschi pallonetti per strappare il punto. In diversi frangenti riusciva anche a mettere in difficoltà il più talentuoso Mister, costretto a scambi intensi che si prolungavano oltre il dovuto.
Peccato che nell' esibizione finale di doppio abbia rovinato l' ottima prestazione con alcune giocate sottorete davvero drammatiche.  Ma nel complesso la valutazione è buona. VOTO 7.

PRINCIPE; al terzo scambio la sua voce rimbombava nel campo centrale: " Challà al mà ànculàt ana bàlina! " urlava riferendosi ad una giocata sospetta. Grandi risate; poi panico: per un momento abbiamo temuto che i gestori c' impacchettassero e spedissero al meno esclusivo T.C. Bagnolo. Fortuna che il circolo era deserto.
Presentandosi a sorpresa per via dell' epicondilite cronica, il capergnanichese stupiva per le sue buone giocate col dritto e alcune volee vincenti alla crociato. Purtroppo quando colpiva imbirlando il braccio nel rovescio si capiva l' evidente perchè della natura del suo male. Atleticamente in buona forma conquistava molti punti, resistendo stoicamente quasi fino alla fine: si ritirava solamente per motivi precauzionali. Ed  anche per un vescicotto causato da incauto utilizzo di scarpe da passeggio. Buona la prova: VOTO 6,5.

PILE; è un disel. Necessita di tempo per prendere confidenza con i colpi: più gioca, più riesce a dare il meglio. Agonisticamente impeccabile, ha denotato qualche problema con il rovescio e il ciccaggio di alcuni dritti , vuoi per troppa foga esplosiva, vuoi per i consueti problemi di vista, accentuati da un illuminazione artificiale poco efficiente. Non sempre a proprio agio nella sessione di singolo ( ma importanti alcuni punti decisivi colti) riusciva ad esprimersi al meglio in doppio,  con buoni recuperi da fondo ed efficaci piazzamenti di colpi al volo. Sua la schiacciata vincente che sanciva la fine del match  sull' ennesimo pallonetto del Gerets.
Ottimo al bar nella degustazione birre.
Nel complesso valutazione positiva: voto 6,5

UMBE; un poco deludente: tempo fa narrava di partecipazioni a tornei nell' hinterland milanese, dove combatteva colpo su colpo a partite equilibrate. A vederlo all' opera ci si chiede: ma quale razza di livello avevano le suddette manifestazioni?? Probabilmente  erano iscritti pure Fantozzi e Filini.
Davvero difficile salvare un settore del suo gioco. Tra l' altro un suo smash completamente ciccato ad un metro dalla rete ha causato la sospensione della partita per un lungo tratto: gli avversari erano piegati in due dalle risate e non riuscivano a smettere.
Di curiosa fattura vanno annoverati alcuni recuperi passando la racchetta dalla mano destra a quella sinistra, ma tecnicamente evidenziano difficoltà con il rovescio e la corsa, scomposta e scarsamente performante rispetto all' apparenza del movimento.
Evidente e traspirante la passione per questo sport: incoraggiamo il ragazzo. VOTO 6.

MINO: si presentava con scarpe nuove acquistate per l' occorrenza e l' impeto dei vent' anni. Ma il tempo scorre: Le 50 primavere non sono poi così lontane. Al quarto scambio, nel tentativo di recuperare un pallonetto passante, lo inseguiva strambucando nel terreno, e cadendo come un sacco di patate si procurava sbucciature al ginocchio, al gomito, alla spalla, unitamente ad una gran botta in codesta sede.
Nonostante tutto l' orgoglio lo faceva rimanere in campo, e seppur sofferente,  cercava di smaltire la ruggine accumulata negli anni d' inattività. Molto c' è ancora da levigare: più che la carta vetrata, serve la mòla. In evidente difficoltà negli scambi, cercava di metterla nel chiacchericcio e rallentamento delle operazioni di gioco, mettendo inoltre in discussione chiamate out nettamente fuori.
Un monello Mc Enroe dei poveri.
Tuttavia si apprezza il fatto della presenza, della volontà di provarci, e che abbia resistito per lungo tratto nonostante l' infortunio.
Ma l' apporto tattico tecnico è risultato troppo limitato affinchè possa essere garantita la sufficienza.
VOTO 5,5.

Grazie Umbe per il cambio Gioppino, è tutto perfetto.
Impeccabili le pagelle del maestro.
Oggi pomeriggio ho proseguito con il mio gioco da palettaro con il socio del TC Bandera riuscendo a perdere il match solo nel finale del Tie Break per 7-5.: ma che fatica alla mia età.
Ho visto il socio Pile questa sera alla festa di S. Lorenzo ai Sabbioni, il microfono lo destreggia sicuramente meglio della racchetta e se devo dargli un voto penso che un 8 sia quello gusto.
Buona vacanza ai due soci coraggiosi che sfidano le intemperie montane di questo periodo: temperatura serale sembra sia +3°C, giornaliera + 12°C.
Sicuramente è sempre meglio che lavorare.

pasi

Finalmente il nuovo Gavatar del Gerets.
Certo fa un po' rabbia che quella figura doveva, e poteva, essere mia.
Comunque il Tre si magna il Re!
Ad ogni modo l' ex Presidente pare effettivamente risvegliato. Anche il risultato tennistico narrato nel commento è da mettere in evidenza, seppur trattasi di sconfitta. Il socio T.C citato non è la classica figura del   pensionato da circolo, ma trattasi di un giovane  atletico dotato di buon gioco : io stesso faccio fatica a superarlo.
Sarà un fuoco di paglia?
Nella norma che il membro anziano sappia sempre tutto di tutti.

Umbe, se domani lavori per il sito ( ma ti auguro di fare altro...) e se ti riesce di farlo, pubblica i flussi aggiornati!  Sono curioso di sapere se l' ernia di Paol ha innalzato i visitors.
Certo che difficilmente, organizzando la sagra di S. Zaccheo, difficilmente riusciremmo a battere le presenze parrocchiali della festa di S. Lorenzo. A meno che, anzichè far reggere il microfono al Pile, ingaggiamo  signorine che operano interviste.

Oggi giornata di aggiornamenti sul nostro sito. Innanzitutto il flusso dell'ultimo mese potete trovarlo qui:
www.briscoloneclub.it/.../...7_DashboardReport.pdf

Poi ho aggiunto un sacco di fotografie: dal calendario, alla serata Curbà fino ai due battesimi.

Buona visione!

Faccio anch'io le buone vacanze alle famiglie Lucini e Colosio. Ho visto lo zainetto portabimbo di Belapaol e gli auguro mille passeggiate con Riccardino sulle spalle. Chissà se anche il Mendy dopo questa full immersion di 15 giorni diventa un appassionato della montagna? Se sarà così lo vedremo in prima file a partecipare alla gita montana che faremo il 19 settembre (tenetevi liberi!). Destinazione laghi gemelli.

Mister, io amo molto il tennis anche se so di essere un giocatore abbastanza mediocre. Mi muovo molto e concludo poco. I tornei non li ho mai decantati, anzi. Per me erano solo delle occasioni per giocare una partita. Purtroppo mi manca un compagno di gioco fisso: sono praticamente 2 anni che non gioco regolarmente. Nell'ultimo anno poi non ho praticamente mai giocato. Ho fatto lezione è vero ma, come già ti dicevo fare lezione con la maestra è tutt'altra cosa che giocare. Non giocando davvero per più di un anno ho perso anche il palleggio. Mi accorgevo che peggioravo il mio gioco, e gli scambi, anche semplici, li tenevo sempre meno. Ai tornei ho fatto figuracce anche con giocatori chiaramente inferiori a me, ma pazienza, per me erano più che altro allenamenti. Per tutto luglio ho trovato invece un compagno che mi ha consentito di giocare regolarmente e se le prime volte finivo con punteggi imbarazzanti ora nelle ultime sfide ho rischiato anche di vincere dei set (non ci crederai ma c'erano anche sprazzi di bel gioco).

Per dopo le ferie sono però fiducioso. Speriamo.

Grazie per questa informazione! questo è quello che stavo cercando da tempo per finalizzare il mio file! grazie!

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading